DUE OVER E UN HANDICAP PER RIPARTIRE ALLA GRANDE

Sono tre le giocate per la notte: abbiamo selezionato due over a livello ATP e un handicap tra le donne.

Due giorni di fila in passivo, seppur di poco, sono troppi per noi e per questo abbiamo studiato al meglio gli incontri di stanotte per riprendere l’ottimo cammino avuto finora. Bilancio in attivo di +19,1 stake.

Verdasco ha deluso, Millman ha lottato ma ci ha fatto entrare solo l’handicap e non la vittoria, Haas ha vinto troppo nettamente contro Sijsling per il nostro over e anche Madison Keys ha coperto abbastanza tranquillamente il suo handicap.

ATP Auckland

Jesse Levine – Sam Querrey

Esito: Over 21.5 games @ 1.8

Jesse Levine è ad oggi il giocatore che ha vinto più incontri nel circuito ATP nella nuova stagione. 8 sono le sue affermazioni a fronte di una sola sconfitta; ad Auckland ha superato le qualificazioni in scioltezza; prima sua vittima del main draw è stato King-Turner, giocatore da futures/challengers che non poteva impensierirlo. Ieri ha battuto un giocatore che non molla mai niente, né nella vita né tantomeno sul campo, Brian Baker, sempre in due set, 7-5 6-4. Il servizio sta rendendo al massimo, soprattutto è notevole il modo in cui lo usa per conquistare il punto visto che gli aces non fioccano ma il rendimento è elevato. Dall’altra parte c’è il nostro favorito (preso in antepost) per la vittoria del torneo, Sam Querrey, che invece è una macchina da aces. Nel suo primo turno contro Olivier Rochus ne ha piazzati ben 18, ma c’è un dato ancora più impressionante: 34 punti vinti su 36 prime palle messe in campo, 0 palle break concesse ovviamente. Abbiamo quindi un giocatore che matematicamente ha quasi zero chances di perdere il servizio, contro un altro che è in ottima forma e la battuta la sfrutta bene. I break saranno rarissimi, se Jesse avrà ancora energie da spendere e starà attaccato all’americano la barriera dei 22 giochi si può rompere sicuramente.

ATP Sydney

Denis Istomin – Kevin Anderson

Esito: Over 23 games @ 1.8

Giocata quasi obbligata se si prende in considerazione il totale giochi di questo incontro. Due servitori bombardieri che, essendo tali, non eccellono negli spostamenti e nella reattività e avranno ancora più difficoltà a fare punti l’uno sul servizio dell’altro. C’è sinceramente poco altro da dire, oltre a ricordare che entrambi prima di affrontarsi hanno vinto con due buoni giocatori spagnoli (Verdasco e Feliciano Lopez) per 2 set a 0 concedendo poco e niente nei propri turni di battuta; l’incontro sembra equilibratissimo. A differenza degli altri over che finora avevamo pronosticato, questo ha una linea piena, senza il mezzo punto; quindi in caso si giochino esattamente 23 games la scommessa sarà void.

WTA Sydney

Dominika Cibulkova – Angelique Kerber

Esito: Handicap 1 (3.5 games) @ 1.85

Si son portati avanti in casa WTA e di giovedì si disputano già le semifinali del torneo di Sydney. A giocarsi un posto in finale ci sono Dominika Cibulkova e Angelique Kerber. La prima è solita alternare alti e bassi, ma qua a Sydney sembra in stato di grazia. Primo turno, pronti via 6-1 6-1 a Petra Kvitova, poi la lotta conclusasi 7-6 al terzo con la Makarova, che probabilmente le ha dato fastidio per via della sua impugnatura mancina; infine nella notte ha spazzato via una delle giocatrici più solide del circuito, ovvero la nostra Sara Errani. La Kerber non è al 100%, ma continua a vincere perchè, come già spiegato negli articoli precedenti, il suo gioco paga sempre e comunque, e anche tanto, a livello femminile. Proprio per il fatto che è mancina non prendiamo la vittoria secca della slovacca, che comunque può uscire, perchè il potente dritto della tedesca potrebbe scontrarsi più e più volte sul rovescio dell’avversaria. Il servizio, poi, non frutta così tanto a Dominika: troppi i doppi falli commessi. Il fatto che il servizio non porti punti però può essere paradossalmente positivo: ci fa capire quanto la Cibulkova stia giocando bene da fondo visti gli score così netti ottenuti con giocatrici di vertice. Da segnalare i precedenti: 2-0 a favore della slovacca. Se non scioglie clamorosamente un set, l’handicap ci pare una sicurezza.

Suggeriamo poi Bernard Tomic da aggiungere in una eventuale multipla. Per una singola paga troppo poco (@ 1.35 circa); noi non troviamo un altro favorito da abbinargli, ma ovviamente ci limitiamo al Tennis. Chi scommette combinandolo ad altri sport può certamente tenere in considerazione questa quota. L’australiano è il più in forma del momento e non dovrebbe avere grossi problemi con Nieminen. Ne approfittiamo anche per ricordare di averlo giocato in antepost, ed ora che siamo ai quarti i bookmakers lo quotano come il favorito per la vittoria finale.

SINGOLA

Levine – Querrey Over 21.5 games @ 1,8 [Stake 7];

SINGOLA

Istomin – Anderson Over 23 games @ 1.8 [Stake 5];

SINGOLA

Cibulkova – Kerber Handicap 1 (3.5 games) @ 1.85 [Stake 5];

Ricordiamo che scommettere è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Le percentuali di vincita variano a seconda dei singoli bookamers, che devono obbligatoriamente esporre i dati come previsto dal Decreto legge 13 settembre 2012, n. 158.


2 Commenti per “DUE OVER E UN HANDICAP PER RIPARTIRE ALLA GRANDE”


  1. nik ha detto:

    riesci a darmi un recapito o contattarmi 😉 thanks


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Marzo 2017

  • Roger guarda sepre più avanti. Dopo l’incredibile traguardo raggiunto a Melbourne, il favoloso Federer non si pone più limiti e guarda al suo 2017 con occhi nuovi. È tornato a pensare che Wimbledon sia un suo terreno di conquista e spera di riuscire a riprendere le chiavi di quel “giardino incantato”.
  • Rafa vuole il Real Madrid. Un giorno vorrebbe diventare il Presidente del famoso club calcistico madrileno, ha ammesso Nadal, che da sempre ha una grande passione per il pallone. Che stia già pensando al ritiro dal circuito della racchetta.
  • Gli azzurri di Davis sognano. Dalla vittoria di primo turno, fatta registrare in Argentina sulla squadra detentrice dell’insalatiera d’argento, riprende la corsa di una nazionale italiana motivata e generosa, capace di riaccendere l’entusiasmo dei suoi tifosi.