AUSTRALIAN OPEN: MURRAY BATTE UN COLPO, WAWRINKA C’E’

Andy Murray risponde alla debacle di Novak Djokovic con un rapido successo ai danni di Sam Querrey e raggiunge gli ottavi di finale. Vittorie in rimonta per Wawrinka e Tsonga
venerdì, 20 gennaio 2017

TENNIS – Andy Murray batte un colpo e risponde nella migliore maniera possibile alla disfatta di Novak Djokovic. Il numero uno del mondo supera in tre set e in due ore di gioco lo statunitense Sam Querrey e raggiunge agli ottavi di finale Mischa Zverev, giustiziere di Malek Jaziri. Per il britannico, che riesce a disinnescare il servizio dell’avversario già nel primo set, è una passeggiata. Querrey, che mette a segno solamente 4 ace, non riesce ad approfittare di una delicatissima palla break nel nono game, perdendo il bandolo della matassa in quello successivo. La partita è poi tutta in discesa per il numero uno, bravo a chiudere 6-4 6-2 6-4.

Vince, in rimonta, Stan Wawrinka. Il campione dell’edizione 2014 raggiunge (almeno) gli ottavi di finale per il quarto anno consecutivo e timbra l’ottavo successo consecutivo del suo 2017. Si arrende Viktor Troicki dopo il successo su Paolo Lorenzi. L’elvetico, che rimedia a uno sciagurato primo set con autorità, è comunque costretto a rifugiarsi nel tie break del quarto set per portare a compimento la pratica (3-6 6-2 6-2 7-6). Solo Andreas Seppi tra lui e i quarti di finale. Riesce a salvarsi da una situazione piuttosto complicata anche Jo-Wilfried Tsonga, finalista a Melbourne nel 2008, che per avere la meglio di Jack Sock ha bisogno di quasi tre ore (7-6 7-5 6-7 6-3).

Be Sociable, Share!

Nessun Commento per “AUSTRALIAN OPEN: MURRAY BATTE UN COLPO, WAWRINKA C'E'”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Dicembre 2017

  • Dimitrov e Wozniacki "Maestri". Due veterani del tour ancora in parte inespressi, che a fine stagione hanno saputo cogliere il momento propizio. Nel 2018 sono comunque attesi alla prova del nove, magari un trionfo Slam...
  • Chi è Hyeon? Di cognome fa Chung, è coreano ed è più che coriaceo in campo. Qualità, quest'ultima, che gli è valsa la vittoria alla prima edizione delle "Next Gen" meneghine. Adesso lo aspettano i "grandi".
  • Giochi di squadra. Dopo oltre tre lustri, Francia e Stati Uniti riconquistano rispettivamente la Coppa Davis e la Fed Cup. Onore al merito dei due capitani ex giocatori, Yannick Noah e Kathy Rinaldi, che hanno saputo ricompattare e motivare le loro gloriose compagini.