ACAPULCO, OUT SCHIAVONE E BOUCHARD

Notte letale ad Acapulco per l'azzurra e la canadese, in serata il day-three. Tre match in mattinata, invece, a Kuala Lumpur

TENNIS – La notte tra martedì e mercoledì non porta nulla di buono in dote ai colori azzurri, ma non è solo l’Italia a lamentarsi di un programma avverso. Acapulco fa cadere teste non di poco conto nell’economia del tabellone principale, mentre nell’altro torneo di Kuala Lumpur, la numero uno del seeding abdica senza nemmeno scendere in campo. Male le outsider in terra messicana, che puntavano a rilanciarsi in vista dei Premier delle prossime settimane.

Francesca Schiavone è la prima nota dolente di giornata, ma solo per mero patriottismo. Di fronte, infatti, c’è la medaglia d’oro a Rio de Janeiro, Monica Puig, che dimostra il miglior passo rispetto alla giocatrice milanese. Per la portoricana è un affare che si risolve in due set, compreso il tie-break del secondo. Decisamente più sorprendente, invece, l’eliminazione di Genie Bouchard, che ancora non riesce a trovare il bandolo della matassa e rimane impantanata nella sua lunga crisi. Ne approfitta la Tomljanovic, che vince il tie-break del primo e fa la passerella nel secondo. Al turno successivo anche Hantuchova e Brengle, che battono in tre set rispettivamente Wickmayer e Beck.

Negli altri match della tabella di marcia in Messico, è Mirjana Lucic-Baroni a cogliere di sorpresa un’altra possibile protagonista. La croata continua il suo ennesimo rilancio da Melbourne in poi, superando una Belinda Bencic troppo morbida in questa circostanza: bastano due set. Avanti anche le due americane McHale e Townsend: la prima si impone sulla francese Ferro, la seconda vince il derby a stelle e strisce con la Brady. Chiude il cerchio il doppio 6-2 della Ostapenko sulla Kovinic e la vittoria in tre set di Julia Goerges ai danni della Bondarenko.

Solo tre incontri, invece, sul cemento del BMW Malaysian Open. A Kuala Lumpur, però, esce di scena la numero uno del main draw, Elina Svitolina, che non scende nemmeno in campo per il primo match in programma contro la giapponese Hibino. Il walkover premia la nipponica, seguita dalla Zhang, che batte la Ozaki in due set, e dalla Kerkhove, che continua la sua corsa estromettendo la Sharipova.

La pioggia rallenta il programma in Malesia e rimanda tutto a domani, quando toccherà a Shuai Peng cogliere l’occasione maturata oggi. In campo anche la giapponese Kato, carnefice della numero 2 del seeding Carla Suarez-Navarro. Ad Acapulco, invece, si parte già nella notte: da seguire Hantuchova-Puig, ma sotto i riflettori ci sono anche Petkovic, Mladenovic e proprio Lucic-Baroni.


Nessun Commento per “ACAPULCO, OUT SCHIAVONE E BOUCHARD”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • KUALA LUMPUR, SUAREZ-NAVARRO GIÀ FUORI La spagnola esce sconfitta dal match contro la giapponese Kato a Kuala Lumpur. Acapulco, avanti la Petkovic aspettado Schiavone-Puig
  • ACAPULCO, FUORI LA PUIG Niente da fare per la medaglia d'oro olimpica, ad Acapulco va avanti la McHale. Tutto ancora apertissimo, e senza favoriti, a Kuala Lumpur
  • ACAPULCO, FINALE MLADENOVIC-TSURENKO Ad Acapulco il titolo si assegna tra la francese e l'ucraina. Kuala Lumpur, è sfida finale tra Barty e Hibino
  • WTA: VIA A KUALA LUMPUR, ASPETTANDO ACAPULCO Il BMW Malaysian Open apre i battenti a Kuala Lumpur, nella notte al via anche Acapulco. Il primo resoconto dalla Malesia, poi dritti in Messico
  • TORNEI WTA, OUT PETKOVIC E PENG Colpi a sorpresa nei due tornei della settimana: la tedesca esce di scena ad Acapulco, per la cinese un forfait a metà match a Kuala Lumpur
  • PARTITI COL PIEDE GIUSTO TENNIS, SCOMMESSE - Secondo giorno in cui voi selezionate le giocate migliori tra quelle da noi proposte, cosa avete scelto oggi?

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Marzo 2017

  • Roger guarda sepre più avanti. Dopo l’incredibile traguardo raggiunto a Melbourne, il favoloso Federer non si pone più limiti e guarda al suo 2017 con occhi nuovi. È tornato a pensare che Wimbledon sia un suo terreno di conquista e spera di riuscire a riprendere le chiavi di quel “giardino incantato”.
  • Rafa vuole il Real Madrid. Un giorno vorrebbe diventare il Presidente del famoso club calcistico madrileno, ha ammesso Nadal, che da sempre ha una grande passione per il pallone. Che stia già pensando al ritiro dal circuito della racchetta.
  • Gli azzurri di Davis sognano. Dalla vittoria di primo turno, fatta registrare in Argentina sulla squadra detentrice dell’insalatiera d’argento, riprende la corsa di una nazionale italiana motivata e generosa, capace di riaccendere l’entusiasmo dei suoi tifosi.