NADAL: “DEVO RITROVARE CONTINUITA'”

Il maiorchino, dopo la vittoria contro Berdych al Mubadala World Tennis Championships, si è detto fiducioso: "L'obiettivo, per i primi mesi del 2017, è ritrovare continuità"
venerdì, 30 dicembre 2016

TENNIS – E’ iniziata ad Abu Dhabi la marcia di avvicinamento al 2017 di Rafa Nadal. Il maiorchino, che non disputava un match di singolare dal 12 ottobre (più precisamente dalla sconfitta a Shanghai contro Viktor Troicki),  ha messo al tappeto senza troppe difficoltà Thomas Berdych e si è guadagnato una sfida decisamente intrigante contro Milos Raonic. L’ex numero uno del mondo, che si è recentemente sottoposto a un trapianto di capelli, poche settimane fa ha scelto di affiancare Carlos Moya a Toni. Le motivazioni – alle porte della nuova stagione – sembrano di nuovo essere ritornate tante. Dopo la prima vittoria in terra araba, il maiorchino si è detto sorpreso e fiducioso in egual misura: “Non mi aspettavo di giocare un primo set così brillante, soprattutto contro un avversario forte come Thomas” – ha detto ribadito con convinzione – “L’obiettivo, per i primi mesi del 2017, è proprio quello di trovare continuità.”

Rafa, che nell’eventualità di vittoria contro Raonic giocherebbe anche domani, volerà poi a Brisbane – dove è ai nastri di partenza per la prima volta in carriera – per preparare il primo Slam della stagione proprio nei pressi di Melbourne Park. La programmazione del maiorchino, resa nota proprio qualche giorno fa, prevede un numero maggiore di tornei sul cemento – al posto di quelli sulla terra Sud-Americana – in vista soprattutto dei due appuntamenti Nord-Americani a marzo.


Nessun Commento per “NADAL: "DEVO RITROVARE CONTINUITA'"”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

  • NADAL SALTA ANCHE ABU DHABI Lo spagnolo doveva rientrare in campo nell’esibizione araba che inizierà il 27 dicembre. Tramite la sua pagine Facebook però, “Rafa” fa sapere che dovrà rinunciare all’appuntamento a causa […]
  • ATP BRISBANE: NADAL SHOW, VINCE E SI GUADAGNA RAONIC Va ancora veloce il treno di Rafa Nadal. Il maiorchino, che si sbarazza in appena 55 minuti di Mischa Zverev, raggiunge ai quarti di finale Milos Raonic. Ok anche Dominic Thiem e Grigor Dimitrov
  • IL SOGNO DI.. BABBO NADAL Il maiorchino tira il bilancio del suo 2014: “Un anno senza tregua, sgradevole dall’inizo alla fine”. E risponde alla polemica sulla cura con le staminali: "Come si fa a parlare di doping? […]
  • IL CAMMINO PER RESTARE NUMERO UNO DEL MONDO TENNIS - Da gennaio 2014 comincerà la nuova stagione dello spagnolo numero uno del mondo che ha recentemente stilato una prima parte di programma. Si comincia da Doha a cavallo di […]
  • MUBADALA TENNIS CHAMPIONSHIPS: FERRER E RAONIC IN SEMIFINALE Si conclude con la vittoria di David Ferrer e Milos Raonic la prima giornata di giochi al Mubadala Tennis Championships. Domani in campo Rafael Nadal e Stanislas Wawrinka.
  • DUBBI AL GINOCCHIO PER NADAL Il campione spagnolo non si fida ancora del tutto del suo ginocchio dopo il problema che lo ha tenuto fuori gioco per sette mesi. In un’intervista per Canal Plus, Rafa ha dichiarato di […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2017

  • Il clone di Serena Anche il suo nome inizia con la "S", anche lei ha la pelle nera, anche lei è americana, anche lei ha vinto gli US Open. Sloane Stephens potrà veramente prendere il posto della Willliams sul Tour e nel cuore degli appassionati?
  • "Next Gen" Shapovalov Diciotto anni, israeliano di sangue russo, Denis ha vissuto un'estate da leone sul circuito collezionando due vittorie da incorniciare su del Potro e Nadal. Tutto lascia pensare che non si tratti di un fuoco di paglia.
  • La Rod Laver Cup svecchia la Davis Ci voleva la formula innovativa del nuovo torneo a squadre, nato sotto la sapiente guida del grande Federer, per convincere la Federazione Internazionale a rivoluzionare l'ormai obsoleta Coppa Davis.