FRANCESCA PARTE BENE

Esordio positivo per la Schiavone, che a Miami passa con un doppio 6-4 sulla tedesca Kerber. Clijsters a valanga, mentre la Safina impensierisce la Zvonareva.

Miami (Florida) – Francesca Schiavone salva l’onore azzurro in quel di Miami, riuscendo a portare la prima vittoria in questo torneo. Dopo i debutti negativi di Pennetta, Errani e Vinci, la n.4 del mondo vince all’esordio come da pronostico contro la tedesca Angelique Kerber per 6-4 6-4. Il successo sulla n. 60 del mondo, permette all’azzurra di agguantare il terzo turno e rimane l’unica nostra rappresentante sul cemento della Florida. Primo match anche per la n.2 Kim Clijsters, che sembra aver superato al meglio il problema alla spalla, spazzando via in meno di un’ora la bielorussa Yakimova, n. 94 del mondo. Una Safina tornata a buon livello, trascina invece al 3° set la connazionale Zvonareva, che s’impone in rimonta per 3-6 6-3 6-2.

Francesca c’è. Nella seconda sfida diretta, Francesca Schiavone passa in maniera tutto sommato agevole contro la tedesca Kerber, allungando sin dalle prime fasi. L’azzurra impone subito il suo maggior tasso tecnico, strappano il servizio al 3° e al 5° gioco, proiettandosi sul 5-1. Un leggero calo di tensione della milanese, permette alla tedesca di trovare lo spunto per recuperare uno dei due break di svantaggio, trovando 3 game in successione che portano la Kerber fino al 4-5. Al secondo tentativo la Schiavone però concretizza, aggiudicandosi il primo parziale per 6-4 dopo 45 minuti. L’inerzia del match sembra proseguire a favore dell’azzurra anche nel secondo set, che vede la Schiavone nuovamente avanti in avvio di parziale, piazzando un doppio break per il 3-0 pesante. La Kerber prova a rientrare nel match, ottenendo subito l’immediato controbreak che mantiene in scia la tedesca sul 1-3 e servizio. L’azzurra non è al massimo della sua forma, ma bilancia il tutto con la grande esperienza e personalità. La n.4 del mondo regge bene al servizio, trovando più assistenza rispetto al primo set e garantendosi così l’opportunità di andare a servire per il match sul 5-4. Sul più bello però la Schiavone rischia di compromettere tutto, regalando con un doppio fallo e un paio di errori, 3 palle del 5-5 alla tedesca. Francesca è brava a non cedere, e con una zampata da vera leonessa, ribalta il game a suo favore, chiudendo il conforto al primo match point. Per lei adesso un 3° turno abbastanza abbordabile contro la spagnola n.49 Dominguez-Lino, che fa fuori la bulgara Pironkova con il punteggio di 5-7 6-3 6-4.

Kim passeggia. C’era attesa per l’esordio di Kim Clijsters, al rientro dopo l’infortunio alla spalla che l’ha costretta al ritiro 10 giorni fa a Indian Wells. La Yakimova, nel confronto inedito di oggi, non rappresenta certo un banco di prova elevato, ma il doppio 6-1 rifilato alla bielorussa in 49 minuti, autorizza un certo ottimismo per la belga, in proiezione di un torneo magari da protagonista. Troppo il divario tecnico tra le due, con la Yakimova già soddisfatta di aver superato le forche caudine delle qualificazioni. Per Kim invece un buon allenamento, che la proietta adesso ad un terzo turno molto più probante contro la spagnola Martinez-Sanchez, n.33 del mondo, che al secondo turno supera la qualificata georgiana Tatishvili per 6-1 6-4.

