AUGURI TOMMY ROBREDO, IL GREGARIO DEGLI SPAGNOLI

Compie 35 anni uno dei maggiori protagonisti del tennis nel nuovo millennio: Tommy Robredo

Tennis. E’ esploso nell’era in cui se eri spagnolo, pur di buonissimo livello come lui, non eri nessuno o quasi. Quando nel 2006 centrava la best ranking da n.5 del mondo nasceva e si affermava Nadal, dopo di lui Ferrer ed ancora prima permaneva la scia dei vari Ferrero, Moya e Corretja. In quell’epoca nasceva, sportivamente parlando, Tommy Robredo.

Uno spagnolo atipico, in parte: un temperamento che spesso lo ha reso non simpaticissimo anche fuori dal campo, ma una mano che gli ha permesso di raggiungere lodevoli risultati in doppio, fra cui una semifinale Slam e un Masters 1000. Sono ben 12 i titoli vinti in carriera dall’iberico, tutti sulla terra eccezion fatta per il cemento indoor di Metz, con un lussuoso successo su di un giovanissimo Murray. Anche le 11 finali perse arrivano quasi tutte sulla terra, ben sette: è su questa superficie che è stato capace di raccogliere i migliori risultati in carriera per quanto concerne i Major.

Ha infatti centrato in tutti gli Slam almeno i quarti di finale, tranne a Wimbledon dove si è fermato agli ottavi, ma sono ben 5 i quarti ottenuti al Roland Garros. In carriera è stato più volte fermato dagli infortuni, come anche di recente, quando dopo un ritorno ad alti livelli che lo hanno persino portato nel 2013 ai quarti degli Us Open battendo Federer agli ottavi, è ripiombato ad un passo al di là della top 100 per ripetuti problemi fisici.

Nel 2006, il suo anno migliore, ha anche avuto la possibilità prestigiosa di partecipare agli Atp Tour Finals, in virtù di un’annata che lo aveva visto entrare nella top five del Ranking Atp. La vittoria più importante della carriera rimane il Masters 1000 vinto ad Amburgo, appunto nel 2006, il suo anno d’oro. Nella stessa annata incrociò la racchetta con giovanissimo Nadal a Barcellona, perdendo in finale.

Oggi, lo spagnolo, compie 35 anni: auguri!


Nessun Commento per “AUGURI TOMMY ROBREDO, IL GREGARIO DEGLI SPAGNOLI”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Dicembre 2017

  • Dimitrov e Wozniacki "Maestri". Due veterani del tour ancora in parte inespressi, che a fine stagione hanno saputo cogliere il momento propizio. Nel 2018 sono comunque attesi alla prova del nove, magari un trionfo Slam...
  • Chi è Hyeon? Di cognome fa Chung, è coreano ed è più che coriaceo in campo. Qualità, quest'ultima, che gli è valsa la vittoria alla prima edizione delle "Next Gen" meneghine. Adesso lo aspettano i "grandi".
  • Giochi di squadra. Dopo oltre tre lustri, Francia e Stati Uniti riconquistano rispettivamente la Coppa Davis e la Fed Cup. Onore al merito dei due capitani ex giocatori, Yannick Noah e Kathy Rinaldi, che hanno saputo ricompattare e motivare le loro gloriose compagini.