OLIMPIADI GASTRONOMICHE, IL VERDE ROMA INAUGURA LA QUARTA EDIZIONE

Il Circolo del presidente Augusto Merletti festeggerà sabato 9 luglio il 40.mo anniversario della sua fondazione ospitando la serata inaugurale della quarta edizione delle Olimpiadi Gastronomiche. Dieci prestigiosi Sodalizi sportivi in gara e nove chef a caccia del titolo detenuto da Daniele Perfetto del Circolo Corte dei Conti

Roma, Luglio 2016  –  Dopo lo straordinario successo delle prime tre edizioni, l’originale binomio sport e cucina sta per tornare ad animare le serate dei più esclusivi Circoli della Capitale, e non solo.  Sabato 9 luglio le Olimpiadi Gastronomiche, l’accattivante competizione culinaria ideata da Sergio Rossi, fondatore della vista Tennis Oggi, ripartono dal Circolo Verde Roma, una tappa assolutamente inedita che vedrà protagonista il Circolo del Presidente Augusto Merletti in un’occasione speciale, quella del 40.mo anniversario della fondazione del Club.

Una raffinata cena a bordo piscina, secondo il menu proposto dalla chef Annamaria Borrelli, darà il via alla quarta edizione di una manifestazione che anche quest’anno metterà di fronte dieci chef in rappresentanza di altrettanti Circoli. Come lo scorso anno, l’edizione 2016 delle Olimpiadi Gastronomiche si articolerà in due gironi di cinque tappe: nel Girone Estivo, dopo il Verde Roma saranno coinvolti …. In quello invernale, che prenderà il via in ottobre, sarà la volta di ….

La filosofia delle Olimpiadi Gastronomiche organizzate dalla rivista Tennis Oggi, che per la prima volta nel 2013 hanno visto otto blasonati Circoli sportivi romani competere in cucina ai fornelli con i loro chef anziché sui campi di gara con i loro atleti, si propone due obiettivi: creare un clima di socializzazione tra i soci dei Club che partecipano all’evento, e valorizzare le qualità professionali dei loro chef con una competizione in cui hanno la possibilità di esprimere al meglio le loro doti. Il lusinghiero successo, anche mediatico, delle prime due edizioni è stato tale da far ricevere all’evento la visibilità di media importanti come Il Messaggero, ADN Kronos e Rete Oro che anche quest’anno seguiranno la manifestazione tappa dopo tappa.

Confermatissima anche la giurìa di esperti gastronomi dell’Accademia Italiana della Cucina (che dà il suo patrocinio ufficiale alla manifestazione) i quali, in base a una serie di punteggi previsti da un’apposita scheda di valutazione, assegnano a ciascuno chef da una a sei fiaccole olimpiche. Al termine delle gare, lo chef che avrà ottenuto dalla giurìa il punteggio più alto, e conseguentemente il maggior numero di fiaccole olimpiche, sarà proclamato “Chef dell’Anno 2016” nel corso di una cerimonia ospitata dal Circolo vincitore.

L’idea di organizzare un Campionato Gastronomico tra gli chef dei più prestigiosi Circoli sportivi romani è nata nel 2013 sulla scia dello straordinario successo ottenuto dal libro “In cucina con lo chef”, scritto da Michela Rossi (direttore della rivista Tennis Oggi e del magazine on-line Tennis.it), in cui per la prima volta è protagonista il ristorante di un Circolo sportivo.

Sabato sera i giurati dell’Accademia Italiana della Cucina saranno chiamati a valutare le fantasie gastronomiche di Annamaria Borrelli, la prima dei nove chef in gara che inseguiranno il titolo di Chef dell’Anno conquistato lo scorso gennaio da Daniele Perfetto del Circolo Magistrati  Corte dei Conti.

Siamo pronti a ricominciare questa avventura – ha commentato Sergio Rossi, presidente del Comitato Organizzatore – con le stesse emozioni e lo stesso orgoglio degli anni precedenti.  Anche quest’anno faremo tappa in dieci esclusivi Circoli sportivi della Capitale insieme al nuovo sponsor Caseificio Sabelli che si affiancherà all’Azienda vinicola Principe Pallavicini”.

 

 

 


Nessun Commento per “OLIMPIADI GASTRONOMICHE, IL VERDE ROMA INAUGURA LA QUARTA EDIZIONE”


*/?>
*/?>

Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Aprile 2017

  • Fognini dottor Jekill e Mr. Hyde. Il n.1 azzurro è capace, indistintamente, di affascinare e di deludere. La domanda nasce spontanea: deve ancora sbocciare oppure ha già dato il meglio di sé?.
  • Sharapova amata e odiata. Alla vigilia del suo rientro sul Tour, Maria è sempre più amata dagli appassionati e odiata dai colleghi, che trovano ingiuste le wild card assegnatele dai tornei. Internazionali d'Italia inclusi.
  • Andre Agassi docet. Andre Agassi docet. "Lasciare il tennis è un po' morire" ha dichiarato in una recente intervista l'ex "Kid" di Las Vegas, che ha poi spiegato il perché: "I tennisti vivono un terzo della loro esistenza senza programmare gli altri due terzi".
 

Abbonati ora