ANDY MURRAY E’ FAVOREVOLE AL PRIZE MONEY UGUALE TRA ATP E WTA

Il numero tre al Mondo pubblica in una colonna per BBC un interessante articolo sull'uguaglianza uomini donne

Gran bel racconto di Andy Murray per la BBC. Il numero tre al mondo ha parlato a lungo dell’uguaglianza tra uomini e donne nello sport e nella vita, invitando gli altri ad avere una mentalità simile alla sua. “Non ho mai rifiutato di parlare apertamente dell’equità delle donne. La mia esperienza lavorativa con Amelie Mauresmo mi ha fatto riflettere sugli atteggiamenti nei confronti delle donne nello sport e, siccome non è usuale che un tennista maschio lavori con un’allenatrice, mi fanno spesso domande a riguardo. Ho scelto di lavorare con Amelie perché era la persona giusta per questo lavoro al di là del suo genere. Ho capito che non è stata sempre trattata allo stesso modo degli uomini in lavori simili, e quindi ho capito di doverne discutere. La gente spesso sottovaluta la quantità di lavoro che ci vuole per diventare un tennista top. E che la tua etica di lavoro è la stessa al di là se sei uomo o donna. Si trascorrono ore in palestra, in campo, dal fisioterapista, viaggiando, analizzando partite e avversari, parlando col proprio team, gestendo il lato fisico e ovviamente facendo sacrifici. Le donne fanno gli stessi sacrifici degli uomini e sono determinate e impegnate come noi per vincere. Quando mi è stato chiesto dalla BBC cosa pensassi dei ragazzi e delle ragazze che praticano sport insieme fino all’adolescenza, la mia risposta è stata immediata: è una grande idea. Nel tennis traiamo benefici ovviamente dal doppio misto, e quindi uomini e donne, ragazzi e ragazze, hanno questo concetto in testa. Uno dei momenti più divertenti che ho passato sul campo è stato quando ho giocato in doppio misto con Heather Watson e Laura Robson alle Olimpiadi e alla Hopman Cup in Australia. Probabilmente loro non direbbero lo stesso!

Da giovane a Dunblane, mia mamma e mio papà mi spingevano ad allenarmi con le ragazze del circolo. A volte mi allenavo anche con Svetlana Kuznetsova a Barcellona. Praticare sport misto ha grandi vantaggi come fare amicizia, costruire fiducia e far risparmiare soldi a scuole e club. In età giovanile molto si basa sulla coordinazione occhio-mano e sull’avere uno spirito competitivo, e non sulla forza e la velocità, Quindi non avrebbe senso, considerando queste capacità, insegnare ai ragazzi e alle ragazze nello stesso momento?”

“Avere una mamma che è sempre stata interessata e coinvolta nel mio stesso sport, è naturale per me che le ragazze dovrebbero impegnarsi come i ragazzi. Ora so che non è così, e che molte ragazze lasciano in età adolescenziale. È qualcosa che mia mamma vuole cambiare. Ha un programma chiamato Miss-Hits che insegna alle ragazze le cose basi del tennis. Nello sport giovanile al momento ci sono 4 ragazzi su 5. Sta facendo progressi ma ha bisogno di ancora molte altre donne allenatrici, soprattutto di livello alto per far si che ci sia un impatto. Non ci sono tante donne nell’ambito lavorativo nello sport, ma le cose stanno migliorando. Il tennis ha fatto Grandi progressi negli ultimi 35 anni da quando lo US Open è stato il primo a pagare equamente uomini e donne. Ed è grandioso che in tutti gli Slam ci sia lo stesso montepremi per donne e uomini, che spero possa spingere gli altri sport a fare lo stesso”.

Cos’è 100 Donne? BBC 100 donne nomina le 100 donne più influenti ed ispiranti del mondo ogni anno. Nel 2017, dice la BBC, “stiamo incoraggiando loro a discutere dei più grandi problemi che affrontano le donne oggi – le barriere, il sessismo nello sport, analfabetismo e ingiustizie pubbliche.


Nessun Commento per “ANDY MURRAY E' FAVOREVOLE AL PRIZE MONEY UGUALE TRA ATP E WTA”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2018

  • "King Roger" forever. Ancora, ancora e ancora... a quasi 37 primavere Federer è di nuovo il "number one" del tennis mondiale, quattordici anni dopo la prima volta. Il giusto coronamento di venti stagioni sul Tour condite da venti titoli Slam.
  • Nostalgia Williams. Un inizio 2018 senza le "Black Sisters" protagoniste sul rettangolo di gioco è sembrato sbiadito. Serena ha prolungato il suo "congedo" di maternità, mentre Venus è partita male. Unica apparizione insieme nel doppio di Fed Cup, perso!
  • Evviva il Fognini nazionale. In Coppa Davis il tennista ligure dà sempre il meglio di sé. Decisivo il suo apporto per superare il Giappone al 1° turno, ma nei quarti previsti a Genova dovrà superarsi guidando l'Italia contro i francesi campioni in carica.