IL CIBO E’ SALUTE

Il Circolo del Ministero degli Affari Esteri ha ospitato una prestigiosa conferenza del professor Sergio Leotta sulla stretta connessione tra una sana alimentazione e la buona salute. L’evento rientra nell'ambito di un accordo tra il Circolo e l’Accademia Italiana della Cucina, finalizzato alla promozione della cultura gastronomica del nostro Paese

Roma   –   Il  Circolo  del  Ministero  degli  Affari  Esteri  ha  ospitato  lo  scorso  18  marzo  una  esclusiva serata  gastronomica  che  si  è  aperta  con  una  conferenza  dal  titolo  “Il  cibo  (è)  salute”  tenuta  dall’Accademico  Professore  Sergio  Leotta  e  si  è  conclusa  con  una  originale cena  “salutare”.  L’evento  è  rientrato  nell’ambito  del  programma  annuale  di  manifestazioni   previste  dall’accordo  di  partenariato  siglato  nel  2007   tra  il  Circolo  e   l’Accademia Italiana  della Cucina,  rappresentata  nell’occasione dal  suo  presidente  Giovanni  Ballarini.     

L’obiettivo  principale  della  conferenza  è  stato  quello  di  evidenziare  lo  stretto  legame  tra  una  corretta  alimentazione  e  il  vivere  in  buona  salute.   In  questo senso  il  professor  Leotta,    Direttore  UOC  di  Dietologia e  Diabetologia  all’Ospedale  Sandro  Pertini  di  Roma,  ha  illustrato  tutte  le  caratteristiche  che  rendono  ancora  oggi  la  Dieta  Mediterranea  uno  stile  alimentare  di  riferimento.  

L’incontro  è  stato  ricco  di  contenuti  di  alto  spessore,  grazie  alla  pluriennale  esperienza  dell’illustre  relatore  nel campo  dell’alimentazione  associata  alla  prevenzione  e  alla  terapia  delle  patologie  croniche,  in primo  luogo  il  diabete.  Dopo  la  conferenza  i  partecipanti  si  sono  spostati  nell’elegante  sala ristorante  del  Circolo  per  una  cena  “salutare”  preparata  dallo  chef  Antonio  Zappia.   Nel menu spiccava un Battuto di mare con maionese di pesce  preparato  dallo chef  Gianfranco Pascucci (una Stella Michelin)  del ristorante “Al Porticciolo”  di Fiumicino.

Un  tocco  di  mondanità  è  stato  conferito all’evento  dall’attrice  Marisa  Laurito,  ospite  del   presidente ambasciatore  Umberto  Vattani.  Tra  i  presenti  alla  serata  anche  gli accademici  Giovan  Battista  Guerra,  Gabriele Gasparro e  Michela  Rossi,   membri  della  speciale  giurìa  delle  Olimpiadi  Gastronomiche  organizzate  dalla  rivista  Tennis  Oggi.  La  terza  edizione  dell’ originale  competizione  gastronomica  ideata  da  Sergio Rossi,  anch’egli  intervenuto  alla  serata  del  18  marzo,   comincerà  il  prossimo  giugno  e  vedrà  ai  nastri  di  partenza  per  la  prima  volta  il  Circolo  del  Ministero degli Affari Esteri, il cui  chef  Antonio Zappia  si  preannuncia  come  uno  dei  più  autorevoli  candidati  a  insidiare  la  corona  di  Chef dell’Anno  detenuta  da Egidio  Longo del Canottieri Roma

Nella  foto, da sinistra:  Giovan Battista Guerra, Sergio Rossi, il relatore Sergio Leotta,  Marisa Laurito, Umberto Vattani e Giovanni Ballarini

 

 

 

 


Nessun Commento per “IL CIBO E’ SALUTE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Marzo 2017

  • Roger guarda sepre più avanti. Dopo l’incredibile traguardo raggiunto a Melbourne, il favoloso Federer non si pone più limiti e guarda al suo 2017 con occhi nuovi. È tornato a pensare che Wimbledon sia un suo terreno di conquista e spera di riuscire a riprendere le chiavi di quel “giardino incantato”.
  • Rafa vuole il Real Madrid. Un giorno vorrebbe diventare il Presidente del famoso club calcistico madrileno, ha ammesso Nadal, che da sempre ha una grande passione per il pallone. Che stia già pensando al ritiro dal circuito della racchetta.
  • Gli azzurri di Davis sognano. Dalla vittoria di primo turno, fatta registrare in Argentina sulla squadra detentrice dell’insalatiera d’argento, riprende la corsa di una nazionale italiana motivata e generosa, capace di riaccendere l’entusiasmo dei suoi tifosi.