CHALLENGER: MARCO CECCHINATO RINASCE A SOPHIA ANTIPOLIS..

Ottima prova degli azzurri ai Challenger di Sophia Antipolis, con Marco Cecchinato e Stefano Napolitano, e di Panama City con Andrea Arnaboldi. Peccato per Federico Gaio sconfitto al primo turno del torneo francese...

Tennis – Grande successo per il tennis azzurro ai Challenger di Sophia Antipolis e Panama City. Al torneo situato nell’entroterra di Antibes, ha dato prova di forza, costanza e potenza italiana Marco Cecchinato che ha battuto Nicolas Almagro in tre set: 6-2 2-6 6-3. Il palermitano ha infatti rispedito a casa il numero 2 del seed dopo 1 ora e 41 minuti di gioco al loro primo testa a testa. Una vittoria arrivata all’indomani dell’assoluzione del tennista siciliano per l’accusa di illecito sportivo.

Assieme a lui anche Stefano Napolitano che ha sconfitto, in soli 56 minuti, Albert Montanes 6-2 6-1, l’azzurro ha messo a segno 5 ace e 2 doppi falli per una partita a dir poco perfetta. Peccato, invece, per Federico Gaio che ha ceduto al qualificato Filip Krajinovic 6-3 6-4.

Nella scia di vittorie si aggiunge anche quella di Andrea Arnaboldi al Challenger di Panama City: il milanese ha infatti conquistato il secondo round con il successo sull’americano Bradley Klahn 6-2 7-5. Al prossimo turno, Arnaboldi affronterà De Greef.


Nessun Commento per “CHALLENGER: MARCO CECCHINATO RINASCE A SOPHIA ANTIPOLIS..”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2017

  • Il clone di Serena Anche il suo nome inizia con la "S", anche lei ha la pelle nera, anche lei è americana, anche lei ha vinto gli US Open. Sloane Stephens potrà veramente prendere il posto della Willliams sul Tour e nel cuore degli appassionati?
  • "Next Gen" Shapovalov Diciotto anni, israeliano di sangue russo, Denis ha vissuto un'estate da leone sul circuito collezionando due vittorie da incorniciare su del Potro e Nadal. Tutto lascia pensare che non si tratti di un fuoco di paglia.
  • La Rod Laver Cup svecchia la Davis Ci voleva la formula innovativa del nuovo torneo a squadre, nato sotto la sapiente guida del grande Federer, per convincere la Federazione Internazionale a rivoluzionare l'ormai obsoleta Coppa Davis.