nadal

martedì, 11 maggio 2010


Nessun Commento per “nadal”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • LAST TRAIN TO LONDON – video Nadal batte Tsonga e regala a Verdasco l’ultimo biglietto per il Masters. Nelle due semifinali Rafael Nadal affronterà Novak Djokovic e Gael Monfils dovrà vedersela con Radek Stepanek
  • FUORI NOVAK Djokovic eliminato negli ottavi di Bercy dal redivivo Tsonga. Avanza Roddick, che si qualifica anche per il Masters. Nei quarti pure i soliti Nadal e Federer
  • RIVALI A CONFRONTO “La chiave sarà l’aggressività… Se mi metto ad aspettare che "Rafa" sbagli ho già perso la partita”.“Farò il mio gioco come lo so fare e come l’ho sempre fatto. Ovviamente lo adatterò a […]
  • PERICOLO ANDY Rafael Nadal rischia fortemente di essere superato in classifica da Murray, che rientri in campo a Montreal oppure no
  • “RAFA” NON MOLLA Amburgo (Germania), 17 maggio 2008 – Sarà di nuovo Federer contro Nadal. E’ questa la finale del Masters Series di Amburgo. Una finale che mette ancora di fronte il numero uno ed il numero […]
  • LA DELUSIONE DI FEDERER “Dopo una sconfitta del genere non ho certo voglia di incontrare "Rafa" domani…”.Roger Federer subito dopo la "batosta" per 6-1, 6-3, 6-0 rimediata da Nadal in finale a Parigi.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Aprile 2017

  • Fognini dottor Jekill e Mr. Hyde. Il n.1 azzurro è capace, indistintamente, di affascinare e di deludere. La domanda nasce spontanea: deve ancora sbocciare oppure ha già dato il meglio di sé?.
  • Sharapova amata e odiata. Alla vigilia del suo rientro sul Tour, Maria è sempre più amata dagli appassionati e odiata dai colleghi, che trovano ingiuste le wild card assegnatele dai tornei. Internazionali d'Italia inclusi.
  • Andre Agassi docet. Andre Agassi docet. "Lasciare il tennis è un po' morire" ha dichiarato in una recente intervista l'ex "Kid" di Las Vegas, che ha poi spiegato il perché: "I tennisti vivono un terzo della loro esistenza senza programmare gli altri due terzi".