A1: PARITA’ PER PRATO E GENOVA..MERITO DI CAMERIN E BRIANTI

Maria Elena Camerin e Alberta Brianti salvano le loro squadre (Prato e Genova) portandole alla parità...un risultato onesto per due squadre molto equilibrate e combattive

Tennis – Tennis Club Prato e Tennis Club Genova 1893 sono in parità, 1-1, nella prima giornata della finale del Campionato di Serie A1 femminile a squadre sul veloce indoor del Palaterme di Montecatini Terme. Nel primo match la Maria Elena Camerin ha sconfitto per 7-5 6-1 Ludmilla Samsonova, portando in vantaggio Prato. Pareggio di un’altra giocatrice di grande esperienza, Alberta Brianti, che si è imposta per 6-2 5-7 6-0 su Martina Trevisan, rimettendo tutto in discussione.

La Camerin e la Samsonova si erano affrontate nel match d’apertura della finale di dodici mesi fa ed era stata una gran battaglia. Stavolta Maria Elena è partita subito forte, ha allungato sul 4-2 e sul 5-4 è arrivata al set-point con il servizio a disposizione ma ha commesso un brutto doppio fallo che ha rimesso in corsa Ludmilla che la riagguantata sul 5 pari. La portacolori di Prato, però, si è ripresa subito ed ha archivato il primo parziale al dodicesimo gioco. Poca storia nella seconda frazione: da segnalare solo un’incredibile stop-volley della Camerin su un ottimo passante della Samsonova, davvero da applausi. “E’ stato un ottimo match e stavolta, a differenza dello scorso anno, sono entrata meglio in partita. Le soluzioni in lungolinea hanno fatto la differenza: ho cercato di spostarla, perchè lei da ferma tira veramente forte, e poi di scendere a rete ed ha funzionato”, ha commentato la Camerin che ha così regalato (75 61) il primo punto al Prato.

Inoltre, la Brianti si è confermata bestia nera per la Trevisan, come era già accaduto quest’anno in campionato e nella finale 2015. Nella sfida tra le due numero uno la 36enne di San Secondo Parmense ha sempre dato l’idea di essere nel pieno controllo del match, trannne un piccolo passaggio a vuoto che le è costato il secondo parziale, ma nel set decisivo, contro una Martina visibilmente demoralizzata dopo i primi due game, non c’è stata storia: 62 57 60 lo score.

Risultati: M.E. Camerin b. L. Samsonova 7-5 6-1 , A. Brianti b. M. Trevisan 6-2 5-7 6-0


Nessun Commento per “A1: PARITA' PER PRATO E GENOVA..MERITO DI CAMERIN E BRIANTI”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

  • PARLANO LE PROTAGONISTE Si sono tenute a Mosca le conferenze stampa delle due squadre, Russia e Italia, che si sfideranno nella semifinale di Fed Cup 2011. "Team motivato e pronto a lottare" ha detto Barazzutti
  • MARIA ELENA E ALBERTA OUT Estromesse dal Roland Garros la Camerin e la Brianti, sconfitte senza appello da Marion Bartoli (n.13 del seeding) e Vera Zvonareva (n.21). Le italiane in gara rimangono quattro, tutte in […]
  • TRIPLETTA AZZURRA Sul rosso di Barcellona Sara Errani, Roberta Vinci e Alberta Brianti, volano ai quarti di finale. Ad Estoril fuori la Oprandi.
  • L’ALTRA ITALIA E' ufficiale: oltre a Francesca Schiavone anche Flavia Pennetta non giocherà la semifinale di Fed Cup contro la Russia. La squadra azzurra è nelle mani di Vinci, Errani, Camerin e Brianti
  • WTA: FUORI BRIANTI E CAMERIN A Seoul Alberta cede alla King, mentre a Tashkent Maria Elena viene sconfitta dalla Voegele. Safina ok, Ivanovic out
  • SERIE A1, MONTECATINI OSPITA GLI SCUDETTI 2016 Ultimo atto per il Campionato Italiano a squadre di serie A1, in programma nel weekend a Montecatini Terme: tra gli uomini ci sarà Lorenzi

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2017

  • Il clone di Serena Anche il suo nome inizia con la "S", anche lei ha la pelle nera, anche lei è americana, anche lei ha vinto gli US Open. Sloane Stephens potrà veramente prendere il posto della Willliams sul Tour e nel cuore degli appassionati?
  • "Next Gen" Shapovalov Diciotto anni, israeliano di sangue russo, Denis ha vissuto un'estate da leone sul circuito collezionando due vittorie da incorniciare su del Potro e Nadal. Tutto lascia pensare che non si tratti di un fuoco di paglia.
  • La Rod Laver Cup svecchia la Davis Ci voleva la formula innovativa del nuovo torneo a squadre, nato sotto la sapiente guida del grande Federer, per convincere la Federazione Internazionale a rivoluzionare l'ormai obsoleta Coppa Davis.