PHILIPPE CHATRIER, PIONIERE DELLA RIVOLUZIONE TENNISTICA

Ex presidente della FFT dal 1973 al 1993 e dell’ITF dal 1977 al 1991, ecco come Philippe Chatrier ha rivoluzionato il tennis:

Tennis – Il Philippe Chatrier è il campo centrale del Roland Garros, secondo dei 4 Slam del circuito Atp. La struttura ospita 16.000 posti ed è stato progettato dall’architetto Louis Faure-Dujarric, i lavori per la realizzazione dello stadio terminarono nel 1928. Il campo centrale dello Slam parigino deve il suo nome a Philippe Chatrier, ex tennista francese scomparso nel 2000 e che oggi avrebbe compiuto 91 anni.

Nato nel 1928 a Créteil, comune francese di appena 90 mila abitanti e capoluogo del dipartimento della Valle della Marna nella regione dell’Île-de-France, Philippe Chatrier diventa giocatore di tennis di alto livello fra il 1947-1956 (divenendo numero 6 francese nel 1951). Non tutti sanno che la fama di Philippe Chatrier non deriva dalla sua bravura come tennista bensì dai meriti conseguiti ricoprendo il ruolo di Presidente della FFT (Federazione Tennistica Francese) dal 1973 al 1993 e come Presidente dell’ITF (Federazione Internazionale di Tennis) dal 1977 al 1991, al quale si deve in larga parte la reintroduzione del tennis nelle Olimpiadi.

IL DEBUTTO COME GIOCATORE DI TENNIS E GIORNALISTA

Philippe Chatrier riuscì a condurre parallelamente una carriera come giornalista,  creando nel 1953 la rivista Tennis Francia diventando in seguito presidente di un grande club, l’International Club du Lys Chantilly. Nel 1968 fu nominato vice presidente della FFT e capitano della squadra di Coppa Davis della Francia. Nel 1973 divenne capo della FFT, una posizione che ha tenuto per venti anni in riuscì a sponsorizzare il tennis come fenomeno sociale largamente diffuso su tutto il territorio francese con 4 milioni di praticanti nel 1988 riuscendo a promuovere il torneo del Roland Garros in tutto il mondo.

DIRIGENTE DELLA TFF E DELL’ ITF

Fra il 1970 e 1980, oltre alla presidenza della TFF, fu eletto presidente della Federazione Internazionale di Tennis (ITF) dal 1977 al 1991 e riuscendo a mantenere questa carica per sette mandati consecutivi. FuVice Presidente del Comitato Olimpico e dello Sport nazionale francese dal 1982 al 1993, facendo forti pressioni per per restituire il tennis alle Olimpiadi, riuscendoci nel 1988, anno in cui diventò  membro del Comitato Olimpico Internazionale fino a quando non riuscì più a svolgere questa funzione nel 1996, affetto dall’ Alzheimer.

Come dirigente Philippe Chatrier guidò la Federazione Internazionale di Tennis per un 14 anni assumendo un ruolo cardine nella fusione del tennis fra amatori e professionisti e nella reintroduzione del tennis come disciplina olimpica. Fu portavoce di una visione moderna e rivoluzionaria delle pratiche di gestione delle Federazioni sportive in Francia e all’estero basandosi sul principio di reinvestire tutti i profitti nello sviluppo dello sport per far rimanere le discipline sportive indipendenti.

IL  SISTEMA “CHATRIER”

La strutturazione ed il grande sviluppo della FFT è stato reso possibile grazie alla copertura mediatica di questo sport. Philippe Chatrier fece del Roland Garros un evento unificante, dove mobilitazione e profitto andavano a braccetto: i profitti passarono da 5 milioni di franchi nel 1984 a 149 milioni nel 1993 arrivando a 250 milioni nel 1998. I diritti televisivi e gli introiti pubblicitari furono gestiti magistralmente e si diede vita anche alla creazione nel 1981 del “villaggio” del Roland Garros, un luogo di relazioni pubbliche.

