IBI17, DEL POTRO: “NON VEDO L’ORA DI GIOCARE CONTRO NOVAK”

Del Potro continua a vincere e a stupire e, proprio per la sua sete di gioco, non vede l'ora di scendere in campo domani, dalle ore 21.00 sul campo centrale, contro Djokovic...
giovedì, 18 maggio 2017

Tennis – È arrivato stanco in conferenza stampa Del Potro, ma felice: “Sono felice di aver battuto Kei. Ho giocato molto bene e il mio gioco sta migliorando su questa superficie, il che è molto importante per la mia sicurezza. Penso di non essere troppo lontano dal mio massimo livello, quindi sono contento per questo. Non vedo l’ora di giocare contro Novak” ha dichiarato Juan Martin Del Potro in conferenza stampa.

Il ritorno di Del Potro ai massimi livelli è un qualcosa di eccezionale, da Rio in poi è stata una scalata verso il successo: “Le mie emozioni sono fortissime quando scendo in campo, il pubblico tifa per me ed è una sensazione bellissima. Ho un forte supporto da tutto il mondo e per me è davvero una cosa speciale. Ho fatto davvero tanti sforzi per ritornare nel mondo del tennis e alla gente ha fatto tanto piacere questo mio ritorno..inoltre, mi merito un po’ di vittorie dopo i vari problemi al polso che ho avuto” ha affermato con un sorriso sornione.

 

Be Sociable, Share!

Nessun Commento per “IBI17, DEL POTRO: "NON VEDO L'ORA DI GIOCARE CONTRO NOVAK"”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Maggio 2018

  • Nadal senza limiti. Continua a primeggiare il n.1 del mondo, in barba agli infortuni, al nuovo che avanza e anche ai suoi quasi 32 anni. Un fenomeno che si nutre di "mattone tritato".
  • Gli Internazionali di un tennista romano. Nascere ad un passo dal centrale del Foro Italico, scrutarlo, sognarlo e riusicire a calcarlo da beniamino del pubblico. "Core de Roma" Pistolesi racconta il suo sogno diventato realtà.
  • In America qualcosa si muove. I tornei d'oltreoceano giocati a Indian Wells e Miami hanno mostrato un panorama tennistico in movimento, in cui le certezze dei campionissimi traballanno e cominciano a intravedersi sprazzi di futuro.