DOMENICA LA SERIE A1 MASCHILE DEL CAMPIONATO ITALIANO A SQUADRE

Al via la serie A1 maschile italiana a squadre che debutterà con il ritorno dei campioni in carica, il Tennis Club Forte dei Marmi, nel girone 3. Pronti alla rivalsa i secondi classificati dell'AMP Pavia memori della sconfitta subita nel 2015

Tennis – Domenica 16 ottobre, con inizio alle ore 10, prende il via il campionato di Serie A1 maschile a squadre di tennis. Sono quattro i gironi da 4 formazioni ciascuno che definiranno le squadre che si giocheranno il titolo nei playoff. I campioni in carica del Tennis Club Italia Forte dei Marmi, rinforzatisi ulteriormente con l’acquisto di Paolo Lorenzi che andrà ad aggiungersi per le fasi decisive ai vari Volandri, Trusendi, Struff e Marrai, sono stati inseriti dal sorteggio nel girone 3, iniziando la difesa del loro scudetto conquistato a Montecatini nel dicembre 2015 contro l’AMP Pavia a Versilia.

Le altre due principali pretendenti al titolo sembrano essere il Circolo Canottieri Aniene e il Park Genova. I romani, per sopperire all’assenza di Simone Bolelli, hanno puntato sui giovani Gianluigi Quinzi e Liam Caruana oltre ai “soliti” Cipolla, Panfil e ai fratelli Berrettini. Collocati nel gruppo 1, debutteranno in casa contro il neopromosso Tennis Club Triestino (in rosa anche il naturalizzato britannico Aljaz Bedene), mentre il TC Prato, che ha tesserato Gerald Melzer e Lorenzo Sonego, renderà visita allo Sporting Selva Alta (Vigevano).

Nel girone 2 i liguri che, da anni, mirano al tricolore: con Fognini, Andujar, Giannessi, Mager, ma anche Naso, Ansaldo e Ceppellini potrebbero arrivare a lottare per l’obiettivo scudetto, ma il primo esame sarà contro il Circolo Tennis Palermo, all’ombra della Lanterna.

Nel girone 4 lo storico esordio nel massimo campionato per il Circolo Tennis Massa Lombarda, la realtà più piccola come dimensione cittadina tra le 16 in gara, che ricevono in Romagna il Tennis Club Sinalunga, mentre il Tennis Club Crema (sulla carta la più attrezzata in questo gruppo per puntare ai play-off, avendo innestato Andrey Golubev accanto a Ungur, Donati e Sinicropi) attende in Lombardia i romani del Due Ponti.

Quella di domenica sarà la prima delle sei giornate che compongono la fase a gironi, la quale proseguirà fino a domenica 20 novembre. Dopo la fase di playoff e playout, le finali si giocheranno il 9 e 10 dicembre.

Le prime classificate di ogni girone partecipano ad un tabellone di play off a quattro squadre, con incontri di andata e ritorno al primo turno. Al primo turno dei play off giocheranno la gara di ritorno in casa le squadre meglio classificate nei gironi. Le squadre seconde classificate nei gironi mantengono il diritto alla partecipazione alla Serie A1 nel 2017. Le squadre terze e quarte classificate partecipano ad un tabellone di play out ad otto squadre, con formula di andata e ritorno. La formula degli incontri intersociali è di quattro singolari e due doppi.

CALENDARIO – Le giornate di gara sono le seguenti:
– Fase a gironi: 16, 23, 30 ottobre, 6, 13, 20 novembre
– Play out: 27 novembre e 4 dicembre
– Play off / Semifinali: 27 novembre e 4 dicembre
– Finale: 9-10 dicembre

 

Fonte Federtennis.it


Nessun Commento per “DOMENICA LA SERIE A1 MASCHILE DEL CAMPIONATO ITALIANO A SQUADRE”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Dicembre 2017

  • Dimitrov e Wozniacki "Maestri". Due veterani del tour ancora in parte inespressi, che a fine stagione hanno saputo cogliere il momento propizio. Nel 2018 sono comunque attesi alla prova del nove, magari un trionfo Slam...
  • Chi è Hyeon? Di cognome fa Chung, è coreano ed è più che coriaceo in campo. Qualità, quest'ultima, che gli è valsa la vittoria alla prima edizione delle "Next Gen" meneghine. Adesso lo aspettano i "grandi".
  • Giochi di squadra. Dopo oltre tre lustri, Francia e Stati Uniti riconquistano rispettivamente la Coppa Davis e la Fed Cup. Onore al merito dei due capitani ex giocatori, Yannick Noah e Kathy Rinaldi, che hanno saputo ricompattare e motivare le loro gloriose compagini.