MIAMI, DONNE: OUT BOUCHARD

L'eliminazione della canadese è l'esito più clamoroso fino a questo momento. Meglio Kerber e Wozniacki, in palla Suarez-Navarro, Errani e Wozniacki. Attesa per le sorelle Williams e Aga Radwanska

TENNIS – Un sabato dalle grandi firme in campo, ma anche dai grandi scivoloni. Nulla di inaspettato a Miami fino a questo momento, eccezion fatta per la clamorosa eliminazione di Eugenie Bouchard, che abbandona così la Florida all’esordio nella manifestazione. Giornata ancora in corso: tante risposte convincenti da parte delle big, tante risposte ancora da ottenere nella notte americana.

La canadese rappresenta dunque il primo scossone di oggi, giunto contro un’avversaria che non rientra nemmeno tra le prime 100: il ruolo di carneade spetta alla tedesca Tatjana Maria, centotredicesima del ranking femminile, capace prima di infliggere un 6-0 nel primo set, poi di imporsi al fotofinish nel tie-break del secondo. La candidatura a rivelazione è ancora da assegnare, ma la carnefice di Genie è una seria candidata.

Diversa, invece, la situazione delle altre stelle di Miami, a partire da quelle italiane: Sara Errani vince e convince contro una Pavlyuchenkova da non sottovalutare. Finisce 61 76, con la bolognese che vince lo spareggio con il risultato di 7-5. Dagli altri campi arrivano due punteggi identici per altrettante teste di serie da tenere d’occhio, che rispondono al nome di Ekaterina Makarova e Carla Suarez-Navarro. La russa batte 60 64 Elina Svitolina, la spagnola la imita contro Alize Cornet. Va ancora meglio ad Andrea Petkovic, che amplifica l’ottimo sabato tedesco lasciando appena due giochi alla francese Mladenovic.

Vittoria in tre set per chi dovrà dare risposte importanti sul cemento statunitense. Caroline Wozniacki parte con il piede sbagliato, poi torna in carreggiata e supera Kaia Kanepi con il punteggio di 46 61 63. Discorso simile per Angelique Kerber, terza teutonica su tre a vincere la propria partita: 75 36 64 alla britannica Watson. Chiude la prima tranche la sfida tra Kurumi Nara e la russa Gavrilova, il cui match è in corso di svolgimento.

La serata di Miami si apre con le sorelle Williams in campo, osservate speciali del pubblico di casa. Grandi aspettative in Serena, chiamata a riscattare il problema fisico che l’ha colpita ad Indian Wells. A chiudere la giornata sarà Agnieszka Radwanska, in campo non prima delle 3 ore italiane.


Nessun Commento per “MIAMI, DONNE: OUT BOUCHARD”


*/?>
*/?>

Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Aprile 2017

  • Fognini dottor Jekill e Mr. Hyde. Il n.1 azzurro è capace, indistintamente, di affascinare e di deludere. La domanda nasce spontanea: deve ancora sbocciare oppure ha già dato il meglio di sé?.
  • Sharapova amata e odiata. Alla vigilia del suo rientro sul Tour, Maria è sempre più amata dagli appassionati e odiata dai colleghi, che trovano ingiuste le wild card assegnatele dai tornei. Internazionali d'Italia inclusi.
  • Andre Agassi docet. Andre Agassi docet. "Lasciare il tennis è un po' morire" ha dichiarato in una recente intervista l'ex "Kid" di Las Vegas, che ha poi spiegato il perché: "I tennisti vivono un terzo della loro esistenza senza programmare gli altri due terzi".
 

Abbonati ora