UCRAINA, MEDVEDEV E’ IL NUOVO CAPITANO DI COPPA DAVIS

L'ex numero 4 del mondo subentra a Mikhail Filima con l'obiettivo di centrare per la prima volta nella storia la qualificazione al World Group

TENNIS – Nel corso degli anni, specialmente nell’ultimo ventennio, l’Ucraina ne ha avuti di giocatori di ottimo livello che hanno saputo conquistare buoni risultati nel circuito Atp, eppure il Paese dell’Europa dell’Est non è mai riuscito ad entrare nel World Group di Coppa Davis.

La federazione però vuole provare a raggiungere questo obiettivo a tutti i costi, e dal “quartier generale” di Kiev, dopo la scelta di avvicendare Mikhail Filima, ha deciso di affidarsi ad Andrei Medvedev come nuovo capitano non giocatore, anche perché si tratta senza ombra di dubbio del tennista ucraino più forte di sempre, arrivato fino alla posizione numero quattro del ranking mondiale nel maggio del 1994.

Ritiratosi ad appena 27 anni nel 2001, due anni prima aveva stupito il mondo raggiungendo la finale del Roland Garros pur non essendo tra le teste di serie, eliminando lungo il cammino gente del calibro di Pete Sampras e Gustavo Kuerten, prima di cedere ad Andre Agassi dopo essere stato avanti due set a zero. Quella palla break avuta sul 4-4 del terzo parziale, che avrebbe potuto mandarlo a servire per il titolo, sicuramente non la dimenticherà mai, anche perché l’occasione di trionfare a Parigi non capita tutti gli anni, ma adesso il quarantaduenne di Kiev dovrà concentrarsi su questo suo nuovo incarico e sulla sua nuova squadra.

Prima di tutto, naturalmente, dovrà cercare di convincere Alexander Dolgopolov (contando sul fatto che lo conosce praticamente fin da bambino) a far parte del progetto, sperando che insieme a Iliya Marchenko e a Sergiy Stakhovsky possa riuscire a riportare l’Ucraina agli spareggi del prossimo settembre, in modo da giocarsi nuovamente l’accesso al World Group. I gialloazzurri infatti ci sono arrivati già quattro volte (nel 2009, 2013, 2014 e 2016) e dopo la netta sconfitta subita in Giappone tre mesi fa, l’obiettivo è quello ripartire con ancora più determinazione per coronare finalmente un sogno che dura 24 anni.

Nel 2017 l’Ucraina è testa di serie nel Gruppo Uno della zona Europa-Asia, e scenderà in campo dal 7 al 9 aprile prossimi (in trasferta) contro la vincente dell’incontro tra Portogallo e Israele. Medvedev quindi ha qualche mese a disposizione per “costruire” il suo gruppo, e conoscendo il carisma che aveva da giocatore, farà di tutto per allestire la migliore squadra possibile, allo scopo di superare questo primo ostacolo che apre la strada verso lo spareggio di settembre.

(Nella foto Andrei Medvedev – www.zimbio.com)

 


Nessun Commento per “UCRAINA, MEDVEDEV E' IL NUOVO CAPITANO DI COPPA DAVIS”


*/?>
*/?>

Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Aprile 2017

  • Fognini dottor Jekill e Mr. Hyde. Il n.1 azzurro è capace, indistintamente, di affascinare e di deludere. La domanda nasce spontanea: deve ancora sbocciare oppure ha già dato il meglio di sé?.
  • Sharapova amata e odiata. Alla vigilia del suo rientro sul Tour, Maria è sempre più amata dagli appassionati e odiata dai colleghi, che trovano ingiuste le wild card assegnatele dai tornei. Internazionali d'Italia inclusi.
  • Andre Agassi docet. Andre Agassi docet. "Lasciare il tennis è un po' morire" ha dichiarato in una recente intervista l'ex "Kid" di Las Vegas, che ha poi spiegato il perché: "I tennisti vivono un terzo della loro esistenza senza programmare gli altri due terzi".
 

Abbonati ora