ATP MARRAKECH, LORENZI LOTTA MA PASSA VESELY

Paolo Lorenzi cede a Vesely dopo l'ennesima battaglia di tre set. Avanti Paire

Tennis. Giornata di quarti di finale in quel di Marrakech, torneo Atp 250 che ieri ci ha regalato una giornata emozionante in virtù della sfida tutta azzurra fra Quinzi e Lorenzi, vinta da quest’ultimo al termine di una lunghissima battaglia che ha permesso al marchigiano di uscire comunque a testa alta dal primo torneo della carriera nel circuito professionistico.

Il programma si apre a mezzogiorno con la sfida fra Coric e Ramos. Il periodico punteggio di 6-4 premia il giovane croato che si aggiudica il match e vola in semifinale rimontando lo svantaggio maturato nel primo parziale. Salta dunque dopo quella n.1 di Dimitrov anche la testa di serie n.2 spagnola.

Il match a seguire è quello che più da vicino ci riguarda, con il nostro Lorenzi a cospetto di un Vesely in grande forma. Nonostante le gambe pesanti figlie di tre ore di match meno di 24 ore fa parte forte il senese che strappa il servizio al ceco nel quarto gioco e vola sul 4-1. L’italiano tiene il servizio nei due successivi turni e chiude il primo parziale per 6-3.

Il secondo set parte però con il break al secondo gioco di Vesely, che non perde il servizio per quattro volte di fila chiudendo il secondo parziale replicando il 6-3 dell’azzurro, si decide tutto nel terzo e decisivo set. Si procede con grande equilibrio fino al tie-break dove purtroppo Paolo cede di misura 7-5 in favore del forte ceco. Il derby tedesco lo vince Kohlsreiber su Struff in tre set con il punteggio di 3-6, 7-5, 6-3 in rimonta. Chiude la bella affermazione di Paire su Robredo in due netti set vinti 6-2, 6-4.


Nessun Commento per “ATP MARRAKECH, LORENZI LOTTA MA PASSA VESELY”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Maggio 2018

  • Nadal senza limiti. Continua a primeggiare il n.1 del mondo, in barba agli infortuni, al nuovo che avanza e anche ai suoi quasi 32 anni. Un fenomeno che si nutre di "mattone tritato".
  • Gli Internazionali di un tennista romano. Nascere ad un passo dal centrale del Foro Italico, scrutarlo, sognarlo e riusicire a calcarlo da beniamino del pubblico. "Core de Roma" Pistolesi racconta il suo sogno diventato realtà.
  • In America qualcosa si muove. I tornei d'oltreoceano giocati a Indian Wells e Miami hanno mostrato un panorama tennistico in movimento, in cui le certezze dei campionissimi traballanno e cominciano a intravedersi sprazzi di futuro.