CARO ROGER, UN TWEET PER SOGNARE

Federer come non lo avete mai visto. Anzi, letto. Rispondendo alle domande dei fan su Twitter

TENNIS – Oltre il tennis, oltre i record, oltre le statistiche. Oltre tutto questo c’è un sorriso, un computer e l’hashtag #AskRF al collasso. New York, prima di scendere in campo assieme a Grigor Dimitrov per il World Tennis Day, Roger Federer si è messo a rispondere ai suoi fan su Twitter. Il risultato è stato a tratti esilarante. Posata la racchetta, il marziano di Basilea si è riscoperto social. E ha accontentato tutte le richieste dei tifosi. Più o meno, of course.

“Scusate se sono lento nelle risposte. Ragazzi, mi avete fatto esplodere il computer con tutto questo amore via tweet!” Ha messo le mani avanti King Roger. Perché ok la disponibilità, ma il giocatore alla tastiera non è certo rapido come un hacker nel rispondere ai tanti messaggi arrivati; alle tante domande, talvolta anche strampalate e insolite. C’è anche un tipo impaziente che lo incalza: “Dovresti andare più veloce. Ti serve pratica!”

“Caro Roger, potrei vederti con i baffi?” “Vorrei farlo, ma proprio non riesco”. I baffi – anzi, baffoni – Roger li ha soltanto nello spot della sua marca di racchette.

“Che tipo di pizza vorresti essere?” Ah, già, le domande strampalate. E qualcosa ci dice che l’autore della domanda non si riferisse proprio a una pizza italiana. A dire il vero nemmeno Federer, buttando lì una roba strana “con formaggio svizzero”. Roger, che ne dici se patteggiassimo una semplice quattro formaggi?

Poi le metafore: “Ora che hai una flotta di sette barche a Dubai (chiaro il riferimento al trofeo in palio al torneo degli Emirati, ndr) pensi di diventare un pirata?” Risposta: “E’ il mio sogno da sempre!”

Poi le informazioni… diciamo… pratiche. Dan1el Russe11 (è scritto così) l’ha buttata lì: “Sarò a New York per tutto il giorno. Un set veloce veloce a ping pong?” Riluttante il numero 2 del mondo, che però ha chiosato con un “#SfidaAccettata”.

C’è anche chi, roso dalla curiosità, non ha resistito e allora ha chiesto: “Con tutto il rispetto, ma l’espressione di Severin Luthi è sempre la stessa?” Sul tecnico rossocrociato, Roger non ha scherzato, lanciando al contempo un messaggio d’affetto: “Severin è un grande. Lui vuole sempre il meglio per me. Le sue espressioni facciali sono oro”. Qualcuno si è spinto più in là negli affetti del tennista svizzero, chiedendo a Roger di portare i suoi saluti a Mirka (#cordialità?) oppure se in veste di papà abbia mai cambiato pannolini. “Vuoi dire quante centinaia di pannolini ho cambiato?”

A proposito di privacy, “Come preferisci iniziare la giornata?” Risposta: “#ShoweRF” Una bella doccia, ironizzando sull’hashtag delle sue iniziali. Ecco, bravo: una doccia per iniziare la giornata, un’altra dopo la pioggia di tweet. Un match al quinto set? Al confronto una bazzecola.

Foto: sito ufficiale Australian Open


Nessun Commento per “CARO ROGER, UN TWEET PER SOGNARE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • ROGER FEDERER PIÙ SOCIAL CHE MAI: LA PENSIONE PUÒ ASPETTARE Roger Federer sta tornando e lo conferma attraverso i suoi profili social con cui ha regalato ai suoi fan delle dirette live dei suoi allenamenti: la pensione è ancora molto lontana.
  • BLAKE: “DA GRANDE FARÒ IL COMMENTATORE” TENNIS- James Blake è uno dei personaggi più piacevoli del circuito: a 33 anni non vuole ancora appendere la racchetta al chiodo, ma pensa già ad un possibile futuro da commentatore tv. […]
  • WIMBLEDON E LA RIVOLUZIONE SOCIAL La pervasività dei media digitali non ha lasciato indifferente nemmeno l’organizzazione del torneo di Wimbledon. Così l’All England Club ha studiato un sistema di interazione social di […]
  • WOZNIACKI, QUANDO L’ALLENAMENTO È SOCIAL Caroline conferma il suo stretto legame con Twitter e pubblica le foto delle sue sedute a Dubai. La danese sperimenta l'allenamento 2.0 attraverso la condivisione della sua attività con i followers
  • LE “SOCIAL VACANZE” DEI TENNISTI Grazie ai social media si può tenere traccia di tutto e di tutti. Cosa fanno dunque i tennisti in questa fase dell’anno? Sono Facebook, Twitter, Instagram a rivelarci i momenti di […]
  • DIMITROV TENTA LA SVOLTA: ADDIO RASHEED Nella notte è arrivata la decisione via Twitter di Grigor Dimitrov. Il bulgaro si separa dall'allenatore australiano Roger Rasheed.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Dicembre 2016

  • Andy Murray entra nel 2017 da "number one". Nessun suddito britannico prima di lui era riuscito a salire in vetta alla classifica dell'Era Open, ma lo scozzese ha invece compiuto l'impresa vincendo le Atp Finals proprio davanti al pubblico londinese.
  • L'Argentina sul tetto del mondo. I sudamericani conquistano per la prima volta la Coppa Davis rompendo il "maleficio" che li aveva visti perdere per ben 4 volte in finale. A fare il tifo sugli spalti c'era anche Diego Armando Maradona!
  • Trump e il tennis. Da sempre grande appassionato dello sport della racchetta, il nuovo Presidente degli Stati Uniti non solo è uno spettatore fisso degli US Open, ma da svariati decenni impugna la racchetta con la stessa determinazione che ha mostrato in campagna elettorale.