MASTERS 1000 MONTE CARLO: DJOKOVIC SI SALVA, FUORI TSONGA

Il serbo ha superato Gilles Simon dopo essere stato per due volte sotto di un break nel terzo set, il francese invece ha perso il "derby" transalpino con Adrien Mannarino. Avanza in rimonta David Goffin

TENNIS – Se l’è vista davvero brutta, soprattutto perché nel terzo set è stato per due volte sotto di un break, ma alla fine Novak Djokovic è riuscito a venire fuori dalla “ragnatela” tessuta da Gilles Simon e si è imposto 6-3 3-6 7-5 assicurandosi il pass per il terzo turno del Masters 1000 di Monte Carlo. Non è stata certamente la migliore prestazione del serbo, protagonista di tanti errori e incapace di mantenere i suoi ritmi con una continuità accettabile, ma il fatto di essere riuscito comunque a trovare il modo di vincere può rappresentare una bella iniezione di fiducia per Nole.

Nel primo set il serbo ha ceduto subito il servizio nel game di apertura, ma ha ottenuto l’immediato contro-break dell’1-1, e nell’ottavo gioco ha strappato nuovamente la battuta al suo avversario chiudendo poi i conti sul 6-3. Simon però non ha mollato, ha continuato a giocare con il suo solito ritmo cadenzato da fondo campo e nel secondo parziale, dopo essere andato sotto di un break sull’1-2, ha infilato quattro giochi consecutivi che l’hanno proiettato sul 4-2, e anche se Djokovic ha provato a giocare con maggiore aggressività in risposta, Simon ha gestito bene i successivi turni di servizio fino al 6-3 che gli ha consegnato il set. Nel terzo parziale poi entrambi i giocatori hanno iniziato servendo con buone percentuali di prime palle, ma nel quinto game il francese è riuscito ad ottenere il break del momentaneo 3-2, senza però riuscire a confermarlo dopo il cambio di campo visto che l’attuale numero 2 del mondo ha conquistato il contro-break del 3-3, tirando fuori tutta la sua determinazione. Quindi, nel nono game, Simon è riuscito a recuperare dal 30-15 in favore del serbo fino a portare a casa il break del 5-4, ma al momento di servire per il match ha commesso un paio di errori di troppo con il rovescio, e Djokovic ne ha approfittato prima per rientrare in partita sul 5-5, e poi per piazzare l’allungo decisivo che gli ha permesso di ribaltare definitivamente la situazione fino al 7-5 finale.

TSONGA

Si è fermata subito al secondo turno invece la corsa di Jo-Wilfried Tsonga, che nel suo match d’esordio nel Principato è uscito sconfitto in tre set (6-7 7-2 6-3 lo score conclusivo) dal “derby” francese con Adrien Mannarino. Dopo un primo set in cui, nonostante aveva permesso al suo avversario di recuperare l’iniziale break ottenuto nel secondo game, si era imposto al tie-break 7 punti a 3, nel secondo Tsonga ha avuto un calo vistoso, tanto che Mannarino si è portato velocemente sul 5-0. L’attuale numero 10 del mondo poi ha reso meno pesante il passivo portandosi sul 2-5, ma il suo connazionale dopo il cambio di campo ha chiuso i conti sul 6-2 con un altro break, e nel terzo ha continuato a giocare bene portandosi sul 3-1. Tsonga quindi è riuscito a reagire conquistando il contro-break del momentaneo 4-3, ma subito dopo non è stato in grado di conservare il proprio turno di battuta, e Mannarino ne ha approfittato per salire prima sul 5-3 e poi per archiviare la vittoria sul definitivo 6-3 tra gli applausi del pubblico del centrale.

GOFFIN

Un pubblico del centrale che poi, nell’ultimo match in programma, ha assistito alla straordinaria rimonta di David Goffin, che dopo essere andato sotto prima 4-0 e poi 5-1 nel primo set contro un Nicolas Almagro che aveva iniziato la partita in maniera a dir poco brillante, ha infilato un clamoroso parziale di dodici game a uno (ritrovando il suo miglior tennis) con il quale ha portato a casa la vittoria 7-5 6-1, staccando così il pass per il terzo turno.

ALTRI RISULTATI MONTE CARLO

Passando quindi agli altri match di giornata giocati sulla terra battuta monegasca, hanno superato il turno anche Tommy Haas, che con una prestazione quasi impeccabile ha riportato indietro il tempo ai giorni migliori battendo Benoit Paire con un netto 6-2 6-3, il giovane talento russo Karen Khachanov, uscito vittorioso in due set (6-2 6-4) dalla sfida con Nicolas Mahut, e Jeremy Chardy, protagonista di un successo in tre set (7-6 3-6 6-3) ai danni di Borna Coric, probabilmente ancora un po’ provato dalle “fatiche” di Marrakech dove domenica scorsa aveva portato a casa il primo titolo Atp della carriera. Avanzano poi anche Feliciano Lopez (7-6 7-5 a Daniil Medvedev), Carlos Berloq (3-6 6-2 6-1 a Pierre-Hugues Herbert), Robin Haase (6-3 6-2 a Damir Dzumhur) e Jiri Vesely (7-6 6-3 a Mischa Zverev).

(Nella foto il campo centrale di Monte Carlo – Enrico Milani)

 


Nessun Commento per “MASTERS 1000 MONTE CARLO: DJOKOVIC SI SALVA, FUORI TSONGA”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2017

  • Il clone di Serena Anche il suo nome inizia con la "S", anche lei ha la pelle nera, anche lei è americana, anche lei ha vinto gli US Open. Sloane Stephens potrà veramente prendere il posto della Willliams sul Tour e nel cuore degli appassionati?
  • "Next Gen" Shapovalov Diciotto anni, israeliano di sangue russo, Denis ha vissuto un'estate da leone sul circuito collezionando due vittorie da incorniciare su del Potro e Nadal. Tutto lascia pensare che non si tratti di un fuoco di paglia.
  • La Rod Laver Cup svecchia la Davis Ci voleva la formula innovativa del nuovo torneo a squadre, nato sotto la sapiente guida del grande Federer, per convincere la Federazione Internazionale a rivoluzionare l'ormai obsoleta Coppa Davis.