RANKING ATP, IL PRIMO PUNTO RACCONTATO DAI BIG 8

Il primo punto del ranking ATP non si scorda mai. Ce lo raccontano Djokovic, Federer, Nadal, Murray, Wawrinka, Nishikori e Berdych

Il primo punto del ranking ATP non si scorda mai. Lo dice Jim Courier e lo dicono i primi otto tennisti al mondo che in questi giorni si stanno giocando il titolo di ‘Maestro’ alle ‘Barclays ATP World Tour Finals’ sul veloce indoor nella meravigliosa cornice dell’O2 Arena di Londra. In un’intervista rilasciata al ‘New York Times’ Novak Djokovic, Andy Murray, Roger Federer, Stan Wawrinka, Rafa Nadal, Tomas Berdych e Kei Nishikori parlano della loro ‘prima volta’ nel ranking ATP.

Quasi fosse da preludio ad un dominio che sarebbe arrivato quasi dieci anni dopo, il primo punto di Novak Djokovic nel ranking ATP è arrivato in un torneo che ha poi vinto, un Futures a Belgrado nel luglio del 2003. “Fare il primo nello stesso torneo che poi è diventato il mio primo titolo nel circuito professionistico è stato veramente incredibile”, ha detto Djokovic. “E vincere davanti a tutta la mia famiglia nella mia città è stato molto speciale. È stato un buon inizio di una bella carriera professionale”. In quello stesso mese anche Andy Murray portava a casa i suoi primi punti in un torneo Challenger sull’erba di Manchester. “Quella settimana il mio allenatore non c’era”, racconta Murray. “C’era solo mio padre, che mi lanciava le palline prima della partita da un sacchetto di plastica, perché non conoscevo nessuno degli altri giocatori ed ero troppo timido per chiedere loro di riscaldarsi con me”. Al secondo turno di quel tornao Andy superò il sudafricano Neville Godwin, attuale allenatore di Kevin Anderson. “Durante il match mi parlava al cambio di campo e anche a rete, cercando di attirare la mia attenzione. È stata una buona esperienza di apprendimento per me in giovane età”. Quel torneo finì per lui ai quarti di finale.

Ha le idee ben chiare, ma non troppo, riguardo il suo primo punto del ranking ATP il ceco Tomas Berdych. “Ho dovuto pensarci su, perché la mia memoria non è molto chiaro a questo proposito”, ha rivelato il numero 7 del mondo. “Era un torneo Futures in Repubblica Ceca, dove ho battuto un giocatore ceco, Radovan Svetlik”. Ed infatti era novembre del 2001, a Plzen, quando Berdych aveva solo 16 e venne eliminato al secondo turno da Martin Stepanek. Infine troviamo Kei Nishikori, l’unico tennista dei primi otto ad aver ottenuto il suo primo punto ATP con una sconfitta. Era un Challenger a Kyoto nel 2006 e allora la sola partecipazione al primo turno valeva un punto. Il giapponese lo definisce a ragione “un grande punto” per il solo motivo che quel piccolo punto gli diede la possibilità di accedere alle qualificazioni di qualsiasi evento Futures.

I primi punti di Roger Federer e Stan Warinka arrivarono durante eventi satellite in Svizzera, circuiti autonomi formati da tornei preliminari che portano ad una fase finale e i punti venivano assegnati soltanto alla fine degli stessi. È stato in uno di questi eventi che il numero 3 del mondo ha guadagnato iprimi 12 punti della sua carriera prima di perdere in finale. Era il 1997: “È come una pietra miliare. Arrivare  in seguito nella top 100, nella top 10 e al numero 1 del mondo. È una di quelle grandi cose che non vedi l’ora di realizzare”. Quattro anni dopo Federer vinceva il suo primo punto Rafa Nadal, che partecipava ad un Challenger a Siviglia grazie ad una wild card nel 2001. In quel torneo lo spagnolo cedeva al secondo turno per mano di un italiano, Stefano Galvini. Eppure i ricordi del 29enne risalgono ad una settimana prima, nel torneo di Madrid, primo pro della sua carriera, quando aveva sofferto una brutta sconfitta per mano di un connazionale: “Ho perso con tre match point, ed è stato molto difficile. Ma ciò che ha reso particolarmente tragico quel giorno è accaduto dopo, quando proprio nel momento in cui ho lasciato il campo, dopo aver perso il mio primo punto, ci fu la notizia le torri gemelle. È stata una giornata impossibile da dimenticare per l’umanità in generale”.

Pare che l’età di 16 anni sia quella giusta: Novak Djokovic, Roger Federer, Andy Murray, Kei Nishikori e Stan Wawrinka hanno ottenuto il loro primo punto del ranking proprio alla soglia dei 16 anni. Più precoce Rafael Nadal che lo ha fatto invece a 15 anni, al contrario del connazionale David Ferrer che ha fatto segnare il suo primo punto nel ranking alla ‘veneranda’ età di  18 anni.


Nessun Commento per “RANKING ATP, IL PRIMO PUNTO RACCONTATO DAI BIG 8”


*/?>
*/?>

Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Aprile 2017

  • Fognini dottor Jekill e Mr. Hyde. Il n.1 azzurro è capace, indistintamente, di affascinare e di deludere. La domanda nasce spontanea: deve ancora sbocciare oppure ha già dato il meglio di sé?.
  • Sharapova amata e odiata. Alla vigilia del suo rientro sul Tour, Maria è sempre più amata dagli appassionati e odiata dai colleghi, che trovano ingiuste le wild card assegnatele dai tornei. Internazionali d'Italia inclusi.
  • Andre Agassi docet. Andre Agassi docet. "Lasciare il tennis è un po' morire" ha dichiarato in una recente intervista l'ex "Kid" di Las Vegas, che ha poi spiegato il perché: "I tennisti vivono un terzo della loro esistenza senza programmare gli altri due terzi".
 

Abbonati ora