KYRGIOS MATURO: “ORA PENSO SOLO ALLA COPPA DAVIS”

Nick Kyrgios, reduce dalla meravigliosa semifinale con Federer a Miami, parla e si concentra sulla Davis

Tennis. Nick Kyrgios è pronto ad affrontare gli Usa nei quarti di finale di Coppa Davis contro il quartetto di top 30 degli americani. Mancheranno Tomic e Kokkinakis, dunque tutte le speranze degli aussie guidati da Hewitt sono nelle mani del n.16 al mondo.

Stare bene è il mio primo obiettivo. Giocare molto sul rosso mi porterà a dedicarmi molto al mio corpo. Ho la Davis questa settimana. Quello è il mio obiettivo adesso. Non vado oltre. Abbiamo una grande sfida contro gli Stati Uniti. Jack Sock sta giocando in maniera incredibile. Isner è un giocatore rodato. Hanno una grande squadra. Questo è tutto ciò a cui penso attualmente. Rimanere in salute cercando di dare il meglio. Sento che con il gioco ci sono. Devo continuare a darci dentro“.

Raramente così sapiente e diplomatico il buon Nick, forse ringalluzzito da un inizio positivo di 2017. E’ il suo impegno più importante per l’Australia da quando ha cominciato la sua giovane carriera: era il 2014 quando sfidò la Francia di Gasquet e Tsonga, vincitrice della sfida ma perdente nella finale con la Svizzera di Federer e Wawrinka.

E’ dall’ormai lontano 2012 che gli aussie non strappano il pass per le semifinali: l’unica volta che Kyrgios ha vinto entrambi i propri singoli, condizione necessaria per far gara pari con gli Stati Uniti, fu nel 2014 contro l’Uzbekistan. In mancanza di altri singolaristi validi, è l’unico modo per competere contro gli ospiti che hanno già vinto in passato in Australia.

Mi sento bene fisicamente e mentalmente per esprimere al meglio il mio gioco“, ha detto Nick una volta sbarcato a Brisbane, dove si terrà la sfida nel weekend.


Nessun Commento per “KYRGIOS MATURO: "ORA PENSO SOLO ALLA COPPA DAVIS"”


*/?>
*/?>

Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Aprile 2017

  • Fognini dottor Jekill e Mr. Hyde. Il n.1 azzurro è capace, indistintamente, di affascinare e di deludere. La domanda nasce spontanea: deve ancora sbocciare oppure ha già dato il meglio di sé?.
  • Sharapova amata e odiata. Alla vigilia del suo rientro sul Tour, Maria è sempre più amata dagli appassionati e odiata dai colleghi, che trovano ingiuste le wild card assegnatele dai tornei. Internazionali d'Italia inclusi.
  • Andre Agassi docet. Andre Agassi docet. "Lasciare il tennis è un po' morire" ha dichiarato in una recente intervista l'ex "Kid" di Las Vegas, che ha poi spiegato il perché: "I tennisti vivono un terzo della loro esistenza senza programmare gli altri due terzi".
 

Abbonati ora