THIEM: ‘LA STRADA E’ ANCORA LUNGA PER I NEXT GEN’

Il tennista austriaco cauto sulle possibilità di togliere dal trono Federer e Nadal

Dominic Thiem si appresta ad affrontare una parte di stagione molto impegnativa per lui con 2.615 punti da difendere sulla terra rossa, a Monte Carlo, Barcellona, Madrid, Roma e Roland Garros.

In una recente intervista si è espresso così quando gli hanno chiesto se lui, Zverev e compagni possono essere considerati la NextGen reale: “Dobbiamo ancora vincere tante partite per poter essere definiti la prossima grande generazione del tennis. È bello sentire queste parole ma la strada è ancora lunga per noi. I Fab Four sono davvero speciali, vanno ammirati. Il motivo per cui gli Slam non sono stati vinti da altri giocatori, è che bisognava vincere due o tre partite di fila contro i Fab Four”.

Parlando della longevità di Federer e Nadal, Thiem ha detto: “Dipende tutto da come curi il tuo fisico. Negli ultimi anni si è migliorato tanto da questo punto di vista. Tutti hanno un fisioterapista e fanno trattamenti dopo ogni allenamento”.

“Si impara costantemente da lui – ha aggiunto su Federer -. Ora gioca in maniera molto diversa rispetto a 3-4 anni fa. E quando aveva l’età mia, quando sembrava aver vinto tutto, giocava tanti scambi lunghi dalla linea di fondo. Ci sono dozzine di match datati su YouTube. Il modo in cui si adatta a schemi di gioco diversi è incredibile, così come è incredibile il modo in cui vuole sempre migliorare senza essere mai soddisfatto. Continua ad evolvere nonostante abbia realizzato tutto. È un genio. Se guardo i suoi match su YouTube? Certo, per ore”.

Andare in vetta alla classifica ATP è un suo obiettivo? “Ora no. Non sento pressione né posso programmare di essere numero uno, perché bisogna vincere moltissimi tornei e partite. È difficile scalare la classifica per giocatori giovani come me, Kyrgios o Zverev, perché Nadal e Federer nonostante passino gli anni credo che possano continuare a buon livello per altre due o tre stagioni”.

Thiem ha inoltre aggiunto di essere consapevole dell’attenzione mediatica e da parte dei tifosi che c’è su di lui: “Nonostante battere un top ten sia qualcosa di molto grande per me, è questo che ci si aspetta da me e non è così sorprendente.”


Nessun Commento per “THIEM: 'LA STRADA E' ANCORA LUNGA PER I NEXT GEN'”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2018

  • "King Roger" forever. Ancora, ancora e ancora... a quasi 37 primavere Federer è di nuovo il "number one" del tennis mondiale, quattordici anni dopo la prima volta. Il giusto coronamento di venti stagioni sul Tour condite da venti titoli Slam.
  • Nostalgia Williams. Un inizio 2018 senza le "Black Sisters" protagoniste sul rettangolo di gioco è sembrato sbiadito. Serena ha prolungato il suo "congedo" di maternità, mentre Venus è partita male. Unica apparizione insieme nel doppio di Fed Cup, perso!
  • Evviva il Fognini nazionale. In Coppa Davis il tennista ligure dà sempre il meglio di sé. Decisivo il suo apporto per superare il Giappone al 1° turno, ma nei quarti previsti a Genova dovrà superarsi guidando l'Italia contro i francesi campioni in carica.