AUGURI CHRIS EVERT, 62 ANNI DA LEGGENDA

Il 21 dicembre 1954 nasceva una delle tenniste più forti e vincenti del panorama femminile. Chris Evert spegne 62 candeline

TENNIS – Se il tennis americano è a caccia di eredi di Serena Williams, non può che cercare nel suo passato gli esempi più fulgidi da seguire e prendere come punti di riferimento per le più giovani. A pensarci così, su due piedi, il nome di Chris Evert è senza dubbio tra i primi che verrebbero in mente. Ed oggi, nel giorno del suo compleanno numero 62, l’argomento “futuro” è estremamente attuale nel contesto della racchetta a stelle e strisce.

Bambina prodigio immediatamente capace di mettere sotto scacco le più grandi giocatrici degli anni ’60, la tennista americana ha attraversato due decenni pieni di successi, con qualche piccola indicazione preziosa già prima di tagliare quota 16 anni e Margaret Court tra le vittime eccellenti più precoci. Un’esplosione tecnica, quella della Evert, paragonabile in futuro solo a quella di Jennifer Capriati, con la differenza che Chris è riuscita a confermarsi con una costanza spaventosa: dodici anni di distanza tra la prima e l’ultima prova del Grande Slam conquistata, che sarebbero potuti essere quattordici senza la sconfitta thrilling contro la Goolagong nella semifinale di Wimbledon 1972. Dal 1974 al 1986 si aggiudica la bellezza di diciotto major, dando vita ad una delle rivalità più longeve ed agguerrite con Martina Navratilova: finali su finali contese sempre e solo dalle due protagoniste di un duopolio incontrastato ed incontrastabile, se non per brevissimi tratti.

Il bottino è il miglior biglietto da visita: due Australian Open, sette Roland Garros, tre Wimbledon e sei US Open, senza dimenticare quattro successi nel torneo antenato delle Finals e tre vittorie nel doppio tra Parigi e Londra. Una vera e propria padrona del tennis, ma anche un brillante pilastro dello star system: la relazione con Jimmy Connors fu tra le più chiacchierate del periodo, ma il matrimonio non si tenne mai: Jimbo tirò in ballo anche l’aborto di Chris, indicandolo come motivazione che ebbe un peso importante. Quelle con John Lloyd, Andy Mill e Greg Norman, invece, sono le tre storie d’amore che le permetteranno di affacciarsi su un mondo più lontano da quello del tennis, ma sono i tre figli a cambiarle la vita.

Una vita sempre al massimo, quella di Chris Evert, fatta di grandi trionfi sui campi da gioco, ma anche di prime pagine conquistate anche al di fuori del semplice ambito sportivo. Nella fase di passaggio dal dilettantismo all’era Open, è probabilmente la tennista che più si avvicina al concetto di diva proveniente dal mondo dello sport. Una componente che, anche adesso a 62 anni, le rimane incollata allo stesso modo.

Tanti auguri Chris America, leggenda della racchetta degli States.


Nessun Commento per “AUGURI CHRIS EVERT, 62 ANNI DA LEGGENDA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Aprile 2017

  • Fognini dottor Jekill e Mr. Hyde. Il n.1 azzurro è capace, indistintamente, di affascinare e di deludere. La domanda nasce spontanea: deve ancora sbocciare oppure ha già dato il meglio di sé?.
  • Sharapova amata e odiata. Alla vigilia del suo rientro sul Tour, Maria è sempre più amata dagli appassionati e odiata dai colleghi, che trovano ingiuste le wild card assegnatele dai tornei. Internazionali d'Italia inclusi.
  • Andre Agassi docet. Andre Agassi docet. "Lasciare il tennis è un po' morire" ha dichiarato in una recente intervista l'ex "Kid" di Las Vegas, che ha poi spiegato il perché: "I tennisti vivono un terzo della loro esistenza senza programmare gli altri due terzi".