FED CUP: IL RESTO DEL MONDO

Mentre l’Italia sfidava l’Ucraina per un posto in semifinale, altre squadre lottavano nel World Group II per aggiudicarsi un posto nei playoff per il tabellone 2013

L’Italia si è aggiudicata un posto nella semifinale di Fed Cup 2012. Ma intanto, in altre parti del mondo, altre squadre si battevano per un posto nei playoff di aprile per il tabellone 2013. Usa-Bielorussia, Giappone-Slovenia, Svizzera-Australia e Slovacchia-Francia. Ecco com’è andata.

Usa – Bielorussia: 5-0

Quella di Worcester (Massachusetts) sembrava dovesse essere una sfida con finale scontato, con la novella n.1 del mondo e fresca trionfatrice degli Australian Open Victoria Azarenka. Invece la giovane bielorussa non è riuscita a recuperare in tempo per la sfida a squadre, ed è stata costretta a lasciare il suo posto alle compagne.

Senza Vika le speranze bielorusse non erano molte. E infatti nel primo match Anastasia Yakimova è stata sconfitta per 6/0 6/4 dalla statunitense Christina McHale, mentre nell’incontro successivo Serena Williams ha battuto Olga Govortsova con lo score di 7/5 6/0. Nel secondo giorno proprio la piccola delle sorelle Williams ha rischiato un po’ contro la Yakimova, perdendo il primo set, ma si è poi aggiudicata l’incontro per 5/7 6/1 6/1.

Le americane hanno conquistato anche i match ormai inutili ai fini della vittoria: McHale ha battuto Darya Kustova per 6/0 6/1 e il duo composto dalla “ritrovata” Venus Williams e Liezel Huber ha sconfitto la coppia Kutsova-Yakimova per 6/1 6/2 nella prova di doppio.

Giappone – Slovenia: 5-0

Anche al Bourbon Beans Dome di Hyogo, in Giappone, non c’è stata storia tra le padrone di casa e le ospiti slovene. Nel primo incontro Kimiko Date-Krumm ha dovuto lottare fino al terzo set prima di portare a casa il match contro Polona Hercog con lo score di 2/6 6/4 6/2. Anche Ayumi Morita, nel secondo match, ha battuto la slovena Nastja Kolar nella terza frazione (2/6 6/4 6/3 il punteggio finale).

La seconda giornata si è aperta con la vittoria della Morita sulla Hercog (ancora al terzo set: 3/6 7/6(6) 6/1). A risultato ormai ottenuto, le giapponesi si sono poi imposte anche negli altri due match. Kurumi Nara ha battuto Petra Rampre con un doppio 6/4, mentre la coppia formata da Ayumi Morita e Rika Fujiwara ha sconfitto il duo Kolar-Rampre con lo score di 6/3 5/7 6/0 nel doppio.

Svizzera – Australia: 1-4

Più equilibrata rispetto alle precedenti è stata la sfida tra Svizzera e Australia giocata al Forum Fribourg di Friburgo. Le giocatrici “down under” sono le uniche ad essere riuscite a conquistare la sfida fuori casa. Nel primo match l’australiana Samantha Stosur si è imposta sulla giovane Timea Bacsinszky in due set con lo score di 6/2 7/5. Nel secondo, però, la svizzera Stefanie Voegele ha avuto la meglio su Jarmila Gajdosova dopo una lotta terminata al terzo set con il punteggio di 6/0 6/7(8) 8/6.

Sul punteggio di 1 pari è stata determinante la mano della Stosur, che ha battuto la Voegele con un netto 6/3 6/2. Nel quarto incontro la Gajdosova ha poi conquistato il punto decisivo su Amra Sadikovic con lo score di 6/3 3/6 8/6. Le australiane si sono imposte anche nella prova di doppio, seppur non utile ai fini del punteggio: Casey Dellacqua e Jelena Dokic hanno rifilato un 7/5 6/4 al duo Bencic-Sadikovic.

