PABLO CARRENO BUSTA: IL 18° SPAGNOLO IN TOP 10

Pablo Carreno Busta è riuscito ad ottenere un suo record personale. È infatti diventato il 18° spagnolo, nella storia della sua nazione, ad entrare in Top 10

Tennis – Una regolarità che lo ha accompagnato per tutta la stagione: le semifinali di Indian Wells e lo US Open, i quarti di finale del Roland Garros e il titolo di Estoril hanno fatto sì che Pablo Carreno Busta diventasse oggi il 18° tennista spagnolo ad intrufolarsi nella “Top 10” del mondo.

Carreno Busta, che ha un totale di 2.855 punti, aspirerà questa stagione ad entrare nella Masters Cup di Londra. Per ora si trova nell’ottava posizione della Race 2017 e Stan Wawrinka, uno di quelli che sta davanti a lui nella classifica annuale, ha chiuso la sua stagione con un infortunio. Il primo membro della “Armada Invencible” che ha letteralmente fatto irruzione nella top d’elite è stato Manolo Orantes , in grado di salire fino alla seconda posizione nel 1973. Carlos Moyá (1999), Juan Carlos Ferrero (2003) e Rafael Nadal (2008) sono andati oltre e hanno raggiunto la posizione numero uno. Ferrero è molto fortunato perché il suo allievo, Alexander Zverev, è il terzo qualificato per le finali ATP dopo Nadal e Roger Federer.

Ecco la lista completa:

1.Rafael Nadal (2008), Carlos Moya (1999), Juan Carlos Ferrero (2003)

2.Manuel Orantes (1973), Alex Corretja (1999)

3.Sergi Bruguera (1994), David Ferrer (2013)

5.Tommy Robredo (2006)

6.Albert Costa (2002), José Higueras (1983)

7.Juan Aguilera (1984), Emilio Sánchez (1994), Alberto Berasategui (1994), Fernando Verdasco (2009)

9.Nicolás Almagro (2011)

10.Carlos Costa (1992), Félix Mantilla (1998)

 


Nessun Commento per “PABLO CARRENO BUSTA: IL 18° SPAGNOLO IN TOP 10”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2017

  • Il clone di Serena Anche il suo nome inizia con la "S", anche lei ha la pelle nera, anche lei è americana, anche lei ha vinto gli US Open. Sloane Stephens potrà veramente prendere il posto della Willliams sul Tour e nel cuore degli appassionati?
  • "Next Gen" Shapovalov Diciotto anni, israeliano di sangue russo, Denis ha vissuto un'estate da leone sul circuito collezionando due vittorie da incorniciare su del Potro e Nadal. Tutto lascia pensare che non si tratti di un fuoco di paglia.
  • La Rod Laver Cup svecchia la Davis Ci voleva la formula innovativa del nuovo torneo a squadre, nato sotto la sapiente guida del grande Federer, per convincere la Federazione Internazionale a rivoluzionare l'ormai obsoleta Coppa Davis.