NADAL IN CLIMA PARTITA: AMBIENTE TESO IN CONFERENZA

Visibilmente contrariato in conferenza stampa Rafa Nadal, così come Kyrgios il quale giù dice addio a Roma dopo la sconfitta con Feliciano Lopez

Tennis. Un Rafa Nadal a dir poco incupito ed a tratti stizzito quello che è giunto in conferenza stampa questo primo pomeriggio alla vigilia del debutto col sorprendente Ilhan.

Molte le domande, più sul suo futuro che sul presente, anch’esso non dei migliori: “Non chiedetemi della Davis, di cosa sarà della mia presenza e del nostro Capitano. Non sono autorizzato a parlarne e non voglio dire altro che non riguardi Roma”. Seccato anche circa le domande riguardanti il suo staff e se ha mai preso in considerazione l’idea di cambiarlo, a partire dallo zio Toni: ” Lui è mio zio, prima ancora che il mio coach e la famiglia viene prima di tutto. Non esiste cambiare qualcuno dello staff se io vinco o perdo, la prima responsabilità è mia. Chi è con me lo è da sempre e non mi sembra che la mia sia stata finora una brutta carriera”.

Non è il suo miglior momento, fuori dalla top five dopo 10 anni ma lui resta tranquillo: “La vita è così, va’ avanti e ci sono cambiamenti continui. Io mi sento bene, ho fatto un ottimo torneo a Madrid e non a Barcellona. Se vinco sono felice ma se perdo non è una tragedia, l’anno prossimo sarò di nuovo qui. Il mio stato d’animo è sereno ed il feeling con Roma ottimo”. Un Nadal che non vuole nemmeno sentir parlare di Parigi, nonostante sia causa sua: che non viva il suo momento migliore, insomma, non lo ha affatto nascosto col suo pessimo umore in conferenza.

Oggi ha perso Kyrgios, fra i protagonisti più attesi, che è incappato in una sconfitta in due set con Feliciano Lopez. Ma le domande vanno ben oltre e puntano sulla rivalità con i top player: “E’ vero, ho battuto Nadal e Federer, Djokovic non l’ho ancora affrontato e di certo non succederà qui vista la mia sconfitta. Quando succederà mi preparerò al meglio come ho fatto negli altri incontri”.


Nessun Commento per “NADAL IN CLIMA PARTITA: AMBIENTE TESO IN CONFERENZA”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Maggio 2018

  • Nadal senza limiti. Continua a primeggiare il n.1 del mondo, in barba agli infortuni, al nuovo che avanza e anche ai suoi quasi 32 anni. Un fenomeno che si nutre di "mattone tritato".
  • Gli Internazionali di un tennista romano. Nascere ad un passo dal centrale del Foro Italico, scrutarlo, sognarlo e riusicire a calcarlo da beniamino del pubblico. "Core de Roma" Pistolesi racconta il suo sogno diventato realtà.
  • In America qualcosa si muove. I tornei d'oltreoceano giocati a Indian Wells e Miami hanno mostrato un panorama tennistico in movimento, in cui le certezze dei campionissimi traballanno e cominciano a intravedersi sprazzi di futuro.