DELPO, THIEM E RAONIC OK, PER FOGNINI C’E’ ZVEREV

Internazionali Bnl d'Italia 2017, secondo turno. Del Potro supera Edmund in due set, Raonic regola Haas, Thiem batte Cuevas, Zverev senza problemi con Troicki.

TENNIS – Sarà Alexander Zverev a sfidare Fabio “Miracolo” Fognini agli ottavi di finale degli Internazionali Bnl d’Italia 2017. Dopo aver sconfitto 6-3, 6-4 Viktor Troicki e aver regalato spettacolo su un campo Pietrangeli entusiasta sarà lui a cercare di spezzare “la bella favola del Fogna” al Foro Italico. Guadagnano l’accesso agli ottavi di finale anche Juan Martin Del Potro, che supera 75, 64 il britannico Kyle Edmund e si proietta a una sfida tutta da gustare con Kei Nishikori; Dominic Thiem, che passa facile 7-6(4), 6-4 su Pablo Cuevas; e Milos Raonic, vittorioso 6-4, 6-3 su Tommy Haas.

Mai in discussione il match di Zverev contro Troicki. Un break al sesto gioco del primo set, un altro sul 3-3 del secondo set e turni di servizio dominati (appena due punti concessi sulla propria battuta nella seconda frazione). Giusto un brivido sul finale, quando il serbo ha annullato due match point su proprio servizio. Eppure la chiusura di Zverev è stata da campione.

Giornata leggermente meno tranquilla per Delpo, che ha dovuto far valere il proverbiale drittone nei momenti topici del match contro Edmund. Soprattutto nel secondo set, quando il servizio del colosso di Tandil si è rivelato meno scienza esatta del solito con la percentuale di prime scesa drasticamente. 

Spettacolo tra Thiem e Cuevas. Soprattutto nello scoppiettante primo set, dove il balletto di break Cuevas e controbreak Thiem tra terzo e quarto gioco e tra nono e decimo portano la frazione a un emozionante tie-break. Lì l’austriaco va subito 4-0, subisce il ritorno dell’avversario per il momentaneo 4-3 e si fa annullare un set point sul 6-3 per poi chiudere con autorevolezza. Decisivo nella seconda frazione il servizio ceduto da Cuevas sul 3-3; vantaggio che consentirà a Thiem di chiudere la contesa in un’ora e 14. 

Al prossimo turno, Thiem se la vedrà con lo statunitense Sam Querrey che ha regolato senza troppi patemi, in due set, il tedesco proveniente dalle qualificazioni Jan-Lennard Struff: 6-4, 6-3.

Raonic è stato bravo a sfruttare la seconda delle uniche due palle break avute nel primo set contro Haas. Più agevole il secondo set, in è riuscito a mantenere intatto fino alla conclusione il break strappato in apertura. Il suo avversario, tuttavia, ha venduto carissima la pelle. Ad aspettare Milos è ora Tomas Berdych.

A scontrarsi con Rafa Nadal agli ottavi sarà Jack Sock, vittorioso al tie-break del terzo su Jiri Vesely: 6-4, 3-6, 7-6(1) il punteggio in due ore e 35 minuti di battaglia sul campo 1. 

E’ andato a Roberto Bautista Agut il derby spagnolo con Pablo Carreno Busta terminato 6-7(6), 6-1, 6-4 per il numero 20  del mondo. Quest’ultimo è ora atteso da Novak Djokovic nella parte bassa del tabellone.

Abbiamo aperto con Zverev, chiudiamo con Zverev: “Fabio avrà dalla sua il supporto dal pubblico – ha detto uscito dal campo – La maniera in cui gioca, come si comporta, è esaltante e non solo per gli italiani. Ieri sera ho visto il primo set contro Murray e ha giocato davvero molto bene. Sarà dura domani”.


Nessun Commento per “DELPO, THIEM E RAONIC OK, PER FOGNINI C'E' ZVEREV”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Agosto 2017

  • Arrembaggio US Open L'ultimo Slam della stagione fa gola a molti, sopratutto a chi come Novak Djokovic o Andy Murray deve dimenticare un 2017 "zoppicante". Il prestigioso torneo americano fa però gola più di tutti a Roger Federer, il dio del tennis che vuole il ventesimo titolo Major.
  • Quando il gatto non c'è... i topi ballano. Mai detto fu più appropriato per Venus Williams, che sta sfruttando l'assenza per maternità della fortissima sorella Serena per ottenere ottimi risultati sul circuito e dimenticare guai fisici e gravi vicissitudini personali.
  • Sognate di lavorare per l'Atp? Leggete la nostra intervista a Nicola Arzani, Vice Presidente Media e Marketing dell'Associazione dei Tennisti Professionisti, e scoprite se questo "job" fa davvero per voi.