ATP DOHA: MURRAY SUL VELLUTO, GIANNESSI DURA UN SET

La difesa del trono di Andy Murray inizia con un'ottima vittoria ai danni di Jeremy Chardy. Alessandro Giannessi, per la terza volta in carriera in un Main Draw del circuito maggiore, cede con onore a Thomas Berdych

TENNIS – Andy Murray, a distanza di quattro anni, ritorna a Doha da numero uno del mondo. Il britannico, reduce da 24 successi consecutivi, supera agevolmente Jeremy Chardy e inizia con un sorriso la difesa del trono. Il numero uno del mondo, campione nel 2008 e nel 2009, porta il saldo degli H2H contro il transalpino a 9-1 e sugella con un rapido 6-0 7-6(2) un incontro mai in discussione. Il primo set ha un solo padrone: Andy ha bisogno di appena 21 minuti per chiudere i conti – grazie a un parziale di 24-7 – prima di rilassarsi un attimo e concedere il primo, nonché unico, break della sua partita proprio in apertura di secondo set. Recuperato immediatamente lo svantaggio, il britannico si fa trascinare al tie break e chiude poi senza troppe difficoltà archiviando la prima pratica del 2017 con 19 vincenti e appena 12 errori. Agli ottavi di finale se la vedrà contro Gerald Melzer, uscito vincitore dalla sfida con Paul-Henri Mathieu.

Si ferma al primo turno la marcia dell’ultimo azzurro impegnato in tabellone – Alessandro Giannessi – sconfitto più che onorevolmente in due set da Thomas Berdych. Dopo aver assaggiato il Main Draw in un torneo dello Slam ad agosto,  l’azzurro ritrova a Doha ottime sensazioni prima di schiantarsi contro il numero tre del seeding. Il ceco, costretto al tie break nella prima frazione, cambia marcia nel secondo set e dallo 0-1 mette in fila cinque giochi assicurandosi così la sfida al secondo turno contro il connazionale Jiry Vesely.

Mentre Jo-Wilfried Tsonga ha bisogno di tre set per superare Andrey Kuznetsov, Philipp Kohlschreiber e Ivo Karlovic avanzano senza problemi. Tutto facile anche per Karen Khachanov.

ATP DOHA

7-Philipp Kohlschreiber (Germany) beat Malek Jaziri (Tunisy) 6-2 7-6(3)
Gerald Melzer (Austria) beat Paul-Henri Mathieu (France) 6-7(2) 6-3 6-2
Karen Khachanov (Russia) beat [WC]Mubarak Shannan Zayid 6-1 6-3
5-Jo-Wilfried Tsonga (France) beat Andrey Kuznetsov (Russia) 6-1 4-6 6-2
6-Ivo Karlovic (Croatia) beat Illya Marchenko (Ukraine) 7-6(5) 7-6(0)
1-Andy Murray (Great Britain) beat Jeremy Chardy (France) 6-0 7-6(2)
3-Thomas Berdych(Czech Republic) beat Alessandro Giannessi (Italy) 7-6(1) 6-2


Nessun Commento per “ATP DOHA: MURRAY SUL VELLUTO, GIANNESSI DURA UN SET”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Marzo 2017

  • Roger guarda sepre più avanti. Dopo l’incredibile traguardo raggiunto a Melbourne, il favoloso Federer non si pone più limiti e guarda al suo 2017 con occhi nuovi. È tornato a pensare che Wimbledon sia un suo terreno di conquista e spera di riuscire a riprendere le chiavi di quel “giardino incantato”.
  • Rafa vuole il Real Madrid. Un giorno vorrebbe diventare il Presidente del famoso club calcistico madrileno, ha ammesso Nadal, che da sempre ha una grande passione per il pallone. Che stia già pensando al ritiro dal circuito della racchetta.
  • Gli azzurri di Davis sognano. Dalla vittoria di primo turno, fatta registrare in Argentina sulla squadra detentrice dell’insalatiera d’argento, riprende la corsa di una nazionale italiana motivata e generosa, capace di riaccendere l’entusiasmo dei suoi tifosi.