IL 2016 DI KAROLINA PLISKOVA

Vittoria nei tornei di Nottingham e Cincinnati e finale agli US Open chiudendo la stagione come n.6 del mondo: è il 2016 Karolina Pliskova.

Tennis – Tutto quello che c’è da sapere sulla 2016 di Karolina Pliskova è accaduto nel giro di tre settimane. 21 giorni di fuoco dove la 24enne della Repubblica Ceca ha conquistato  il titolo di Cincinnati, il Western & Southern Open, ed è riuscita ad arrivare in finale gli US Open cambiato il corso della sua stagione e probabilmente della sua carriera, acquisendo fiducia per il futuro e gettando ottime basi per il 2017.

“Quest’anno, ho avuto alcuni alti e bassi, mentre l’anno scorso era più continua” ha detto ai microfoni della WTA. “E’ stato diverso, ma quest’anno ho giocato tornei più importanti e partite più pesanti. Ne ho vinte un paio, ne ha perse un paio, e questo è solo il picco più alto della mia carriera fino ad ora.

“Sono solo felice che sia successo quest’anno, perché tante persone dicevano ‘quest’anno è andato così male, Hai giocato così male’… Quindi sono solo felice che queste persone possano vedere che posso vincere qualcosa. “

Il miglior momento in assoluto di questa stagione è stato indubbiamente agli US Open, dove Karolina Pliskova ha superato tutte le aspettative, salvando anche un match point e andando a sconfiggere Venus Williams in una delle migliori partite dell’anno. Di seguito è uscita un’altra grande prestazione, ancora più importante per enfasi e calibro dell’avversaria: anche l’allora n.1 del mondo Serena Williams ha dovuto arrendersi a Karolina Pliskova. La nativa di Louny è diventata così l’ottava donna a battere entrambe le sorelle Williams nello stesso torneo, la quarta in un Grande Slam.

“Non c’è nulla di meglio che poter battere entrambe le sorelle Williams in un torneo a New York”, ha detto la Pkiskova dopo la semifinale. “Sono davvero entusiasta di queste due vittorie.”

La Pliskova è stata poi piegata in finale contro la Kerber, e finito 2016, facendo il suo debutto alle  WTA Finals di Singapore. ma Karolina è pronta a migliorarsi ancora nel 2017.

“Con me, tutto richiede tempo”, ha detto a Singapore. “L’anno prossimo forse andrò fuori dal gruppo (delle migliori 8). In questo momento sono qui per giocare. Mi sono abituato al sistema e l’anno prossimo sarò più esperta. Spero di esserci di nuovo. “


Nessun Commento per “IL 2016 DI KAROLINA PLISKOVA”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

  • BIRMINGHAM, VINCE LA KERBER Vittoria al terzo set per la tedesca, che annulla il vantaggio della Pliskova dopo il tie-break del primo set. Rimonta vincente per Angelique, che porta così a casa l'AEGON Classic
  • TOKYO, AVANTI TUTTE LE BIG Muguruza, Pliskova e Kerber avanti a Tokyo, ma si gioca anche a Seoul e Guangzhou. Il resoconto del mercoledì femminile in Asia
  • WTA : GENIE BOUCHARD E MONICA PUIG E IL PRIMO TITOLO IN CARRIERA. Eugenie Bouchard e Monica Puig segnano il rinnovamento generazionale nei tornei Wta vincendo il loro primo titolo nella settimana prima del Roland Garros.
  • RANKING WTA, SALE LA PLISKOVA La ceca conferma i progressi nonostante la finale persa con la Kerber, scavalcata la Bouchard. Scendono Keys e Pennetta, torna a respirare Sara Errani insieme a Sabine Lisicki
  • WUHAN: HALEP FUORI, BENE MUGURUZA E PLISKOVA La rumena incassa un pesante ko dalla Kasatkina, Wuhan comincia a delinearsi con i successi di ceca e spagnola. Tashkent, bene la Krunic
  • ROMA, PLISKOVA E HALEP AVANTI Passano il turno tutte le big, riflettori puntati sulla ceca e sulla rumena, con la Muguruza terzo incomodo. Il resoconto di giornata

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2017

  • Il clone di Serena Anche il suo nome inizia con la "S", anche lei ha la pelle nera, anche lei è americana, anche lei ha vinto gli US Open. Sloane Stephens potrà veramente prendere il posto della Willliams sul Tour e nel cuore degli appassionati?
  • "Next Gen" Shapovalov Diciotto anni, israeliano di sangue russo, Denis ha vissuto un'estate da leone sul circuito collezionando due vittorie da incorniciare su del Potro e Nadal. Tutto lascia pensare che non si tratti di un fuoco di paglia.
  • La Rod Laver Cup svecchia la Davis Ci voleva la formula innovativa del nuovo torneo a squadre, nato sotto la sapiente guida del grande Federer, per convincere la Federazione Internazionale a rivoluzionare l'ormai obsoleta Coppa Davis.