AUSTRALIAN OPEN, NADAL: “FINALE CON FEDERER SPECIALE”

Due finali vintage raccontate dai protagonisti degli Australian Open: le Williams da una parte, Federer-Nadal dall'altra

Tennis. L’incredibile epilogo di questi folli Australian Open vedranno da una parte la sfida fra le sorelle Williams, dall’altra quel Federer-Nadal da tutti sognato e da nessuno immaginato ad inizio anno.

Un Nadal raggiante ed esausto commenta così il match: “Ho giocato bene, ma se avessi perso l’avrebbe meritata anche Gregor. Qui i fans mi danno grande spinta, è incredibile arrivare qui in finale. Se penso a quando ho invitato Roger all’inaugurazione della mia accademia a Manacor, non avrei pensato mai che ci saremmo ritrovati in una finale Slam, soprattutto così presto. E’ grandioso. Quando l’anno scorso a Parigi piangevo nella macchina che mi portava all’Hotel ho pensato di essere in un momento molto duro. Poi però sono andato alle Olimpiadi ed ho vinto la medaglia d’oro in doppio, sfiorandola in singolo. Per me è un evento speciale che spero di rigiocare. Ora ho bisogno di recuperare e tornare in albergo, la finale con Roger è speciale, non posso negarlo. Essere ancora qui dopo anni è incredibile. I precedenti non contano, è una situazione diversa per entrambi. Di questa rivalità ne parlano tutti, non solo gli appassionati di tennis. Sono due stili a confronto, tutti e due vincenti. Non me la prendo per i warning, a volte li merito altre no. Poi però c’è stata flessibilità vista la durezza del match”.

Dimitrov, deluso ma orgoglioso per quanto fatto, commenta la partita dopo 5 ore di lotta: “Sono deluso per una partita così importante persa al quinto set, ma onorato di aver lottato tanto con un combattente come Nadal. Sono orgoglioso del mio gioco, del mio staff e di quanto fatto. Non ho mai giocato credo una partita così lunga, è incredibile averlo fatto contro uno come Rafa, che ha fatto capire nuovamente perchè è un campione. Fisicamente stavo benissimo avevo tante energie anche nel quinto set. Rafa vedevo che era più stanco ma è questo che fa la differenza, sapersi gestire e reagire alle difficoltà, come lui ha saputo fare. Sono stato sfortunato nel momento decisivo con un nastro ma fa parte del tennis, come altre cose che non posso controllare. Mi godrò la finale come qualsiasi grande appassionato di tennis, ma non è mio compito fare pronostici”. 

Infografica realizzata da Stampaprint Srl


Nessun Commento per “AUSTRALIAN OPEN, NADAL: "FINALE CON FEDERER SPECIALE"”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Dicembre 2017

  • Dimitrov e Wozniacki "Maestri". Due veterani del tour ancora in parte inespressi, che a fine stagione hanno saputo cogliere il momento propizio. Nel 2018 sono comunque attesi alla prova del nove, magari un trionfo Slam...
  • Chi è Hyeon? Di cognome fa Chung, è coreano ed è più che coriaceo in campo. Qualità, quest'ultima, che gli è valsa la vittoria alla prima edizione delle "Next Gen" meneghine. Adesso lo aspettano i "grandi".
  • Giochi di squadra. Dopo oltre tre lustri, Francia e Stati Uniti riconquistano rispettivamente la Coppa Davis e la Fed Cup. Onore al merito dei due capitani ex giocatori, Yannick Noah e Kathy Rinaldi, che hanno saputo ricompattare e motivare le loro gloriose compagini.