MILOS RAONIC, LONDRA E’ TUA: ATP FINALS PRENOTATI

Milos Raonic si qualifica al Master di Londra: è il quarto degli otto che voleranno a fine anno per il torneo che chiude la stagione

Tennis. Il 2016 di Milos Raonic si chiuderà come merita, con gli Atp Finals di Londra che lo vedranno fra gli otto protagonisti, i migliori dell’anno in corso. E’ il quarto a staccare il biglietto per la capitale inglese, dopo Djokovic, Murray e Wawrinka. Per il canadese una stagione che non si sta chiudendo esattamente come era cominciata.

Un Master che Milos si è guadagnato sin dal primo torneo dell’anno, battendo Federer nella finale di Brisbane: a seguire il miglior risultato Slam in carriera, almeno fino a quel punto, la semifinale degli Australian Open persa in 5 set con Murray. L’ottimo momento di forma del canadese è proseguito ad Indian Wells, dove ha raggiunto la finale contro il poi vincitore Djokovic, fermandosi sempre ai quarti fra Miami, Montecarlo e Madrid. 

Il periodo sulla terra corrisponde ovviamente al meno competitivo per lo spilungone classe ’90, che si ferma al secondo turno di Roma e agli ottavi di Parigi, ma è alle porte il periodo dell’anno sull’erba e che consegnerà a Raonic il miglior risultato in carriera. L’antipasto è la finale al Queen’s, persa con Murray: un mese più tardi saranno nuovamente di fronte, ma a Wimbledon, nell’ultimo atto sempre vinto dallo scozzese.

La stagione sul cemento americano procede discretamente, fra i quarti di Toronto e la semifinale di Cincinnati persi contro la bestia nera dell’anno, Andy Murray. La più grande delusione arriva agli Us Open, dove Milos arriva evidentemente con problemi fisici: l’uscita arriva già al secondo turno, contro l’americano Harrison. Il momento no continua a San Pietroburgo con l’out all’esordio contro l’idolo di casa Youznhy, mentre nell’ultimo torneo di Pechino perde da Dimitrov in semifinale ottenendo gli ultimi punti necessari per volare a Londra nel torneo dei “maestri“.


Nessun Commento per “MILOS RAONIC, LONDRA E' TUA: ATP FINALS PRENOTATI”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

  • RANKING ATP, FEDERER N.2: GASQUET NELLA TOP TEN Diverse variazioni nella top ten, dopo l'Atp di Basilea e alla vigilia dell'ultimo Master dell'anno, a Parigi: definiti anche gli 8 finalisti a Londra
  • RACE TO LONDON. MURRAY RISCHIA Lo scozzese potrebbe restare fuori dalla corsa verso le Atp World Tour Finals. Ma le prestazioni di Cilic e Nishikori minano anche le certezze di Dimitrov e Raonic e non lasciano […]
  • AVANTI NADAL, WAWRINKA SUPERA FEDERER NELLA RACE TENNIS- Avanzano senza troppi problemi Rafael Nadal e Stanislas Wawrinka. Dopo la vittoria dello svizzero e la sconfitta di Roger Federer per mano di Gael Monfils, Stan sorpassa l’elvetico […]
  • FINALS, NISHIKORI BATTE FERRER IN TRE SET Vittoria 4-6 6-4 6-1 per il giapponese, che si impone nel match più lungo finora disputato alle Finals e qualifica Federer alle semifinali. Lo spagnolo, chiamato a sostituire Raonic, non […]
  • WIMBLEDON DAY 9. SI GIOCANO I QUARTI Andy Murray vs Grigor Dimitrov e Roger Federer vs Stan Wawrinka giocano sul centrale. Sul campo 1 vanno in scena Novak Djokovic e Marin Cilic e Nick Kyrgios vs Milos Raonic. Lo spettacolo […]
  • WIMBLEDON DAY 11. FEDERER VS RAONIC Penultimo atto del terzo slam della stagione per il campione di Basilea, numero 4 del mondo e per il ragazzo nato a Podgorica e trapiantato in Canada. Si tratta della quinta sfida tra i […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2018

  • "King Roger" forever. Ancora, ancora e ancora... a quasi 37 primavere Federer è di nuovo il "number one" del tennis mondiale, quattordici anni dopo la prima volta. Il giusto coronamento di venti stagioni sul Tour condite da venti titoli Slam.
  • Nostalgia Williams. Un inizio 2018 senza le "Black Sisters" protagoniste sul rettangolo di gioco è sembrato sbiadito. Serena ha prolungato il suo "congedo" di maternità, mentre Venus è partita male. Unica apparizione insieme nel doppio di Fed Cup, perso!
  • Evviva il Fognini nazionale. In Coppa Davis il tennista ligure dà sempre il meglio di sé. Decisivo il suo apporto per superare il Giappone al 1° turno, ma nei quarti previsti a Genova dovrà superarsi guidando l'Italia contro i francesi campioni in carica.