MAGNIFICO ZVEREV, ORA VUOLE ROMA

Internazionali Bnl d'Italia 2017, quarti di finale. Un grandissimo Alexander Zverev si sbarazza in un'ora e mezza di Milos Raonic

TENNIS – Magnifico, splendido. Applausi e ancora applausi. Per il cinismo, la facilità, la serenità con cui fa in modo di presentarsi alla stretta di mano finale con il pugnetto alzato. Tutti in piedi per Alexander Zverev, che maltratta Milos Raonic 7-6(4), 6-1 in meno di un’ora e mezza e si prenota per vincere gli Internazionali Bnl d’Italia 2017. John Isner in semifinale permettendo. Ma, non ce ne voglia l’americano, con un Sascha così serve un cospicuo intervento divino.  

Sul Centrale va in scena un confronto inedito. Per rivelarsi bello occorre attendere giusto un po’. Potenza e precisione da entrambe le parti, da parte di Zverev anche l’irruenza, la faccia tosta di un fenomeno di vent’anni che vuole mettere ai suoi piedi Roma. Il primo break arriva sul 3-3 e porta la sua firma; Raonic è bravo a rispondere subito e mettere tutto in parità. Stessa musica tra l’undicesimo e il dodicesimo gioco. C’è il tie-break e lì il tedesco è una furia. Due passanti da antologia e il 7-4 è salutato da un boato.

Il dritto di Sascha fa male anche nella seconda frazione. Dall’altra parte Raonic cala al servizio e cede alla tensione, tanto che alla fine gli errori non forzati saranno 33 (a 17…). Il tedesco ne approfitta, ha trovato la retta via, si fa ancora più spavaldo. Breaka l’avversario nel quarto gioco, poi ancora nel sesto. Rifinisce il tutto con turni alla battuta al solito perfetti. E quando arriva il 6-1 conclusivo il pubblico applaude qualcosa che somiglia da vicino alla perfezione. Qualcosa che cresce, continua a crescere. Qualcosa che diventerà ancora più bello (no, care fan di Sascha, l’estetica stavolta non c’entra) di quanto non sia già.


Nessun Commento per “MAGNIFICO ZVEREV, ORA VUOLE ROMA”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2017

  • Il clone di Serena Anche il suo nome inizia con la "S", anche lei ha la pelle nera, anche lei è americana, anche lei ha vinto gli US Open. Sloane Stephens potrà veramente prendere il posto della Willliams sul Tour e nel cuore degli appassionati?
  • "Next Gen" Shapovalov Diciotto anni, israeliano di sangue russo, Denis ha vissuto un'estate da leone sul circuito collezionando due vittorie da incorniciare su del Potro e Nadal. Tutto lascia pensare che non si tratti di un fuoco di paglia.
  • La Rod Laver Cup svecchia la Davis Ci voleva la formula innovativa del nuovo torneo a squadre, nato sotto la sapiente guida del grande Federer, per convincere la Federazione Internazionale a rivoluzionare l'ormai obsoleta Coppa Davis.