RANKING WTA, SERENA SALVA IL PRIMO POSTO

La sconfitta della Kerber nella finale di Cincinnati le preclude il primo posto ai danni della Williams, che allunga la sua striscia monstre in vetta

TENNIS – Sarebbe bastata una sola partita, una sola finale, per ribaltare le carte in tavola dopo una serie stratosferica di settimane in vetta al ranking femminile. Invece no, invece Serena Williams resiste ancora e quella vetta se la tiene stretta tra le mani. Inutili i tentativi dalle retrovie, inutili le speranze della Germania del tennis, che si vede strappar via un primato nella racchetta rosa che manca ormai dai tempi di Steffi Graf.

Angelique Kerber deve accontentarsi di un’altra settimana in seconda posizione, dopo aver sprecato la colossale occasione di Cincinnati. Vincere in Ohio le avrebbe garantito il numero uno della classifica mondiale, interrompendo il regno dell’americana, ma la vittoria finale di Karolina Pliskova le ha momentaneamente precluso il sogno di scalzare la prima della classe dal suo trono. Momentaneamente, esatto, perchè il momento sembra solo rimandato: sia per la crescita della Kerber, iniziata a grandi passi con la vittoria di Melbourne, sia soprattutto per le condizioni atletiche di Serena, sempre meno salda davanti a tutte le concorrenti.

Era impossibile battere Karolina a Cincinnati – spiega la Kerber, demolita in due set – perchè ha giocato un tennis efficace e praticamente inattaccabile. Mi è sfuggito il sorpasso a Serena, ma ciò non toglie la permanenza di quest’obiettivo nei miei piani a breve termine“. Una promessa di avvicendamento in vetta, dunque, ad opera della tedesca, che nel frattempo deve dividere il podio anche con Garbine Muguruza, terza incomoda alle sue spalle.

Aga Radwanska e proprio Karolina Pliskova rappresentano i principali movimenti della settimana: la polacca scalza la Halep dal quarto posto, mentre la ceca guadagna sei posizioni e si piazza alla numero undici. Scendono Cibulkova, Konta, Kvitova, Bacsinszky e Stosur per effetto della sua ascesa a ridosso della top ten, mentre Barbora Zahlavova-Strycova ed Elena Vesnina, insieme a Kiki Bertens ed Irina Begu, approfittano del -4 di Elina Svitolina per piazzarsi dalla diciannovesima alla ventiduesima posizione.

Le italiane, invece, fanno registrare un solo calo, ovvero quello di Camila Giorgi, scesa dalla 64 alla 66. Rimane stabile Roberta Vinci, prima italiana all’ottavo posto, mentre guadagna tre scalini Sara Errani, adesso ventinovesima. Chiude la truppa azzurra nelle prime cento Francesca Schiavone, che può festeggiare un +2 fino al novantacinquesimo posto.

La settimana appena cominciata vedrà le protagoniste del tennis femminile impegnate a New Haven, negli Stati Uniti. Altri sette giorni per decretare come arriveranno a Flushing Meadows: gli US Open sono dietro l’angolo e, oltre alla lotta per il primato, ci sono tanti altri traguardi da mettere in discussione.


Nessun Commento per “RANKING WTA, SERENA SALVA IL PRIMO POSTO”


*/?>
*/?>

Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Aprile 2017

  • Fognini dottor Jekill e Mr. Hyde. Il n.1 azzurro è capace, indistintamente, di affascinare e di deludere. La domanda nasce spontanea: deve ancora sbocciare oppure ha già dato il meglio di sé?.
  • Sharapova amata e odiata. Alla vigilia del suo rientro sul Tour, Maria è sempre più amata dagli appassionati e odiata dai colleghi, che trovano ingiuste le wild card assegnatele dai tornei. Internazionali d'Italia inclusi.
  • Andre Agassi docet. Andre Agassi docet. "Lasciare il tennis è un po' morire" ha dichiarato in una recente intervista l'ex "Kid" di Las Vegas, che ha poi spiegato il perché: "I tennisti vivono un terzo della loro esistenza senza programmare gli altri due terzi".
 

Abbonati ora