LA 13ENNE CORI GAUFF: ‘NO AI LIMITI DI ETA’ NEL CIRCUITO WTA’

La più giovane finalista della storia degli US Open juniores non potrà giocare tornei del circuito maggiore fino al 14mo anno di età, un regolamento a suo dire (ma anche di un grande coach come Mouratoglou) troppo severo

Tra le tante sorprese degli US Open 2017 non possiamo escludere Cori Gauff, diventata a 13 anni e 6 mesi la più giovane finalista del tabellone juniores di New York. La tennista americana si è arresa all’atto conclusivo solo contro Amanda Anisimova, tre anni più grande di lei, per 6-2 6-0, e avrà modo di continuare a giocare con le sue coetanee o giocatrici juniores nei prossimi mesi. Tuttavia lei si sente pronta a giocare già nel circuito professionistico, ma per farlo, dovrà aspettare il suo 14esimo compleanno a marzo 2018, dove potremmo magari vederla in azione nei tornei di Indian Wells e/o Miami. Le regole WTA al momento non le permettono di giocare al momento i tornei delle “più grandi”, una regola introdotta nel 1994 dopo aver visto la tanta pressione che c’era sulle giovanissime tenniste tra cui Jennifer Capriati e Martina Hingis.

Non va esattamente di genio il severo regolamento WTA alla Gauff, che ha espresso il desiderio di vedere modificate le regole riguardanti i limiti di età “perchè nel maschile non ci sono limiti. Potrei fare cose ancora più grandi, ma capisco il perchè abbiano messo questa regola, per non far bruciare le tappe a ragazzine così giovani”.

Anche papà Corey non è d’accordo con la linea adottata dall’associazione delle giocatrici professionisti. “Mettono su queste regole per qualcosa che in passato non è andato bene. Mi piacerebbe soltanto che avesse la possibilità di competere con giocatrici migliori. Lo abbiamo visto oggi, ha affrontato una ragazza che gioca tanti tornei WTA, cosa che lei non può fare”.

Ad essersi espresse sull’argomento sono state anche ex numero uno al mondo come Martina Navratilova e Lindsay Davenport. “Dovrebbe prendere un buon avvocato per far si che la regola cambi – ha suggerito Navratilova -. Ma il circuito ci sarà lo stesso quando avrà 18 anni. Non perderò molto, ma lei è un fenomeno“. Effettivamente, intraprendere una battaglia legale non sarebbe la cosa più intelligente da fare anche perchè dal prossimo marzo potrà giocare, inizialmente, almeno otto tornei WTA. Più pacata ma sulla stessa linea di pensiero Lindsay Davenport, allenatrice di Madison Keys: “Capisco ciò che la WTA sta cercando di fare, ma non sono d’accordo. Col limite di tornei, quando una di queste giovani compete, sente ancora più pressione”.

 


Nessun Commento per “LA 13ENNE CORI GAUFF: 'NO AI LIMITI DI ETA' NEL CIRCUITO WTA'”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2017

  • Il clone di Serena Anche il suo nome inizia con la "S", anche lei ha la pelle nera, anche lei è americana, anche lei ha vinto gli US Open. Sloane Stephens potrà veramente prendere il posto della Willliams sul Tour e nel cuore degli appassionati?
  • "Next Gen" Shapovalov Diciotto anni, israeliano di sangue russo, Denis ha vissuto un'estate da leone sul circuito collezionando due vittorie da incorniciare su del Potro e Nadal. Tutto lascia pensare che non si tratti di un fuoco di paglia.
  • La Rod Laver Cup svecchia la Davis Ci voleva la formula innovativa del nuovo torneo a squadre, nato sotto la sapiente guida del grande Federer, per convincere la Federazione Internazionale a rivoluzionare l'ormai obsoleta Coppa Davis.