MONTECARLO: DJOKOVIC OK, SEPPI OUT

Vittoria in scioltezza per il serbo, che parte con il piede giusto nell'avventura monegasca. Già fuori l'altoatesino, sorpreso al terzo set da un mai domo Tommy Robredo. Bene anche Dimitrov e i francesi

TENNIS – Prosegue l’avventura della racchetta maschile sulla terra rossa di Montecarlo, che anche nella giornata di martedì regala emozioni e risultati rilevanti. Se la truppa azzurra non può dirsi soddisfatta dell’andamento giornaliero, i big cominciano a scaldare i motori e mostrare i muscoli in attesa degli appuntamenti più probanti. Il caso più evidente va in scena proprio nel pomeriggio.

Piatto forte del programma monegasco è l’esordio di Novak Djokovic, che scende in campo contro lo spagnolo Ramos. Il serbo si impone con il punteggio di 61 64, dimostrando di non voler strafare e di voler gestire le energie in vista dei prossimi giorni. Buona prova del numero uno del mondo, che indica la via maestra alle altre grandi firme impegnate oggi: la spedizione francese si fa rispettare, con cinque vittorie su sei nei match odierni. Pouille e Chardy conquistano il pass in due set, imitati dai più quotati Simon e Tsonga. Chi invece deve faticare più degli altri è Gael Monfils, che rimonta e batte al terzo il russo Kuznetsov. Unica nota stonata è Mannarino, che lascia il pass per il turno successivo a Granollers-Pujol.

Vittoria in tre set anche per un altro osservato speciale del martedì, ovvero Grigor Dimitrov. Il bulgaro, atteso dal match più complicato, ottiene un prezioso successo su un avversario ostico come Fernando Verdasco: finisce 64 46 64. Stesso computo di set anche per Marin Cilic, che fatica non poco contro un coriaceo Florian Mayer. Decisamente più agevole il pomeriggio di David Ferrer, che deve soltanto avviare il secondo set: 62 20 ai danni di Victor Estrella-Burgos, che si ritira a match ampiamente compromesso, visto l’andamento della prima parte.

Non arrivano notizie positive dall’unico italiano in campo nel martedì del Principato. Andreas Seppi, dopo una vera e propria battaglia, abbandona la manifestazione per mano di un veterano come Tommy Robredo, capace di estromettere l’altoatesino con un’affermazione al terzo set. A nulla vale la rimonta nella seconda partita, con un 6-1 che sembra spazzare il precedente 6-3 incassato dall’iberico. Nel set decisivo, l’azzurro cede 6-4 e dice addio ad un possibile ottavo di finale contro Raonic.

Chiudono la tabella di marcia odierna una vittoria in due set, quella di Monaco su Vesely, e due in tre set, con Troicki e Haider-Maurer che eliminano rispettivamente Klizan e Tomic. Domani si torna in campo con un altro menù prelibato: in campo Nadal e Federer, ma anche Wawrinka e Raonic. Spazio ad un altro azzurro, Fabio Fognini, che affronterà Dimitrov.


Nessun Commento per “MONTECARLO: DJOKOVIC OK, SEPPI OUT”


*/?>
*/?>

Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Aprile 2017

  • Fognini dottor Jekill e Mr. Hyde. Il n.1 azzurro è capace, indistintamente, di affascinare e di deludere. La domanda nasce spontanea: deve ancora sbocciare oppure ha già dato il meglio di sé?.
  • Sharapova amata e odiata. Alla vigilia del suo rientro sul Tour, Maria è sempre più amata dagli appassionati e odiata dai colleghi, che trovano ingiuste le wild card assegnatele dai tornei. Internazionali d'Italia inclusi.
  • Andre Agassi docet. Andre Agassi docet. "Lasciare il tennis è un po' morire" ha dichiarato in una recente intervista l'ex "Kid" di Las Vegas, che ha poi spiegato il perché: "I tennisti vivono un terzo della loro esistenza senza programmare gli altri due terzi".
 

Abbonati ora