WTA SYDNEY E HOBART: TRIONFANO KERBER E MERTENS

La tedesca batte Barty con un duplice 6-4, Mertens si impone su Buzarnescu al terzo set

Il ritorno di Angelique Kerber. La tennista tedesca è tornata a vincere un torneo per la prima volta dallo US Open 2016, interrompendo una striscia di 25 eventi giocati senza portare a casa il trofeo. In finale a Sydney, Kerber si è imposta su Ashleigh Barty col punteggio di 6-4 6-4 in appena un’ora e 11 minuti. La tedesca è andata subito avanti di un break sul 2-2 nel primo set dopo un doppio fallo da parte della numero uno australiana. Dinanzi a una Ken Rosewall Arena strapiena, le giocatrici si sono scambiate una serie di break a inizio secondo set, ma le capacità difensive di Kerber hanno fatto la differenza. “Angie” ha brekkato Barty sul 3-3, andando a vincere l’undicesimo titolo in carriera. Nel 2017 non ha mai perso: la scorsa settimana aveva infatti vinto tutte e quattro le partite giocate alla Hopman Cup. “Sto giocando di nuovo alla grande e mi sento bene”, ha detto Kerber nella cerimonia di premiazione.

“È straordinario vedere Angie tornare al meglio – ha affermato una Barty molto sportiva -. Ho giocato molto bene questa settimana ma non è stato abbastanza. Spero di continuare così“. Barty ha messo a segno 24 vincenti ma anche 38 errori gratuiti, troppi per fare partita pari con la Kerber, che con questo successo guadagna sei posizioni in classifica assestandosi in 14ma posizione. All’Open d’Australia, dove ha vinto due anni fa, sarà sicuramente una delle outsider di lusso essendo la 21ma testa di serie.

Ad Hobart, trionfo di Elise Mertens. La tennista belga ha vinto il torneo per il secondo anno di fila, qualcosa che non era mai successa nei 25 anni di storia dell’Hobart International. La testa di serie numero due ha sconfitto Mihaela Buzarnescu, alla prima finale WTA in carriera, col punteggio di 6-1 4-6 6-3 dopo due ore e mezza effettive di gioco, anche se la pioggia ha interrotto il match per in totale 4 ore e mezza. Nel terzo set a fare la differenza sono stati i nervi saldi della Mertens, che nel quarto game ha brekkato alla terza possibilità la sua avversaria. Buzarnescu ha tenuto a fatica gli altri turni di battuta, ma in risposta non è riuscita ad essere decisiva. E così ha dato addio, per ora, al primo alloro nel circuito maggiore.

 


Nessun Commento per “WTA SYDNEY E HOBART: TRIONFANO KERBER E MERTENS”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

  • HOBART E SYDNEY: ULTIME TAPPE PRIMA DI MELBOURNE Gli ultimi due eventi femminili prima dell’inizio degli Australian Open. I nostri occhi di tifosi sono puntati su Francesca Schiavone, impegnata ad Hobart, e Sara Errani, di scena a […]
  • GDF SUEZ: VOLA ANGELIQUE A Parigi Angelique Kerber conquista il suo primo titolo della carriera stoppando l'ennesima rimonta di Marion Bartolì, che alla fine si arrende 7-6 5-7 6-3. A Pattaya successo finale di […]
  • A DOHA IL SETTIMO SIGILLO DI SIMONA HALEP TENNIS - Simona Halep domina la tedesca Angelique Kerber infliggendole un netto 6-2 6-3 in un'ora e sette minuti. Per la rumena si tratta del settimo titolo in carriera.
  • AZARENKA REGINA A SYDNEY Viktoria supera Na Li in tre set (6-2 1-6 6-3) e conquista il suo nono titolo Wta. Wickmayer e Barthel si contenderanno il titolo a Hobart
  • SCHIAVONE E ERRANI OUT A Sydney la milanese gioca bene per metà set, poi viene travolta da Daniela Hantuchova (7-5 6-1). Avanti la numero 1 Wozniacki. A Hobart la tedesca Keber supera agevolmente Sara Errani
  • ANA IVANOVIC NON RIESCE A DOMARE MASHA TENNIS - A Stoccarda Maria Sharapova deve ricorrere ad un altro terzo set prima di sconfiggere Ana Ivanovic dopo 2 ore e 16 minuti. In semifinale Masha affronterà Angelique Kerber; mentre […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Maggio 2018

  • Nadal senza limiti. Continua a primeggiare il n.1 del mondo, in barba agli infortuni, al nuovo che avanza e anche ai suoi quasi 32 anni. Un fenomeno che si nutre di "mattone tritato".
  • Gli Internazionali di un tennista romano. Nascere ad un passo dal centrale del Foro Italico, scrutarlo, sognarlo e riusicire a calcarlo da beniamino del pubblico. "Core de Roma" Pistolesi racconta il suo sogno diventato realtà.
  • In America qualcosa si muove. I tornei d'oltreoceano giocati a Indian Wells e Miami hanno mostrato un panorama tennistico in movimento, in cui le certezze dei campionissimi traballanno e cominciano a intravedersi sprazzi di futuro.