ERRANI RIPARTE DA PALERMO

Sara torna sulla terra ed è la favorita in Sicilia. A Stanford inizia il circuito estivo americano

Dopo Wimbledon, il circuito WTA prende due strade diametralmente opposte. A Palermo si giocano gli Open della Sicilia sulla terra rossa mentre sui campi della Stanford University va in scena il tradizionale torneo di apertura della stagione americana sul cemento.

PALERMO

Ieri – È la detentrice del titolo Anabel Medina Garrigues la record-woman del torneo con quattro trofei alzati nell’arco di un decennio. Dietro alla spagnola, doppiette consecutive per Mary Pierce e Irina Spirlea.

Oggi – Dopo il prevedibile forfait di Agnieszka Radwanska, sono Sara Errani e Roberta Vinci le prime due teste di serie del torneo. Seguono Julia Goerges, Anabel Medina Garrigues, Carla Suarez Navarro, Polona Hercog, Alize Cornet e Barbora Strycova. Nel main draw, per l’Italia, anche Karin Knapp (che affronterà subito la Vinci) e le wild-card Camerin, Grymalska e Burnett.

Domani – La favorita Errani debutta contro la rumena Gallovits-Hall e nei quarti dovrebbe avere Cornet o Bertens. L’augurio è una finale tutta italiana con la Vinci, ma sia Goerges che Medina Garrigues sono in grado di imporsi.

STANFORD

Ieri – Pur avendo giocato sette finali (record assoluto), Venus Williams ne ha vinte solo due. Meglio di lei hanno fatto Kim Clijsters (4) e Lindsay Davenport (3). Un albo d’oro di qualità assoluta, in cui solo tre volte non compare una numero uno del mondo: 2007 Chakvetadze, 2008 Wozniak e 2009 Bartoli.

Oggi – Salvo (possibili) forfait dell’ultima ora, dovrebbe essere la neo-campionessa di Wimbledon Serena Williams la prima testa di serie del torneo di cui difende il titolo. Dietro la statunitense, nell’ordine troviamo Marion Bartoli, Dominika Cibulkova, Jelena Jankovic, Yanina Wickmayer, Chanelle Scheepers, Petra Martic e Marina Erakovic. Nessuna italiana in tabellone.

Domani – Naturalmente, tutto o quasi dipende da Serena. Se la Williams non arriverà troppo affaticata dal viaggio e avrà i giusti stimoli, molto probabilmente si confermerà campionessa. Curiosità per la presenza della portoghese Larcher de Brito e per la sfida di primo turno tra Stephens e Watson. La francese Bartoli e la Jankovic in lotta per la piazza d’onore.

WTA PALERMO – ALBO D’ORO

1990  I.Cueto–B.Paulus 62 62

1991  M.Pierce–A.Cecchini 60 63

1992  M.Pierce–B.Schultz 61 67 61

1993  R.Bobkova–M.Pierce 63 62

1994  I.Spirlea–B.Schultz 64 16 76

1995  I.Spirlea–S.Hack 76 62

1996  B.Schett–S.Hack 63 63

1997  S.Testud–E.Makarova 75 63

1998  P.Schnyder–B.Schett 61 57 62

1999  A.Myskina–A.Montolio 36 76 62

2000  H.Nagyova–P.Nola 63 75

2001  A.Medina Garrigues–C.Torrens Valero 64 64

2002  M.Diaz Oliva–V.Zvonareva 67 61 63

2003  D.Safina–K.Srebotnik 63 64

2004  A.Medina Garrigues–F.Pennetta 64 64

2005  A.Medina Garrigues–K.Koukalova 64 60

2006  A.Medina Garrigues–T.Garbin 64 64

2007  A.Szavay–M.Muller 60 61

2008  S.Errani-M.Koryttseva  62 63     

2009  F.Pennetta-S.Errani  61 62

2010  K.Kanepi-F.Pennetta  64 63

2011  A.Medina Garrigues-P.Hercog  63 62

WTA STANFORD – ALBO D’ORO

1997  M.Hingis–C.Martinez 60 62

1998  L.Davenport–V.Williams 64 57 64

1999  L.Davenport–V.Williams 76 62

2000  V.Williams–L.Davenport 61 64

2001  K.Clijsters–L.Davenport 64 67 61

2002  V.Williams–K.Clijsters 63 63

2003  K.Clijsters–J.Capriati 46 64 62

2004  L.Davenport–V.Williams 76 57 76

2005  K.Clijsters–V.Williams 75 62

2006  K.Clijsters–P.Schnyder 64 62

2007  A.Chakvetadze–S.Mirza 63 62

2008  A.Wozniak-M.Bartoli  75 63

2009  M.Bartoli-V.Williams  62 57 64

2010  V.Azarenka-M.Sharapova  64 61

2011  S.Williams-M.Bartoli  75 61


Nessun Commento per “ERRANI RIPARTE DA PALERMO”


*/?>
*/?>

Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Aprile 2017

  • Fognini dottor Jekill e Mr. Hyde. Il n.1 azzurro è capace, indistintamente, di affascinare e di deludere. La domanda nasce spontanea: deve ancora sbocciare oppure ha già dato il meglio di sé?.
  • Sharapova amata e odiata. Alla vigilia del suo rientro sul Tour, Maria è sempre più amata dagli appassionati e odiata dai colleghi, che trovano ingiuste le wild card assegnatele dai tornei. Internazionali d'Italia inclusi.
  • Andre Agassi docet. Andre Agassi docet. "Lasciare il tennis è un po' morire" ha dichiarato in una recente intervista l'ex "Kid" di Las Vegas, che ha poi spiegato il perché: "I tennisti vivono un terzo della loro esistenza senza programmare gli altri due terzi".
 

Abbonati ora