CHRIS EVERT: “DJOKOVIC É UN’INCOGNITA, TRA LE DONNE SCELGO HALEP”

L’ex campionessa Slam Chris Evert fa il punto alla vigilia degli Australian Open in programma da lunedì prossimo sul cemento di Melbourne

Tennis. Nel corso di una recente intervista rilasciata ai microfoni di ESPN alla vigilia degli Australian Open, la super-campionessa Chris Evert ha espresso alcuni pareri in merito alla situazione attuale del tennis sia maschile che femminile.

Il primo punto ha riguardato l’ex numero uno del mondo Novak Djokovic, al rientro sul circuito dopo quasi sei mesi di stop, che ha evidenziato durante l’ultimo periodo una discreta trasformazione nel movimento del servizio forse al fine di preservare il gomito infortunato.

“Quando hai avuto un determinato movimento al servizio o una certa impugnatura per così tanto, non la vuoi cambiare, nemmeno un po’, in un torneo dello Slam che è il primo per te al rientro.

Vuoi giocare tante partite, tanti piccoli tornei, per vedere se davvero ciò migliorerà il tuo servizio e se aiuterà il gomito.

È un grande punto di domanda. Ha bisogno di giocare. Sta giocando un paio di esibizioni, ma poi si entra in una situazione dove devi fare sette partite nel corso di due settimane, il che è una situazione totalmente diversa”.

Chiamata invece a sbilanciarsi in relazione all’imprevedibile torneo femminile, Chris ritiene che vi sia un nome sopra a tutte le altre, anche se la giocatrice in questione non è mai riuscita ad imporsi in un torneo Major.

“Lo dico senza tanta convinzione, ma sento che Simona Halep, dopo aver avuto un 2017 deludente negli Slam, sia determinata a cambiare rotta.

Sta giocando al meglio ora, il tennis più solido. Vedendo le sue foto anche su Twitter, sta bene mentalmente e gli piace essere numero uno. Non ha paura di questo. È lei la mia favorita”.

In campo maschile le gerarchie sono invece più delineate, con i soliti Roger Federer e Rafael Nadal uomini da battere durante le due settimane australiane. In particolare, Evert ha voluto lodare ancora una volta l’incredibile longevità del campione svizzero, ancora sulla cresta dell’onda a quasi 37 anni.

“È molto rilassato e ciò gli giova sia a livello mentale che fisico. Ha una grande gioia per il tennis. 

Se può essere più longevo di Nadal? Assolutamente, per il suo stile di gioco e il modo in cui è il suo fisico. Nessun muscolo è coinvolto, solo il timing. Si muove in modo naturale”.

Ancora pochi giorni dunque e partirà la caccia al primo Slam stagionale, nella speranza di assistere ad un’edizione simile a quella dello scorso anno quando si succedettero incredibili emozioni ogni singolo giorno. Del resto, dopo la pausa invernale, si può definitivamente affermare che il grande tennis è tornato a fare capolino.

 


Nessun Commento per “CHRIS EVERT: "DJOKOVIC É UN'INCOGNITA, TRA LE DONNE SCELGO HALEP"”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Dicembre 2017

  • Dimitrov e Wozniacki "Maestri". Due veterani del tour ancora in parte inespressi, che a fine stagione hanno saputo cogliere il momento propizio. Nel 2018 sono comunque attesi alla prova del nove, magari un trionfo Slam...
  • Chi è Hyeon? Di cognome fa Chung, è coreano ed è più che coriaceo in campo. Qualità, quest'ultima, che gli è valsa la vittoria alla prima edizione delle "Next Gen" meneghine. Adesso lo aspettano i "grandi".
  • Giochi di squadra. Dopo oltre tre lustri, Francia e Stati Uniti riconquistano rispettivamente la Coppa Davis e la Fed Cup. Onore al merito dei due capitani ex giocatori, Yannick Noah e Kathy Rinaldi, che hanno saputo ricompattare e motivare le loro gloriose compagini.