Slovacchia – Francia: 3-2

L’ultima sfida per un posto nei playoff di aprile era quella tra Francia e Slovacchia. Le padrone di casa (la sfida si giocava all’Aegon Arena di Bratislava) si sono imposte nel primo match per merito di Daniela Hantuchova, che ha battuto al terzo set Pauline Parmentier con lo score di 5/7 6/1 9/7. Pronta, però, è arrivata la reazione francese, con Virginie Razzano che ha sconfitto con un doppio 6/4 Dominika Cibulkova.

Nella seconda giornata la Cibulkova ha avuto la meglio sulla Parmentier con lo score di 6/4 6/3, permettendo a Daniela Hantuchova di chiudere la pratica con un 6/3 6/4  rifilato ad Alizé Cornet. Inutile la vittoria delle francesi nella prova di doppio: Virginie Razzano e Kristina Mladenovic hanno battuto il duo Rybarikova-Cepelova con un nettissimo 6/1 6/2.

Queste quattro squadre (vincenti nel primo turno del World Group II) sfideranno le perdenti del primo turno del World Group. Il sorteggio per i playoff sarà effettuato il 14 febbraio a Londra.


Nessun Commento per “FED CUP: IL RESTO DEL MONDO”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

  • DAVIS CUP, LE CONVOCAZIONI DEL WORLD GROUP Dopo le convocazioni di Argentina-Italia, ecco i protagonisti delle altre sette sfide del World Group. Serbia senza Djokovic, Svizzera senza Federer, Spagna senza Nadal e Ferrer.
  • L’ORA DELLA FED CUP TENNIS – Dopo la Coppa Davis riaccende i motori anche la più importante manifestazione a squadre femminile, che in questo 2013 festeggia la sua 50° edizione. Oltre a Italia - Usa, si […]
  • L’ITALIA ANDRÀ IN KAZAKISTAN Coppa Davis: la nazionale capitanata da Barazzutti è stata abbinata al Kazakhstan negli ottavi di finale del World Group della Coppa Davis 2015. Il sorteggio regala il fattore campo ai kazaki.
  • DAVIS: SPRINT NOLE, ANDY E FRANCIA Mentre l'Italia si fa stoppare dal Kazakistan, sono la Serbia di Djokovic e la Gran Bretagna di Murray a rubare la scena. Ottima prova di Monfils e Simon, che spingono i transalpini sul […]
  • FED CUP. ITALIA-USA CON TANTE ASSENZE, SPICCA GERMANIA-SLOVACCHIA Tennis. Tempo di Fed Cup. Germania, Slovacchia, Usa, Spagna, Repubblica Ceca, Australia e Russia alla caccia del titolo dell'Italia. Il cammino delle campionesse in carica (prive di Errani […]
  • VOLA LA REP. CECA, PARI RUSSIA-GIAPPONE E SERBIA-SLOVACCHIA Tennis, Fed Cup: nel primo turno del World Group in vantaggio le campionesse della Rep. Ceca per 2-0 sull’Australia. Uno punto ciascuno invece per Russia e Giappone.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Agosto 2017

  • Arrembaggio US Open L'ultimo Slam della stagione fa gola a molti, sopratutto a chi come Novak Djokovic o Andy Murray deve dimenticare un 2017 "zoppicante". Il prestigioso torneo americano fa però gola più di tutti a Roger Federer, il dio del tennis che vuole il ventesimo titolo Major.
  • Quando il gatto non c'è... i topi ballano. Mai detto fu più appropriato per Venus Williams, che sta sfruttando l'assenza per maternità della fortissima sorella Serena per ottenere ottimi risultati sul circuito e dimenticare guai fisici e gravi vicissitudini personali.
  • Sognate di lavorare per l'Atp? Leggete la nostra intervista a Nicola Arzani, Vice Presidente Media e Marketing dell'Associazione dei Tennisti Professionisti, e scoprite se questo "job" fa davvero per voi.