NORMAN SU WAWRINKA: “MIAMI NON ERA PER NOI”

Il coach di Wawrinka sembra quasi rassegnato dinnanzi alle prestazioni sul cemento americano dell'elvetico

Tennis. Norman si dice piuttosto preoccupato dello stato attuale di Wawrinka, tutt’altro che brillante sia a Miami ma soprattutto in quel di Indian Wells.

Il coach dello svizzero commenta così il momento del campione in carica di Parigi: “Miami quest’anno non era per noi. E’ stata una grande battuta d’arresto, la prima cosa che ti chiedi come allenatore è “Cosa avrei potuto fare di diverso?”. Mi assumo sempre tutte le mie responsabilità  quando i miei giocatori non giocano al meglio. Quello che posso fare, di sicuro,  è analizzare le probabili cause, parlarne, imparare da loro e  andare avanti! Per cercare di fare meglio la prossima volta. Dobbiamo cercare di riprenderci.”

Sul suo sito ufficiale commenta così lo svedese: “Il prossimo torneo per Stan è a Monaco, sulla terra battuta. A questo  faranno seguito Madrid, Roma e Ginevra. Quindi gli Open di Francia.  Siamo impazienti di buttarci indietro le recenti sconfitte e ricominciare più competitivi di prima. volerò alla volta dell’Europa tra pochi giorni. Prima, però, farò uno stop a Detroit. Andrò a  passare un pò di tempo a Stoccolma. Speriamo che la primavera sia già arrivata per il mio ritorno a casa. Così da potere uscire in bici.”  


Nessun Commento per “NORMAN SU WAWRINKA: "MIAMI NON ERA PER NOI"”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Maggio 2018

  • Nadal senza limiti. Continua a primeggiare il n.1 del mondo, in barba agli infortuni, al nuovo che avanza e anche ai suoi quasi 32 anni. Un fenomeno che si nutre di "mattone tritato".
  • Gli Internazionali di un tennista romano. Nascere ad un passo dal centrale del Foro Italico, scrutarlo, sognarlo e riusicire a calcarlo da beniamino del pubblico. "Core de Roma" Pistolesi racconta il suo sogno diventato realtà.
  • In America qualcosa si muove. I tornei d'oltreoceano giocati a Indian Wells e Miami hanno mostrato un panorama tennistico in movimento, in cui le certezze dei campionissimi traballanno e cominciano a intravedersi sprazzi di futuro.