KERBER: IL RITORNO AL NUMERO 1 E’ UNA NUOVA PARTENZA

Kerber toccherà le 22 settimane da numero 1. Superate le 20 di Clijsters, le 21 di Austin e Sharapova. "Ci saranno nuove sfide" ha detto, "mi manca poco per tornare a vincere come prima".

TENNIS – L’infortunio al ginocchio di Serena Williams riporta Angelique Kerber al numero 1 del mondo. Dopo Indian Wells, comunque dovesse andare la sua ottava partecipazione al Premier Mandatory californiano, la tedesca risalirà in vetta al ranking e ci resterà almeno fino al 2 aprile. Raggiungerà così le 22 settimane da numero 1, superando le 20 di Kim Clijsters e le 21 di Tracy Austin e Maria Sharapova.

Kerber ha toccato per la prima volta la vetta del ranking il 12 settembre 2016 grazie al titolo allo Us Open, il suo secondo Slam. È diventata così la seconda tedesca dopo Steffi Graf a salire al numero 1 della classifica dal 1975. È anche la più anziana a raggiungere questo traguardo per la prima volta in carriera: un primato che prima spettavava Jennifer Capriati, che aveva 25 anni e 200 giorni quando conquistò il posto più ambito nell’ottobre del 2001.

Il 2016 rimane la sua miglior stagione di sempre, incastonata dai due major vinti, dalla finale a Wimbledon, dall’argento olimpico e dalla finale al Masters. Una stagione da 59 vittorie e sole 16 sconfitte che la rende la dodicesima giocatrice a chiudere un anno da numero 1 del mondo dall’introduzione del ranking computerizzato, la seconda tedesca che ha completato in vetta ben otto stagioni, un record imbattuto, l’ultima esattamente vent’anni prima, nel 1996. “Ho sempre sognato di essere numero 1” diceva allora, “ho lavorato duro per diventare la miglior giocatrice possibile e questo risultato è lo specchio di tutto questo sforzo. Adesso ci sarà per me una situazione nuova, tutte vorranno battermi”.

Uno scenario cui la tedesca, che ha interrotto la serie di 186 settimane consecutive in cima al ranking di Serena Williams, ha faticato a gestire come dimostrano le due sconfitte stagionali contro Svitolina e Kasatkina e l’uscita all’Australian Open contro la rivelazione Coco Vandeweghe. “Era la prima volta per me da testa di serie numero 1 e detentrice del titolo in uno Slam” ha detto in un’intervista a Sport 360. “Devo abituarmi a questo, sarà un processo lungo: non è un dramma per me aver perso”.

Il processo di apprendimento, aggiunge, deve comprendere una maggiore concentrazione e la capacità di non abbandonare pensieri pesanti e complicati. Kerber,infatti, ha contribuito anche a cambiare, a far crescere la popolarità del tennis in una nazione che ha già attraversato la passione per Steffi Graf e Boris Becker, gli unici tedeschi peraltro nell’albo d’oro di Indian Wells. “Penso ci sia più di una ragione se l’interesse per il tennis in Germania è calato negli ultimi vent’anni” ha spiegato. “Le tv tedesche non hanno mostrato tanto tennis, poi per diversi anni non abbiamo avuto campioni dopo Boris e Steffi, e il calcio è diventato sempre più importante. Adesso però, anche grazie a Sascha Zverev, le cose stanno cominciando di nuovo a cambiare.

Perso lo scettro dopo 20 settimane di fila in testa alla classifica, Kerber non ha mai troppo guardato gli scenari per un possibile ritorno al vertice.E anche il suo coach Torben Beltz l’ha tenuta fuori dalle complessità aritmetiche. “Per me è cambiato poco, ho sempre lo stesso staff e so come tornare a vincere” ha detto. Sento che mi sto allenando davvero bene, devo solo riuscire a trasferire di nuovo queste buone sensazioni in campo durante i match. Mi basteranno, credo, una o due partite positive perché le cose cambino. Comunque, la stagione è ancora lunga, in fondo siamo ancora a febbraio. Il mio primo obiettivo rimane quello di giocare bene. Perché se fai risultato con continuità, allora il numero 1 è una conseguenza naturale”.

