FED CUP: ITALIA-SLOVACCHIA, TUTTO PRONTO A FORLI’

Forlì si prepara ad accogliere le azzurre per la sfida di Fed Cup. Tanti spunti prima del confronto

TENNIS – Dopo il ritrovato entusiasmo per il successo in Coppa Davis, l’auspicio dell’Italia è quello di bissare la gioia anche in Fed Cup. Stavolta l’impegno è tra le mura amiche, ma di fronte c’è una temibile Slovacchia da superare. Domani (10 febbraio) è in programma il sorteggio della sfida, attraverso il quale si conosceranno gli accoppiamenti per il confronto di questo weekend. Forlì ospiterà la Nazionale tra sabato e domenica.

Il faccia a faccia in terra romagnola assume connotati particolarmente delicati per le azzurre, che nel 2016 sono uscite dal World Group I dopo 18 anni di ininterrotta permanenza. Battere le slovacche permetterà poi di disputare lo spareggio di aprile, grazie al quale ci sarà la possibilità di rientrare nei top team della competizione. Uno step alla volta: non c’è nulla di scontato, come hanno dimostrato anche i colleghi della racchetta maschile nello scorso fine settimana.

Per l’occasione, Tathiana Garbin ha convocato quattro giocatrici, di cui due esordienti. A due veterane del calibro di Sara Errani e Francesca Schiavone, infatti, verranno affiancate la ventunenne Jasmine Paolini e la ventitreenne Martina Trevisan, che nel 2017 puntano ad entrare nei primi 200 posti del ranking femminile. Aggregata al gruppo anche Camilla Rosatello, classe 1995 e pronta a subentrare in caso di necessità. Pur priva delle diverse tenniste di consueto livello, tra cui l’ormai solita Camila Giorgi per i motivi ben noti, l’Italia può dire la sua anche grazie al fattore campo.

Ma in particolare, sono le convocazioni del capitano slovacco Liptak a rendere ottimista la Nazionale azzurra. Non sarà presente a Forlì la giocatrice più forte, Dominika Cibulkova, che fa il paio con l’assenza di Roberta Vinci. Per sopperire all’assenza della top ten, gli ospiti se la giocheranno senza nessuna protagonista della top 100. Convocate Cepelova, Sramkova, Hantuchova e Schmiedlova.

Ho scelto di affidarmi anche a due volti nuovi – spiega la Garbinaffinché possano impararecerte dinamiche dalle colleghe più esperte in questa competizione. Un giusto mix tra il gruppo storico e le giovani promesse permetterà di trasmettere il know-how della Fed Cup e delle competizioni a squadre più in generale, entrando in un meccanismo che potrà vederle assolute protagoniste nel corso delle prossime edizioni. Giochiamo in casa, mi auguro che il fattore campo dia loro un ulteriore incoraggiamento per affrontare la Slovacchia“. Nessun riferimento, dunque, alle assenze e soprattutto alle esclusioni per motivi disciplinari. La concentrazione del team azzurro è tutto sulla sfida del weekend, senza alcun tipo di fattore esterno in grado di scalfire lo spirito di gruppo.

Domani, invece, la Sala Randi di Forlì ospiterà la cerimonia del sorteggio. In attesa di scendere in campo, Italia e Slovacchia si preparano a conoscere i reciproci avversari da affrontare tra sabato e domenica. SuperTennis curerà la diretta televisiva del confronto: sabato a partire dalle 15:00, domenica a partire dalle 12:00.


Nessun Commento per “FED CUP: ITALIA-SLOVACCHIA, TUTTO PRONTO A FORLI'”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Marzo 2017

  • Roger guarda sepre più avanti. Dopo l’incredibile traguardo raggiunto a Melbourne, il favoloso Federer non si pone più limiti e guarda al suo 2017 con occhi nuovi. È tornato a pensare che Wimbledon sia un suo terreno di conquista e spera di riuscire a riprendere le chiavi di quel “giardino incantato”.
  • Rafa vuole il Real Madrid. Un giorno vorrebbe diventare il Presidente del famoso club calcistico madrileno, ha ammesso Nadal, che da sempre ha una grande passione per il pallone. Che stia già pensando al ritiro dal circuito della racchetta.
  • Gli azzurri di Davis sognano. Dalla vittoria di primo turno, fatta registrare in Argentina sulla squadra detentrice dell’insalatiera d’argento, riprende la corsa di una nazionale italiana motivata e generosa, capace di riaccendere l’entusiasmo dei suoi tifosi.