NOVAK DJOKOVIC: “HO BISOGNO DI PIU’ TEMPO PER RIPRENDERMI”

In conferenza stampa, il campione in carica di Doha, Novak Djokovic, ha dichiarato di non essere soddisfatto della sua prima partita del 2017 contro il tedesco Struff...,

Tennis – Novak Djokovic si sta attivando per difendere la corona di Doha e il suo esordio ne ha confermato l’obiettivo: il serbo ha infatti sconfitto il tedesco Jan-Lennard Struff 7-6 6-3, nonostante abbia sofferto l’attacco del numero 63. 

C’è voluto del tempo per trovare il mio ritmo” ha detto il campione in carica. “A volte le cose vanno bene, ma delle volte è molto facile perdere il ritmo, soprattutto nel servizio.

Djokovic non ha nascosto, quindi, le sue difficoltà e ha ammesso di dover ancora carburare: “Posso certamente giocare meglio. Ma era la prima partita dell’anno. So che non posso essere al top nella prima partita, ma penso che il processo che sto seguendo sia giusto“.

Ho bisogno di più tempo per rimettermi in sesto. Non ci si può affidare alla prima partita ” ha dichiarato Djokovic riguardo anche al secondo turno in cui affronterà l’argentino Horacio Zeballos.

Inoltre, Djokovic ha anche sottolineato la differenza tra la preparazione al campionato e l’inizio del campionato vero e proprio: “La preparazione ai tornei è totalmente diversa dal giorno stesso della competizione..le cose cambiano a livello mentale. Fisicamente, ho provato un po’ di pesantezza ai piedi e Struff ha giocato in modo piuttosto aggressivo” ha concluso Novak.

Ecco il video con gli highlights del match Djokovic-Struff…giudicate da voi!


Nessun Commento per “NOVAK DJOKOVIC: "HO BISOGNO DI PIU' TEMPO PER RIPRENDERMI"”


*/?>
*/?>

Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Aprile 2017

  • Fognini dottor Jekill e Mr. Hyde. Il n.1 azzurro è capace, indistintamente, di affascinare e di deludere. La domanda nasce spontanea: deve ancora sbocciare oppure ha già dato il meglio di sé?.
  • Sharapova amata e odiata. Alla vigilia del suo rientro sul Tour, Maria è sempre più amata dagli appassionati e odiata dai colleghi, che trovano ingiuste le wild card assegnatele dai tornei. Internazionali d'Italia inclusi.
  • Andre Agassi docet. Andre Agassi docet. "Lasciare il tennis è un po' morire" ha dichiarato in una recente intervista l'ex "Kid" di Las Vegas, che ha poi spiegato il perché: "I tennisti vivono un terzo della loro esistenza senza programmare gli altri due terzi".
 

Abbonati ora