EVGENY DONSKOY, LA SORPRESA OLTRE FEDERER

È il russo Evgeny Donskoy per il momento la sorpresa di Dubai, grazie alla vittoria contro Roger Federer nel secondo turno del torneo.

Tennis. Dopo aver annullato tre match-point Evgeny Donskoy è diventato il nuovo eroe del Dubay Duty Free Tennis di Dubai: nel secondo turno contro Re Roger non si è fatto impressionare dal suo prestigioso avversario e si è guadagnato i riflettori del momento oltre che i quarti di finale.

“È stato molto difficile in un primo momento, avevo un sacco di tensione perché stavo giocando contro Federer. Giocare contro di lui è qualcosa di diverso.” Queste le parole di un incredulo Donskoy al termine della partita contro il pluricampione svizzero: giocare contro tennisti del calibro di Roger è sempre difficile, ma spesso può accadere il “miracolo”.
Forse però proprio di un caso non si è trattato: già ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro il 26enne russo era riuscito ad imporsi sul top15 David Ferrer, annullando anche allo spagnolo due match-point. In questa stagione a Rotterdam è riuscito a superare il primo turno eliminando il n.40 Atp Marcel Granollers; a Marsiglia invece ha superato allo stesso modo le qualificazioni prima di fermarsi al primo turno. È una stagione che promette effettivamente bene quella che sta disputando il n.116 della classifica: con la vittoria su Roger Federer oltre a scrivere la sua carriera il russo può aspirare a vincere il suo primo titolo Atp e a tornare tra le prime 100 posizioni, cercando di migliorare il suo attuale best ranking che lo vedeva a Luglio del 2013 n.65 del mondo.

Tra le curiosità da conoscere del nuovo eroe russo c’è l’inaspettata amicizia con Mikhail Youzhny; ma anche l’influenza nel suo gioco di Marat Safin che considera come idolo.
E dopo la vittoria contro Roger Federer, Donskoy mira a risalire la classifica per giungere tra i migliori: “Si ha sempre l’ambizione di diventare il n.1; in questo sport si vuole sempre vincere. Comprendo di essere oltre i 100 in classifica ma si ha sempre l’obiettivo di voler migliorare.”

Foto: Donskoy, Dubai 2017 (zimbio.com)


Nessun Commento per “EVGENY DONSKOY, LA SORPRESA OLTRE FEDERER”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • ATP AWARDS 2015: DJOKOVIC IL MIGLIORE, MA È FEDERER IL PIÙ AMATO Decisi i consueti premi Atp dell’anno: primo posto per Djokovic e Federer, ma tra i votati ci sono anche Fabio Fognini e Simone Bolelli arrivati secondi nella categoria doppio favorito dai fan.
  • ATP WORLD TOUR FINALS, RAONIC SFIDA NOLE NEL GRUPPO MCENROE Terza giornata delle finali ATP di Londra. Dopo la vittoria contro Thiem, Djokovic affronta l'ostacolo rappresentato dal canadese Raonic.
  • ROBIN, ROTTERDAM E’ SUA Soderling vince l’Atp 500 olandese grazie al ritiro di Youzhny per un problema all’anca. Per il n. 8 del mondo è il primo titolo del 2010, il 5° in carriera
  • MERVAILLEUX GASQUET, TRIONFO A DOHA Gasquet vince il torneo di Doha rimontando un set a Davydenko. Il russo spreca e subisce il rientro del francese, caparbio e sempre attaccato alla partita. Per lui ottavo titolo Atp
  • DUBAI. DEL POTRO, LACRIME AMARE. BENE DJOKOVIC TENNIS - L'argentino si arrende ancora al polso malandato che non gli consente di terminare il match d'esordio con Devvarman. Passano facile al secondo turno Djokovic e Berdych. Domani si […]
  • CICLONE MISHA Tra i match di secondo turno a Miami, spicca il netto successo di Youzhny, che lascia un solo gioco a Giraldo. Senza problemi Verdasco e Baghdatis. Soderling soffre un set

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Marzo 2017

  • Roger guarda sepre più avanti. Dopo l’incredibile traguardo raggiunto a Melbourne, il favoloso Federer non si pone più limiti e guarda al suo 2017 con occhi nuovi. È tornato a pensare che Wimbledon sia un suo terreno di conquista e spera di riuscire a riprendere le chiavi di quel “giardino incantato”.
  • Rafa vuole il Real Madrid. Un giorno vorrebbe diventare il Presidente del famoso club calcistico madrileno, ha ammesso Nadal, che da sempre ha una grande passione per il pallone. Che stia già pensando al ritiro dal circuito della racchetta.
  • Gli azzurri di Davis sognano. Dalla vittoria di primo turno, fatta registrare in Argentina sulla squadra detentrice dell’insalatiera d’argento, riprende la corsa di una nazionale italiana motivata e generosa, capace di riaccendere l’entusiasmo dei suoi tifosi.