IBI17, DEL POTRO: “CONTRO NISHIKORI DOVRÓ GIOCARE MEGLIO”

Del Potro è felice, perché sta ricominciando a giocare ma sa bene che, per sconfiggere il suo prossimo avversario, Kei Nishikori, dovrà giocare molto meglio di così....

Tennis – È passato quasi un anno dal grande ritorno di Juan Martin Del Potro nel tennis che conta: “Mi sento bene e sto sicuramente giocando bene. L’anno scorso di questi tempi cercavo di vincere un paio di match e ora sto sconfiggendo dei bravi giocatori, penso che il mio gioco sta migliorando di settimana in settimana. È una grande sfida quella di giocare tre tornei in terra rossa continuativamente dopo molti anni, quindi ho delle cose positive a cui pensare” ha dichiarato timidamente Del Potro in conferenza stampa.

Prossimo avversario dell’argentino sarà Kei Nishikori: “Sarà un match molto duro. Nishikori ha molto da dare e sta giocando bene. Io sto ricominciando a giocare dopo le mie vicende familiari..ma non abbiamo mai giocato contro su questa superficie, quindi sarà un match piuttosto interessante. Contro Kei, dovrò assolutamente giocare meglio di così” ha confessato.

Del Potro non è nato sulla terra rossa, ma sui campi indoor e, a quanto pare, predilige l’erba: “A me piace giocare sui campi in erba, sono la mia superficie e ho ottenuto degli ottimi risultati. Ovviamente mi piace anche la terra rossa ma devo ma ci vuole un po’ di tempo per adattarmi e giocare il mio gioco. Sulla terra ho ottenuto degli ottimi risultati nel passato: le semifinali al French Open un anno, le semifinali a Madrid e i quarti qui a Roma, inoltre ho vinto un paio di tornei su questa superficie..ma, se dovessi scegliere, preferisco l’erba” ha concluso uno stanco Del Potro.


Nessun Commento per “IBI17, DEL POTRO: "CONTRO NISHIKORI DOVRÓ GIOCARE MEGLIO"”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Maggio 2018

  • Nadal senza limiti. Continua a primeggiare il n.1 del mondo, in barba agli infortuni, al nuovo che avanza e anche ai suoi quasi 32 anni. Un fenomeno che si nutre di "mattone tritato".
  • Gli Internazionali di un tennista romano. Nascere ad un passo dal centrale del Foro Italico, scrutarlo, sognarlo e riusicire a calcarlo da beniamino del pubblico. "Core de Roma" Pistolesi racconta il suo sogno diventato realtà.
  • In America qualcosa si muove. I tornei d'oltreoceano giocati a Indian Wells e Miami hanno mostrato un panorama tennistico in movimento, in cui le certezze dei campionissimi traballanno e cominciano a intravedersi sprazzi di futuro.