Sotto la guida di Philippe Chatrier, la FFT divene un modello di business per lo sviluppo del tennis con principi innovativi di gestione: la solidarietà e la leadership collettiva, con la decisione di dare ai dipendenti la gestione dei settori tecnici e operativi e l’attuazione di un corso di formazione federale specializzato per il tennis. I risultati furono palpabili da subito: grazia alla Federazione, la Francia produsse un campione del calibro di Yannick Noah e dalla metà degli anni ’80 ed ha ora una media di 10 a 15 giocatori nella Top 100 sia nel circuito maschile che in quello femminile.

Philippe Chatrier ha anche ricoperto il ruolo di capitano della squadra francese di Coppa Davis, ed alla sua morte avvenuta nel 2000, si decise di cambiare nome al campo centrale del Roland Garros in suo onore, tramutandolo  da Court Central a Philippe Chatrier.


Nessun Commento per “PHILIPPE CHATRIER, PIONIERE DELLA RIVOLUZIONE TENNISTICA”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

  • GASTON GAUDIO E IL SUO DEMONE L’ex tennista argentino compie 37 anni. Ha riportato un titolo Slam in Argentina dopo i trionfi di Guillermo Vilas e prima di Juan Martin Del Potro. Ma ha sempre lottato con un nemico ben […]
  • PAURA (E MIRACOLO) ALLO CHATRIER Tutto sull'assurdo episodio avvenuto oggi pomeriggio a Parigi. Un pannello di lamiera si stacca e finisce sugli spettatori durante Tsonga-Nishikori. Fortunatamente segnalati soltanto tre feriti lievi
  • RG14 SEMIFINALI DONNE: SHARAPOVA VS BOUCHARD E HALEP VS PETKOVIC È tempo di semifinali per il torneo femminile del Roland Garros. Maria Sharapova affronta la giovane canadese Eugenie Bouchard. Sfida tra outsider, invece, quella tra Simona Halep e Andrea […]
  • ROLAND GARROS DAY 2. LE DICHIARAZIONI DEI TENNISTI Seconda giornata di incontri sulla terra battuta di Parigi. Berdych: “Fisicamente e mentalmente a posto”. Fognini: “Buona prestazione anche al servizio”. Vanni: “Buon esordio ma potevo […]
  • RG14 DAY 6: DJOKOVIC E FEDERER, SHARAPOVA E RADWANSKA In campo anche Thomas Berdych e Jo Wilfred Tsonga per il tabellone maschile e Angelique Kerber e Dominika Cibulkova per quello femminile. Non ci sono italiani impegnati nel singolare. Solo […]
  • RG14, DAY 4: DJOKOVIC E FEDERER, WILLIAMS, SHARAPOVA E PENNETTA. Quarta giornata di incontri per lo slam parigino. Torna in campo Novak Djokovic e lo segue Roger Federer. Tra le donne giocano le sorelle Williams e la Sharapova. Ma è il turno anche della […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Agosto 2017

  • Arrembaggio US Open L'ultimo Slam della stagione fa gola a molti, sopratutto a chi come Novak Djokovic o Andy Murray deve dimenticare un 2017 "zoppicante". Il prestigioso torneo americano fa però gola più di tutti a Roger Federer, il dio del tennis che vuole il ventesimo titolo Major.
  • Quando il gatto non c'è... i topi ballano. Mai detto fu più appropriato per Venus Williams, che sta sfruttando l'assenza per maternità della fortissima sorella Serena per ottenere ottimi risultati sul circuito e dimenticare guai fisici e gravi vicissitudini personali.
  • Sognate di lavorare per l'Atp? Leggete la nostra intervista a Nicola Arzani, Vice Presidente Media e Marketing dell'Associazione dei Tennisti Professionisti, e scoprite se questo "job" fa davvero per voi.