Vera Fatica. Debutto tutt’altro che agevole per la n.3 del mondo Vera Zvonareva, che incorcia sulla sua strada la rediviva Safina. La nuova cura Sanguinetti fa bene all’ex n.1 del mondo, che dopo il buon torneo di Indian Wells, disputa un’ottima prova contro la sua connazionale. Dinara, scesa attualmente al n.91, brilla nel primo parziale, mostrando a tratti lampi di ottimo tennis. Il break al 6° gioco premia di fatto la Safina, che respinge gli assalti avversari e chiude sul 6-3. La Zvonareva , anche se un po’ in ritardo, capisce che di fronte non c’è più quella Safina svogliata e inconcludente di qualche mese fa, ripartendo nel secondo set con un piglio diverso. Vera scappa sul 3-1 e servizio, ma Dinara recupera fino al 3-3, per poi spegnersi di colpo e lasciare 3 game consecutivi alla sua connazionale, che impatta il match su 6-3. Nel terzo set riaffiorano i difetti della Safina, lasciando molto più campo e margine alla Zvonareva, che scappa in avvio e chiude a suo favore per 6-2 l’11° confronto diretto tra le due.

Le altre. Il resto della giornata WTA registra poche sorprese, in cui i pronostici vengono quasi del tutto rispettati. Vittorie facili per Radwanska,(n.9), 6-0 6-1 alla Zahlavova-Strykov, Kvitova,(n.12), 6-1 6-2 alla Lepchenko e Makarova,(24), 7-5 6-3 alla Kleybanova. Cade infine l’estone Kaia Kanepi, (n.14), che si arrende in 2 set alla francese Razzano per 6-3 7-6.

Bartoli e Kirilienko ok. Nel suo primo match dopo la finale di Indian Wells, Marion Bartoli ha battutto Ayumi Morità in tre set, con il punteggio di 6-3, 2-6, 6-1. La Bartoli ha perso 7 game su 8 tra prima e seconda frazione, ovvero dall 6-3 all’1-0, trovandosi poi anche in svantaggio in avvio del terzo. Tuttavia la francese è riuscita a tornare in corsa mettendo poi a segno ben sei giochi consecutivi.

Ritorno vincente anche per Maria Kirilienko. Anche la russa ha dovuto però lottare su tre set per avere la meglio sull’indiana Sania Mirza: score finale 5-7, 6-3, 6-0.


Nessun Commento per “FRANCESCA PARTE BENE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • VICTORIA ESULTA, KIM ABDICA A Miami Victoria Azarenka liquida la detentrice del titolo Kim Clijsters con un doppio 6-3 e vola in semifinale.
  • FANTASMA SCHIAVONE Sfumano i quarti a Miami per Franscesca, che in un match a senso unico viene travolta dalla Radwanska per 6-0 6-2. Vince bene la Jankovic, mentre deve ricorre al 3° set la Zvonareva per […]
  • FRANCESCA, CHE FATICA! A Miami la Schiavone deve sudare per eliminare la coriacea Dominguez-Lino. Avanti Clijsters in tre set, Radwanska, Bartoli, Ivanovic e Pennetta-Dulko in doppio.
  • BIS AZZURRO Giornata positiva per i colori azzurri ad Indian Wells. Esordio agevole per la Schiavone, che ritrova il successo liquidando 6-2 6-0 la ceca Ondraskova. Vola al 3° turno anche Sara Errani, […]
  • IL 4 DI FRANCESCA La classifica femminile al termine degli Australian Open risente delle più importanti vittorie e sconfitte. Francesca Schiavone ottiene la posizione n.4 del mondo, mentre Kim Clijsters […]
  • KIM VINCE MA SCENDE Non basta la vittoria agli Us Open a Kim Clijsters per scalare la classifica mondiale: la belga è costretta addirittura a scendere dal n.3 al n.5. Torna invece sul podio Venus Williams. […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Marzo 2017

  • Roger guarda sepre più avanti. Dopo l’incredibile traguardo raggiunto a Melbourne, il favoloso Federer non si pone più limiti e guarda al suo 2017 con occhi nuovi. È tornato a pensare che Wimbledon sia un suo terreno di conquista e spera di riuscire a riprendere le chiavi di quel “giardino incantato”.
  • Rafa vuole il Real Madrid. Un giorno vorrebbe diventare il Presidente del famoso club calcistico madrileno, ha ammesso Nadal, che da sempre ha una grande passione per il pallone. Che stia già pensando al ritiro dal circuito della racchetta.
  • Gli azzurri di Davis sognano. Dalla vittoria di primo turno, fatta registrare in Argentina sulla squadra detentrice dell’insalatiera d’argento, riprende la corsa di una nazionale italiana motivata e generosa, capace di riaccendere l’entusiasmo dei suoi tifosi.