AUSTRALIAN OPEN: SERENA DA SOGNO, BATTE VENUS, FA 23 E RITORNA IN VETTA

Serena batte Venus e vince a Melbourne Park lo Slam numero 23 della sua carriera. La statunitense, grazie alla prematura uscita dal torneo di Angelique Kerber, ritorna in vetta al ranking

TENNIS – Serena Williams vince a Melbourne il titolo dello Slam numero 23 della sua carriera e al primo tentativo utile supera in graduatoria Steffi Graf. La statunitense sconfigge in finale la sorella Venus e grazie alla prematura uscita di scena di Angelique Kerber conquista la vetta del ranking e apre la caccia a Margaret Court.

Le due sorelle, proprio come nel 1998, si ritrovano a Melbourne Park. La finale numero due in Australia, la prima dal 2003, è per la seconda volta di Serena. La più piccola delle due, a distanza di 14 anni, trionfa per la settima volta in Australia e scrive la storia. In una partita incerta solo a causa degli errori, Serena esce alla distanza e in poco più di 90 minuti alza le braccia al cielo.

E’ una prova di forza, una prova di nervi. Le due, in apertura di match, sentono la pressione. Sono quattro i break nei primi quattro game dell’incontro. Venus va avanti, sul 3-2, ma con il passare dei minuti si schianta contro il treno Serena. La nuova numero uno del mondo trova l’allungo decisivo nel settimo game, si scrolla di dosso la sorella, limita gli errori e chiude il parziale 6-4. Le cose, nel secondo, non cambiano. E’ ancora una volta Venus a vedere il baratro, ad annullare tre palle break consecutive nel terzo game, a rincorrere per tutto l’incontro. Ed è ancora una volta un break nel settimo game a decidere l’incontro. Serena amministra con autorità i suoi turni di battuta e con il minimo sforzo ottiene il massimo risultato: suggella il 6-4 6-4 finale e chiude senza perdere set la sua lunga cavalcata a Melbourne.


Nessun Commento per “AUSTRALIAN OPEN: SERENA DA SOGNO, BATTE VENUS, FA 23 E RITORNA IN VETTA”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2017

  • Il clone di Serena Anche il suo nome inizia con la "S", anche lei ha la pelle nera, anche lei è americana, anche lei ha vinto gli US Open. Sloane Stephens potrà veramente prendere il posto della Willliams sul Tour e nel cuore degli appassionati?
  • "Next Gen" Shapovalov Diciotto anni, israeliano di sangue russo, Denis ha vissuto un'estate da leone sul circuito collezionando due vittorie da incorniciare su del Potro e Nadal. Tutto lascia pensare che non si tratti di un fuoco di paglia.
  • La Rod Laver Cup svecchia la Davis Ci voleva la formula innovativa del nuovo torneo a squadre, nato sotto la sapiente guida del grande Federer, per convincere la Federazione Internazionale a rivoluzionare l'ormai obsoleta Coppa Davis.