LINZ, TIANJIN, HONG KONG: LE VINCITRICI

Shuai Peng vince a Tianjin, poi le prove di forza di Cibulkova a Linz e Wozniacki a Hong Kong. Il resoconto delle tre finali WTA della domenica

TENNIS – Domenica movimentata sui campi del circuito femminile, con tre finali a tener banco tra mattina e pomeriggio. Un trofeo da assegnare in Austria, a Linz, più due titoli in palio tra Tianjin e Hong Kong, per concludere una settimana ricca di spunti non solo in ottica ranking, ma anche per quel che riguarda la Race to Singapore. C’è chi scatta verso una qualificazione ancora tutta da decidere, c’è chi si costruisce una base per il futuro.

Il cemento indoor di Linz regala un ottimo risultato a Dominika Cibulkova, che nella finale di questo pomeriggio batte una fortunata, quanto audace Viktorija Golubic. La slovacca, reduce da più di un impegno particolarmente impegnativo, riesce a piegare in due set la giocatrice svizzera, che invece aveva beneficiato del ritiro della Muguruza nei quarti e del walkover in semifinale per il forfait della Keys. Nulla di irrisolvibile per la numero 2 del tabellone, che conquista il titolo con la vittoria sull’outsider: finisce 6-3 7-5.

Più sofferto, invece, il successo di Caroline Wozniacki a Hong Kong. La danese fa valere il maggior tasso tecnico e, dato importante per il futuro, una buona resistenza sia atletica, sia psicologica. Kiki Mladenovic la mette in difficoltà soltanto nel secondo set, prima di arrendersi nel parziale decisivo. L’ex numero uno del mondo vince il primo 6-1, poi è costretta a cedere il tie-break successivo con il risultato di 7-4, infine ribalta nuovamente l’inerzia con il 6-2 che significa vittoria e corona.

Chiude il trittico di finali quella tra Shuai Peng e Alison Riske. A Tianjin, la padrona di casa riesce a mettere più velocemente da parte la stanchezza: le due semifinali e l’ultimo atto si disputano a poche ore di distanza. La cinese batte in tre set la Kovinic e l’americana fa lo stesso, a sorpresa, contro Svetlana Kuznetsova. Il testa a testa per il titolo vede la statunitense soccombere in due set, dopo aver provato a fare il massimo nel tie-break del primo parziale. La Peng vince 7-3 ai vantaggi, poi non ha problemi nel secondo: 6-2 e successo davanti al proprio pubblico.

Domani comincia una nuova settimana, quella dei due tornei tra Mosca e Lussemburgo. Ma domani è soprattutto il giorno del ranking, che vedrà nuovi sviluppi attraverso il consueto aggiornamento del lunedì. Le protagoniste della racchetta rosa attendono i verdetti.


Nessun Commento per “LINZ, TIANJIN, HONG KONG: LE VINCITRICI”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2018

  • "King Roger" forever. Ancora, ancora e ancora... a quasi 37 primavere Federer è di nuovo il "number one" del tennis mondiale, quattordici anni dopo la prima volta. Il giusto coronamento di venti stagioni sul Tour condite da venti titoli Slam.
  • Nostalgia Williams. Un inizio 2018 senza le "Black Sisters" protagoniste sul rettangolo di gioco è sembrato sbiadito. Serena ha prolungato il suo "congedo" di maternità, mentre Venus è partita male. Unica apparizione insieme nel doppio di Fed Cup, perso!
  • Evviva il Fognini nazionale. In Coppa Davis il tennista ligure dà sempre il meglio di sé. Decisivo il suo apporto per superare il Giappone al 1° turno, ma nei quarti previsti a Genova dovrà superarsi guidando l'Italia contro i francesi campioni in carica.