nadal

martedì, 11 maggio 2010


Nessun Commento per “nadal”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • LAST TRAIN TO LONDON – video Nadal batte Tsonga e regala a Verdasco l’ultimo biglietto per il Masters. Nelle due semifinali Rafael Nadal affronterà Novak Djokovic e Gael Monfils dovrà vedersela con Radek Stepanek
  • FUORI NOVAK Djokovic eliminato negli ottavi di Bercy dal redivivo Tsonga. Avanza Roddick, che si qualifica anche per il Masters. Nei quarti pure i soliti Nadal e Federer
  • RIVALI A CONFRONTO “La chiave sarà l’aggressività… Se mi metto ad aspettare che "Rafa" sbagli ho già perso la partita”.“Farò il mio gioco come lo so fare e come l’ho sempre fatto. Ovviamente lo adatterò a […]
  • PERICOLO ANDY Rafael Nadal rischia fortemente di essere superato in classifica da Murray, che rientri in campo a Montreal oppure no
  • “RAFA” NON MOLLA Amburgo (Germania), 17 maggio 2008 – Sarà di nuovo Federer contro Nadal. E’ questa la finale del Masters Series di Amburgo. Una finale che mette ancora di fronte il numero uno ed il numero […]
  • LA DELUSIONE DI FEDERER “Dopo una sconfitta del genere non ho certo voglia di incontrare "Rafa" domani…”.Roger Federer subito dopo la "batosta" per 6-1, 6-3, 6-0 rimediata da Nadal in finale a Parigi.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Marzo 2017

  • Roger guarda sepre più avanti. Dopo l’incredibile traguardo raggiunto a Melbourne, il favoloso Federer non si pone più limiti e guarda al suo 2017 con occhi nuovi. È tornato a pensare che Wimbledon sia un suo terreno di conquista e spera di riuscire a riprendere le chiavi di quel “giardino incantato”.
  • Rafa vuole il Real Madrid. Un giorno vorrebbe diventare il Presidente del famoso club calcistico madrileno, ha ammesso Nadal, che da sempre ha una grande passione per il pallone. Che stia già pensando al ritiro dal circuito della racchetta.
  • Gli azzurri di Davis sognano. Dalla vittoria di primo turno, fatta registrare in Argentina sulla squadra detentrice dell’insalatiera d’argento, riprende la corsa di una nazionale italiana motivata e generosa, capace di riaccendere l’entusiasmo dei suoi tifosi.