FOGNINI AI QUARTI A AUCKLAND, SEPPI KO A SYDNEY

Il ligure ha liquidato De Bakker con un doppio 6-1, l'altoatesino ha ceduto in tre set a Nicolas Mahut

TENNIS – Una vittoria e una sconfitta. E’ questo il bilancio del tennis azzurro nei tornei Atp 250 di Auckland e Sydney. In Nuova Zelanda Fabio Fognini ha staccato il pass per i quarti di finale superando nettamente De Bakker con un doppio 6-1, in Australia invece Andreas Seppi ha ceduto in tre set a Nicolas Mahut (6-3 1-6 6-3 il punteggio finale), uscendo di scena al secondo turno.

FOGNINI

Non ha avuto alcun problema Fabio Fognini a sbarazzarsi di Thiemo De Bakker (attuale numero 100 del mondo), liquidato in appena 48 minuti di gioco con un doppio 6-1 senza storia. L’azzurro ha dominato l’incontro dall’inizio alla fine, facendo valere la sua maggiore qualità di gioco fin dalle prime battute del set d’apertura. Solo sul 5-0 l’olandese è riuscito a tenere un turno di battuta per il momentaneo 1-5, ma dopo appena 27 minuti Fognini ha archiviato la pratica sul 6-1.

La musica poi non è cambiata neanche nel secondo parziale, visto che il ligure, dopo il momentaneo 1-0 del suo avversario, ha infilato sei game consecutivi disponendo a piacimento dell’olandese, mai capace di impensierire l’azzurro. In appena 21 minuti quindi, Fognini ha chiuso definitivamente i conti sul 6-1, e adesso per un posto nella semifinale del torneo Atp 250 di Auckland se la vedrà con Tsonga.

ALTRI RISULTATI AUCKLAND

Passando alle altre partite di giornata del torneo neozelandese, come detto Fabio Fognini se la vedrà con Jo-Wilfried Tsonga (testa di serie numero 2), che ha battuto nettamente Kohlschreiber 6-3 6-4, al termine di un match in cui ha concesso appena due palle break al tedesco. Avanzano poi anche Kevin Anderson (7-6 7-6 a Robin Haase), David Ferrer (6-2 6-4 al giocatore di casa Matthew Barton), Jack Sock (6-2 6-4 a Vasek Pospisil), John Isner (7-6 6-7 6-4 nella “battaglia” a stelle e strisce con Sam Querrey), Roberto Bautista Agut (6-4 7-6 a Donald Young) e Lukas Rosol (6-4 7-6 a Benoit Paire).

SEPPI

Spostandoci invece in Australia, al torneo Atp 250 di Sydney, è andata male ad Andreas Seppi, battuto in tre set da Nicolas Mahut al termine di un match in cui l’azzurro è stato poco continuo al servizio ed efficace solo a tratti da fondo campo. Seppi infatti ha ceduto i primi tre turni di battuta, finendo subito sotto 5-1 nel set d’apertura, e anche se l’azzurro è riuscito a recuperare fino al 5-3, Mahut ha gestito bene l’ultimo turno di servizio e ha portato a casa il parziale sul 6-3.

Nel secondo però Seppi ha reagito, ha trovato il giusto ritmo da fondo campo ed è riuscito a mandare fuori giri il suo avversario guadagnando campo grazie alla ritrovata precisione dei suoi colpi, fino a conquistare il parziale 6-1 in appena 27 minuti. Ma chi pensava che l’ottimo tennis messo in campo nel secondo set avesse spostato l’ago della bilancia in favore dell’altoatesino è rimasto deluso, perché anche se il livello di gioco è rimasto comunque alto, un passaggio a vuoto di Seppi nel quarto game si è rivelato decisivo, visto che il francese, contando sul proprio servizio, ha certificato vittoria e passaggio del turno sul definitivo 6-3, lasciando solo l’amaro in bocca al tennista azzurro.

ALTRI RISULTATI SYDNEY

Passando poi agli altri match di giornata del torneo australiano, avanzano Grigor Dimitrov (7-6 6-4 a Pablo Cuevas), Bernard Tomic (doppio 6-2 al connazionale Jordan Thompson), Teymuraz Gabashvili (6-3 6-3 a Federico Delbonis), Viktor Troicki (6-1 6-4 a Tommy Robredo), Jeremy Chardy (7-6 6-4 a James Duckworth) e Alexander Dolgopolov (7-6 6-2 a Alexander Sarkissian, che al primo turno aveva eliminato Simone Bolelli).

Nella foto Fabio Fognini (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “FOGNINI AI QUARTI A AUCKLAND, SEPPI KO A SYDNEY”


*/?>
*/?>

Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Aprile 2017

  • Fognini dottor Jekill e Mr. Hyde. Il n.1 azzurro è capace, indistintamente, di affascinare e di deludere. La domanda nasce spontanea: deve ancora sbocciare oppure ha già dato il meglio di sé?.
  • Sharapova amata e odiata. Alla vigilia del suo rientro sul Tour, Maria è sempre più amata dagli appassionati e odiata dai colleghi, che trovano ingiuste le wild card assegnatele dai tornei. Internazionali d'Italia inclusi.
  • Andre Agassi docet. Andre Agassi docet. "Lasciare il tennis è un po' morire" ha dichiarato in una recente intervista l'ex "Kid" di Las Vegas, che ha poi spiegato il perché: "I tennisti vivono un terzo della loro esistenza senza programmare gli altri due terzi".
 

Abbonati ora