DEL POTRO: “UN ONORE BATTERE IL PIU’ GRANDE DI SEMPRE”

Juan Martin Del Potro omaggia Roger Federer: le dichiarazioni dei finalisti

Tennis.Ha vinto Delpo, lo ha fatto per la quarta volta su sei finali contro Roger, evidentemente non un caso. Lo svizzero soffre l’argentino, quel che viene fuori è una finale epica e non è la prima volta con loro due protagonisti.

Le parole dell’elvetico dopo la sconfitta sono quelle di uno sconfitto onesto e che rende merito all’avversario: “E’ dura perdere un match in questo modo. Ho avuto più di una opportunità di far girare l’inerzia del match, ma le ho mancate tutte. Poi avrei potuto chiuderla, la finale. Vorrei rigiocarlo, il tie break del terzo set, perché francamete non ho capito cosa diavolo mi è successo. Sprecare tre match point così prima mi è costato tanto. Le proteste di Del Potro per il rumore del pubblico? Non mi hanno deconcentrato, quello non ha avuto effetti sul mio tennis. In quei momenti stavo solo cercando di trovare in me stesso le energie mentali e nervose per chiudere la partita”.

Roger si dice comunque soddisfatto del gioco proposto: “Per due ore e 40 minuti io e Delpo abbiamo giocato un buon tennis e l’atmosfera è stata fantastica. Ho giocato un buon tennis in generale per tutto il torneo, cerco comunque di rimanere positivo dopo questa settimana e questo fantastico inizio di stagione, anche se, è vero, ero così vicino a vincerla… Ma preferisco perdere così, mi dimostra che ho giocato bene, che ho fatto un sacco di cose buone. Ora guardo avanti: c’è Miami. Prima andrò a Chicago per presentare la Laver Cup, penserò a Miami quando sarò arrivato lì: spero di andare lontano, vorrei arrivare in finale di nuovo, per darmi la possibilità di difendere il mio titolo”.

Delpo è raggiante ed esprime tutta la sua soddisfazione per il primo Masters 1000 della carriera: “Non riesco a credere di aver vinto questo torneo, affrontando Roger e giocando a questo livello di tennis. E’ stato frustrante aver sprecato il match point al secondo set, ma poi ho giocato davvero bene e nel terzo set ho avuto la forza mentale di restare in partita nel momento più complicato. Sono così felice, dopo le operazioni ai polsi, di essere tornato a giocare facendolo a questi livelli. Francamente non ci posso credere“.

Un chiaro messaggio ed appuntamento prossimo: “Ho stupito me stesso, ora voglio stupire il mondo del tennis. Ho vissuto momenti durissimi, voglio non pensarci più. Sto cercando di vivere la mia vita al massimo, giocando al meglio delle mie possibilità ovunque. E adesso aspetto la prossima“.


Nessun Commento per “DEL POTRO: "UN ONORE BATTERE IL PIU' GRANDE DI SEMPRE"”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2018

  • "King Roger" forever. Ancora, ancora e ancora... a quasi 37 primavere Federer è di nuovo il "number one" del tennis mondiale, quattordici anni dopo la prima volta. Il giusto coronamento di venti stagioni sul Tour condite da venti titoli Slam.
  • Nostalgia Williams. Un inizio 2018 senza le "Black Sisters" protagoniste sul rettangolo di gioco è sembrato sbiadito. Serena ha prolungato il suo "congedo" di maternità, mentre Venus è partita male. Unica apparizione insieme nel doppio di Fed Cup, perso!
  • Evviva il Fognini nazionale. In Coppa Davis il tennista ligure dà sempre il meglio di sé. Decisivo il suo apporto per superare il Giappone al 1° turno, ma nei quarti previsti a Genova dovrà superarsi guidando l'Italia contro i francesi campioni in carica.