ATP BRISBANE: NADAL SHOW, VINCE E SI GUADAGNA RAONIC

Va ancora veloce il treno di Rafa Nadal. Il maiorchino, che si sbarazza in appena 55 minuti di Mischa Zverev, raggiunge ai quarti di finale Milos Raonic. Ok anche Dominic Thiem e Grigor Dimitrov

TENNIS – Il maiorchino archivia la seconda pratica dell’anno in appena 55 minuti e raggiunge ai quarti di finale il campione in carica, Milos Raonic, a valanga su Diego Schwartzman. Mentre Rafa annichilisce Mischa Zverev senza difficoltà – ottenendo dalla prima di servizio il 79% dei punti e lasciando per strada appena due game (6-1 6-1) – il Big Man canadese si sbarazza altrettanto facilmente del 24enne di Buenos Aires, chiudendo con un rapido 6-2 6-3 la contesa. Quello che si prospetta tra i due, oltre al primo quarto di finale a Brisbane, è l’ottavo scontro diretto in 7 anni: il maiorchino, che ha perso in una sola occasione (nel 2015 a Indian Wells), ha vinto cinque dei sei precedenti in appena due set.

Si prospetta interessante anche il quarto di finale tra Grigor Dimitrov e Dominic Thiem. Il bulgaro, che si è dimostrato piuttosto in forma, ha regolato senza troppe difficoltà Nicolas Mahut. Qualche problemino in più ce l’ha avuto Dominic Thiem, costretto a ricorrere al tie break nel primo set prima di prendere il largo nella seconda frazione: 7-6(5) 6-3 il punteggio finale.

ATP Brisbane

7-Grigor Dimitrov(Bulgary) beat Nicolas Mahut (France) 6-2 6-4
4-Dominic Thiem (Austria) beat WC-Sam Groth (Australia) 7-6(5) 6-3
1-Milos Raonic (Canada) beat Diego Schwartzman (Argentina) 6-3 6-2
5-Rafael Nadal (Spain) beat Misha Zverev (Germany) 6-1 6-1


Nessun Commento per “ATP BRISBANE: NADAL SHOW, VINCE E SI GUADAGNA RAONIC”


*/?>
*/?>

Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Aprile 2017

  • Fognini dottor Jekill e Mr. Hyde. Il n.1 azzurro è capace, indistintamente, di affascinare e di deludere. La domanda nasce spontanea: deve ancora sbocciare oppure ha già dato il meglio di sé?.
  • Sharapova amata e odiata. Alla vigilia del suo rientro sul Tour, Maria è sempre più amata dagli appassionati e odiata dai colleghi, che trovano ingiuste le wild card assegnatele dai tornei. Internazionali d'Italia inclusi.
  • Andre Agassi docet. Andre Agassi docet. "Lasciare il tennis è un po' morire" ha dichiarato in una recente intervista l'ex "Kid" di Las Vegas, che ha poi spiegato il perché: "I tennisti vivono un terzo della loro esistenza senza programmare gli altri due terzi".
 

Abbonati ora