Un punto di arrivo e di nuova partenza per Kerber che, in occasione della festa della donna, ha raccontato al sito della WTA quanto abbia contato nella sua vita la scelta, a 17 anni, di non proseguire gli studi per dedicarsi alla carriera sportiva. “E’ stata la decisione più dura che abbia mai preso nella mia vita” ha detto. “Ho deciso di non andare all’università e non è mai una decisione semplice da prendere a quell’età perché non sai cosa sarà di te, non sai quanto avanti potrà andare la sua carriera”.

La sua l’ha portata a essere nominata campionessa del mondo ITF e ambasciatrice ITWA l’anno scorso, a entrare fra le candidate per i Laureus Award e a incontrare Barack Obama. Una carriera da 22 settimane, almeno, al numero 1 del mondo. Obiettivi che nemmeno la diciassettenne Angelique, cresciuta col mito di Steffi Graf, Fraulein Forehand, avrebbe sognato di raggiungere.


Nessun Commento per “KERBER: IL RITORNO AL NUMERO 1 E' UNA NUOVA PARTENZA”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

  • ERRANI E VINCI, È GRANDE ITALIA TENNIS - Altra grande vittoria per Roberta Vinci, che liquida in due set la testa di serie numero 4, Angelique Kerber, col punteggio di 7-5, 6-1. Nei quarti di finale affronterà Samantha […]
  • RANKING WTA: KERBER NUMERO DUE DEL MONDO Angelique Kerber vince gli Australian Open e si prende la seconda posizione mondiale. Tanti cambiamenti in Top 10, best Ranking per Carla Suarez Navarro. Guadagnano terreno tutte le […]
  • SOTTO LA STELLA DI STEFFI Tra la medaglia d'argento alle Olimpiadi, la prima posizione del ranking e i successi a Flushing Meadows e Melbourne, Angelique Kerber ha conquistato tutti. Sotto la buona stella di Steffi Graf.
  • ANGELIQUE KERBER, LA PRIMA POSIZIONE NON E’ ERESIA Angelique Kerber è ad appena due vittorie dal diventare la ventiduesima numero uno del mondo della storia. La teutonica, che quest'anno ha vinto il primo Slam della sua carriera a […]
  • WOZNIACKI REGOLA ROBSON, OK SHARAPOVA TENNIS - Wozniacki comincia il Roland Garros vincendo contro una Robson troppo fallosa e incostante. Ad attenderla al prossimo turno troverà Bojana Jovanovski, che ha disposto agevolmente […]
  • WTA, IL PAGELLONE FINALE Un altro, intenso anno di tennis volge al termine. Tennis.it mette i voti di fine stagione alle stelle della Wta e sancisce promozioni e bocciature

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Dicembre 2017

  • Dimitrov e Wozniacki "Maestri". Due veterani del tour ancora in parte inespressi, che a fine stagione hanno saputo cogliere il momento propizio. Nel 2018 sono comunque attesi alla prova del nove, magari un trionfo Slam...
  • Chi è Hyeon? Di cognome fa Chung, è coreano ed è più che coriaceo in campo. Qualità, quest'ultima, che gli è valsa la vittoria alla prima edizione delle "Next Gen" meneghine. Adesso lo aspettano i "grandi".
  • Giochi di squadra. Dopo oltre tre lustri, Francia e Stati Uniti riconquistano rispettivamente la Coppa Davis e la Fed Cup. Onore al merito dei due capitani ex giocatori, Yannick Noah e Kathy Rinaldi, che hanno saputo ricompattare e motivare le loro gloriose compagini.